Inaugurato a New Delhi il sesto aeroporto più grande del mondo

High tech, ultra moderno, futuristico: è il nuovo terminal 3 dell’aeroporto Indira Gandhi, inaugurato il 3 luglio a New Delhi. A dare il benvenuto ai passeggeri niente più caos, sporcizia e cattivi odori, piuttosto pavimenti di granito tirati a lucido, acciaio e grandi vetrate.
Per dare colore locale agli immensi spazi del terminal, i progettisti hanno commissionato una testa di Buddha e una struttura lunga decine di metri, composta da mani femminili giganti, che rappresentano la tradizione della danza classica indiana.
La zona di Delhi Bazar, con i suoi 20.000 metri quadrati di negozi, café e ristoranti è una città dello shopping tradizionale. A collegare le diverse aree ci sono 63 ascensori, 35 scale mobili e 92 tapis roulant. E per contrastare il caldo, il tetto è inclinato in modo tale da far passare attraverso le ampie vetrate soltanto la luce proveniente da nord.

Il nuovo terminal, con una capacità di 34 milioni di passeggeri l’anno, è l’infrastruttura pubblica più imponente e grandiosa costruita in India negli ultimi anni, simbolo delle ambizioni di una nazione in crescita sempre più industrializzata.
L’India occupa una posizione geografica strategica sulle rotte aeree mondiali e negli ultimi anni ha saputo conquistarsi un ruolo chiave nel mercato del trasporto aereo: oggi la capitale indiana è collegata al resto del mondo da 58 compagnie internazionali.
I servizi saranno operativi a partire dal 14 luglio, con il primo decollo del volo Delhi-Dubai e il primo arrivo, un non stop New York-Delhi di Air India.
L’aeroporto di New Delhi diventa il sesto più grande al mondo, dopo Dubai, Pechino, Singapore, Bangkok e Città del Messico. L’opera è costata 3 miliardi di dollari ed è stata realizzata nel tempo record di 37 mesi.
I critici hanno messo in dubbio la necessità di una tale spesa, visto che meno dell’uno percento della popolazione dell’India viaggia in aereo e due terzi degli 1,2 miliardi di indiani non hanno accesso ai servizi igienici. Ma per il subcontinente l’aeroporto rappresenta una sfida al futuro e il segnale di una nuova India, pronta ad entrare a pieno titolo nei ranghi delle più moderne nazioni industrializzate.

Questo post è stato letto 720 volte

Aggiungi un commento

I commenti devono essere approvati da un amministratore prima di essere pubblicati.

Blue Captcha Image
Aggiornare

*