Guadalupa: il giardino di Coluche

Se un giorno capitate a Guadalupa, Antille francesi, segnate sul trip planner il giardino botanico di Deshaies.
La storia di questo luogo incantato è curiosa e merita di essere raccontata. La prima creazione del parco si deve a Blandin Guy, appassionato botanico che amava collezionare semi di piante esotiche durante i suoi viaggi intorno al mondo.
Nel 1979 la proprietà viene acquistata da Coluche, famoso comico francese di origine italiana, che qualche anno dopo dà al suo amico Micheal Gaillard, “paesaggista del territorio” l’incarico di occuparsi della collezione di piante e fiori tropicali.
Ma il destino si stava accanendo contro Coluche e il suo giardino: nel 1986, infatti, il comico muore in un incidente in moto e nel 1989 l’uragano Hugo distrugge la maggior parte delle piante.
Nonostante tutto Gaillard ha il coraggio di proseguire il suo lavoro. Riscattata la proprietà nel 1991, finalmente riesce, dieci anni dopo, ad inaugurare il nuovo Jardin Botanique de Deshaies. Il percorso di 1,5 km si snoda tra una grande varietà di fiori e piante tropicali, oltre 1.000 specie, tra cui bouganvillee, hibiscus, Baobab, Mapou, alberi del pane, palme e diverse varietà di piante native delle Antille o provenienti da ogni angolo del mondo.

Il parco si estende su 7 ettari e questi sono i suoi principali punti di interesse:
– Lily Pond, situato proprio all’ingresso del parco, è uno stagno artificiale lungo oltre 50 metri che ospita una magnifica collezione di ninfee, papiri ed altre piante acquatiche
– La voliera, con numerosi uccelli di forme e colori diversi
– Gli hibiscus e le bouganville, nelle loro numerose varietà raccolte insieme a formare un’esplosione di colori
– L’Arboretum, in cui sono stati collocati imponenti esemplari di palme reali, Bombax, Baobab, Jacaranda, albero del pane, Avocadi, Calliandra e Araucaria. Da questo punto si gode una magnifica vista sul Mar dei Caraibi
– Il Banyan Tree. uno dei luoghi preferiti da Coluche, che amava riposarsi all’ombra di questo massiccio Ficus dal tronco circondato da centinaia di radici aeree
– La cascata, alta 10 metri, con accanto un laghetto che ospita 15 fenicotteri di Cuba
-Il Bamboo, un boschetto di bambù che si alzano a diversi metri di altezza creando un paesaggio di grande effetto
– Le palme, un’area dedicata alla pianta simbolo dei tropici qui rappresentata in tutte le sue varietà possibili e immaginabili
– Il sentiero delle felci, lungo il quale si possono ammirare diverse specie di felci arboree, che crescono rigogliose grazie al microclima umido e fresco ricreato da un complicato sistema di nebulizzazione.

Infine, a disposizione degli ospiti ci sono un piccolo negozio per gli acquisti e un ristorante panoramico.
Il parco è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:30 e il biglietto costa 15,50€ per gli adulti e 10,50€ per i bambini.

Questo post è stato letto 528 volte

Aggiungi un commento

I commenti devono essere approvati da un amministratore prima di essere pubblicati.

Blue Captcha Image
Aggiornare

*