Giù a folle velocità, a bordo di un bob

In cerca di brivido e di emozioni forti? Mai provato il bob? A La Plagne, nella bella regione francese del Rodano-Alpi, c’è una delle piste olimpioniche più veloci al mondo: su questo tracciato, 1.500 metri di ghiaccio liscio come il vetro segnato da 19 curve mozzafiato, ci si allenano i grandi campioni. Bruno Mingeon ci viaggiava a 139 chilometri orari.

Ma a fine giornata, dopo gli allenamenti, la pista viene aperta anche anche al pubblico.

E qui chi vuole divertirsi trova pane per i suoi denti: indossi un casco, tiri un gran respiro e salti a bordo di quel sottile guscio sui pattini. Per la verità il tutto non dura più di un minuto; all’inizio la velocità è intorno ai 40 km/h ma si passa presto a sfiorare i cento orari. Inutile il tentativo di assecondare le curve, impossibile muovere la testa o il collo: in curva il corpo è sottoposto a una forza pari a cinque volte l’accelerazione di gravità e solo un atleta professionista sa come imporre una traiettoria a quel missile. Poi la pendenza diminuisce e lo stridore dei freni segnala che quell’interminabile minuto è finito, ma l’esperienza quella no, è indimenticabile.

La pista di La Plagne si trova nella frazione di La Roche ed è stata costruita in occasione dei Giochi Olimpici del 1992; è aperta al pubblico da dicembre a marzo.

Si può scegliere tra tre diverse opzioni. Alla prima esperienza di solito si prova il bob-raft, un bob per quattro persone, auto-guidato e auto-frenante, che raggiunge la velocità massima di 80Km/h ed è adatto a chiunque. Chi ha nervi saldi può provare il taxi-bob, un bolide a 4 da competizione, guidato da un pilota professionista, che sfreccia a oltre 100 km/h. Infine, per chi sente di poter affrontare il canalone ghiacciato da solo c’è il mono-bob, che arriva ad una velocità di 90km orari. Prezzi tra 40 e 110 euro a persona.

La stazione di La Plagne sorge a quasi 2.000 metri di altitudine nella parte più meridionale del comprensorio Paradiski, un carosello sciistico tra i più attrezzati d’Europa: oltre 420 km di piste adatte a tipo di sciatore, dai più esperti a quelli alle prime armi. Le stazioni della Savoia e dell’Alta Savoia con il marchio “Famille Plus” propongono anche diverse piste per bambini.

Come arrivare: dalla Valle d’Aosta attraverso il traforo del Monte Bianco, proseguendo per Albertville e poi prendendo la N90 fino a Aime, da dove si sale a La Plagne. Oppure, attraverso il tunnel del Frejus, proseguendo sulla A43 direzione Albertville.

L’aeroporto di Grenoble è a circa un’ora di auto.

Questo post è stato letto 466 volte

Aggiungi un commento

I commenti devono essere approvati da un amministratore prima di essere pubblicati.

Blue Captcha Image
Aggiornare

*