Crociere più sicure, entrano in vigore le nuove norme

L’equipaggio delle navi da crociera deve dimostrare di essere in grado, in caso di necessità, di caricare le scialuppe di salvataggio, lanciarle in mare e manovrare per allontanarsi nel più breve tempo possibile dopo il segnale di abbandono nave.
Perciò tutti i marittimi che, oltre alle proprie mansioni, hanno anche il compito di gestire le emergenze, dovranno seguire corsi di addestramento e, almagest una volta ogni sei mesi, sottoporsi ad un test operativo.

Collision of Costa Concordia © http://commons.wikimedia.org/wiki/User:Rvongher

Queste le nuove regole per migliorare la sicurezza a bordo delle navi da crociera, presentate dalla Cruise Lines International Association (CLIA) insieme alla European Cruise Council (ECC).
Le misure, in vigore da ieri, si applicano a tutte le compagnie di navigazione e si aggiungono alle politiche più rigide in tema di sicurezza già adottate da molte società, dopo il disastro della Costa Concordia. Tra queste: esercitazione di emergenza dei passeggeri prima che la nave lasci il porto, maggiori restrizioni sulle visite al ponte di comando e obbligo di avere a bordo giubbotti di salvataggio supplementari.

[photo credits: Rvongher]

 

Questo post è stato letto 452 volte

Aggiungi un commento

I commenti devono essere approvati da un amministratore prima di essere pubblicati.

Blue Captcha Image
Aggiornare

*