Snorkeling sicuro a Sharm

Le autorità egiziane hanno annunciato la riapertura delle spiagge di Sharm.
Dopo una serie di attacchi di squali, che hanno causato la morte di una turista tedesca e il ferimento di altri quattro bagnanti, sono state messe in atto misure per garantire la sicurezza in mare.

La situazione sul Mar Rosso torna dunque alla normalità? Pare proprio di sì.
Gli hotel hanno aderito ad un vasta operazione di controllo della costa che consente ai turisti immersioni, snorkeling e nuoto al sicuro dagli squali; sono state istituite stazioni di osservazione presidiate da subacquei, mentre in superficie un drappello di barche veloci pattuglierà in continuo le acque.
I bagnanti dovranno però rimanere all’interno di aree designate, ha dichiarato alla stampa il governatore del South Sinai alla stampa, ricordando che vige il divieto assoluto di dare cibo agli squali.

Intanto un gruppo di esperti internazionali, arrivato nei giorni scorsi in Egitto, è all’opera per capire cosa abbia indotto questo inusuale e anomalo comportamento da parte degli squali.

Questo post è stato letto 545 volte

Aggiungi un commento

I commenti devono essere approvati da un amministratore prima di essere pubblicati.

Blue Captcha Image
Aggiornare

*