Scaldaletto umani e altre stranezze

Da qualche giorno la catena alberghiera britannica Holiday Inn propone ai suoi clienti un servizio che definirlo bizzarro è dir poco. Uomini e donne del personale dell’hotel s’infilano nel vostro letto e rimangono sotto le coperte il tempo necessario a scaldare il giaciglio; così quando il cliente va a coricarsi, invece delle lenzuola gelate trova quel giusto tepore che concilia il sonno.

La temperatura ottimale del letto è di 20-24 gradi centigradi – assicurano gli esperti di un centro scozzese per la cura dei disturbi del sonno che hanno collaborato al progetto – ma il corpo umano, soprattutto se proviene da un ambiente freddo, impiega tempo a riscaldarsi e questo può inibire l’arrivo del sonno.
Naturalmente, ci tengono a precisare dalla direzione, il personale preposto, che indossa speciali tute termiche, concepite per garantire l’igiene e allo stesso tempo massimizzare l’effetto calore, esce dal letto un attimo prima che arrivi il cliente.
Gli hotel che per ora offrono il “letto caldo” sono  l’Holiday Inn London Kensington Forum, l’Holiday Inn Kingston South e l‘Holiday Inn Manchester Central Park. Il servizio è compreso nel costo della camera, chiunque può provarlo, basta solo prenotare lo scaldaletto umano, mettendosi bene d’accordo sull’ora.

Questa è solo una delle stranezze scovate da Hotels.com tra le oltre 130.000 strutture presenti sul suo sito.
Tanto per rimanere in tema sonno, l‘hotel Andaz di Londra offre il servizio di reading notturno: c’è un lettore di racconti della buona notte che aiuta il cliente a prendere sonno, accompagnandolo nelle braccia di Morfeo con il suono della sua voce e la suggestione di una bella storia. Unico obbligo, mettersi il pigiama e ascoltare in silenzio. Ma attenzione il servizio è occasionale, legato alla partecipazione di giornalisti o scrittori e alla disponibilità dell’hotel.

Altro hotel altra stranezza: al Westin St Francis, un 4 stelle di San Francisco, opera un pulitore di monete.
Un addetto dell’albergo ha il compito di lucidare ogni giorno i dollari che dalle casse passano di mano in mano. Un servizio inutile direte voi, ma che è una vera e propria tradizione dell’hotel. Pare che l’idea sia venuta nel 1935 al direttore dell’epoca, che dopo aver notato i guanti bianchi delle signore vergognosamente macchiati dalle monete, decise che il denaro circolante nel suo albergo avrebbe dovuto essere lavato e accuratamente lucidato.

Nel Rambagh Palace di Jaipur, un tempo residenza del maharaja indiano, ci sono due persone incaricate di scacciare via, a determinate ore del giorno, i piccioni che affollano il magnifico e sontuoso cortile. Il compito degli “scacciatori di piccioni” è delicato: evitare che i volatili sporchino la residenza, ma senza dar loro troppo fastidio, visto che i piccioni sono considerati portatori di buona sorte.

Sono invece altri volatili la stranezza del Peabody Hotel di Memphis, dove c’è un “Mastro delle anatre”, che ogni giorno stende un tappeto rosso e accompagna un gruppo di anatre dalla fontana dell’albergo, dove le simpatiche pennute hanno passato la giornata, al ricovero notturno. Dopo la curiosa processione, il Mastro rientra in panni più miseri e si occupa di pulire la fontana.

Per leggere l’elenco completo dei mestieri più strani svolti negli hotel di tutto il mondo o per prenotare un albergo visita Hotels.com, sito leader nella prenotazione di hotel online, con il miglior prezzo garantito su più di 30.000 alberghi nel mondo.

Questo post è stato letto 755 volte

Aggiungi un commento

I commenti devono essere approvati da un amministratore prima di essere pubblicati.

Blue Captcha Image
Aggiornare

*