RSS Feed for CroaziaCroazia

Vacanza in Croazia con il cane ( o il gatto)

Portare in vacanza in Croazia il vostro animale da compagnia non è una operazione molto complicata. Basta seguire con attenzione gli adempimenti richiesti dalle autorità Croate.

Per prima cosa precisiamo che parleremo, in particolare, delle norme che si applicano ai cani, ai gatti, ai furetti domestici anche se, nella legislazione europea vengono indicati come animali da compagnia (o d’affezione) anche altre specie meno comuni (per esempio anfibi, rettili, roditori).

Un altra cosa importante da tenere presente e che non è possibile l’importazione di oltre 5 animali, altrimenti l’operazione sarà considerata commerciale e quindi sottoposta a norme diverse e più restrittive.

Per i cani, gatti e furetti provenienti da paesi dell’Unione Europea le norme prevedono che:

Viaggiare in Croazia con il cane Viaggiare in Croazie con il Gatto1) gli animali devono essere identificabili per mezzo di microchip. Il codice del microchip deve essere riportato sul passaporto veterinario o sul certificato veterinario che accompagna l’animale al passaggio della frontiera. Inoltre deve essere possibile accertare sia le generalità, sia l’indirizzo del proprietario.
2) l’animale deve essere munito di passaporto o di certificato rilasciato da un veterinario abilitato  dalle autorità preposte (in Italia dai Servizi Veterinari della Azienda Sanitaria Locale);
3) l’animale deve essere stato sottoposto a vaccinazione antirabbica.

Gli animali, provenienti dai paesi membri, di età inferiore ai tre mesi, e, quindi, non sottoposti a vaccinazione antirabbica, potranno essere introdotti in Croazia se il proprietario sia munito di passaporto o di certificato in corso di validità, se i cuccioli vivono nello stesso luogo in cui è avvenuta la figliata, se non sono entrati in contatto con animali selvatici o se viaggiano con la loro madre da cui ancora dipendono.

Fate attenzione! Se il vostro animale non soddisfa i requisiti richiesti, potrebbe esservi negato l’ingresso in Croazia e il vostro animale potrebbe essere respinto e rinviato al Paese d’origine o, in alternativa, messo in quarantena. Il tutto, naturalmente, a spese del proprietario.

Se avete bisogno di maggiori informazioni potete rivolgervi al Ministero dell’Agricoltura della Repubblica di Croazia – Direzione veterinaria. Tel.: +385 1 6443 540. Sito internet: www.mps.hr

Altre informazioni su come viaggiare in compagnia dei propri animali nel mondo si trovano sul sito del Ministero della Salute.

Muoversi in Croazia: arriva Uberboat

Dalla fine di giugno sarà possibile richiedere un passaggio o un tour in motoscafo nelle isole croate direttamente dal proprio cellulare con l’app di UBER.
I servizi di UberBoat che saranno attivati sono infatti due.
Il primo permetterà di spostarsi da Spalato all’isola di Lesina o viceversa alla tariffa di 352€ ( oppure 440€ con un motoscafo da 12 passeggeri) mentre il secondo servizio, attivo da Spalato, Lesina e Dubrovnik, consentirà il noleggio di un motoscafo per effettuare una escursione a propria scelta per tutta la giornata. Il costo dipenderà dalla durata e dalla distanza percorsa ma, mediamente, una giornata intera costera dai 980€.
I prezzi possono sembrare non molto abbordabili ma gli utenti potranno usufruire della funzionalità Dividi la tariffa con un amico che permette di dividere le spese con altri compagni di viaggio con un semplice click.
uberboat croazia
Davor Tremac, General Manager di Uber per la Croazia e il Sudest Europa ha commentato:
La missione di Uber è dare a tutti la possibilità di spostarsi con un semplice tocco e siamo orgogliosi di aver portato il servizio ad un livello successivo. UberBOAT offrirà ai turisti e agli abitanti nuovi modi di viaggiare ed esplorare la costa croata, consentendo di vivere un’avventura unica, e al tempo stesso semplice e sicura, tra le isole vicino a Spalato, Lesina e Dubrovnik. Siamo sicuri che il servizio contribuirà ad incrementare gli spostamenti on-demand verso le isole, contribuendo così alla crescita del turismo locale”.

I motoscafi partner di UberBOAT sono da 8 e da 12 passeggeri. Ed è importante sapere che tutti gli skipper sono in possesso di regolare licenza valida e certificata da compagnie charter del posto.

Navigare in Croazia… su internet

Sempre più italiani passano le vacanze estive in Croazia e in molti portano con sé una barca. La conformazione della costa, ricca di isole ed insenature, fa della Croazia il posto ideale per chi ama navigare, sia con un piccolo gommone a motore che con una barca a vela.

Per navigare in sicurezza è essenziale conoscere la situazione meteorologica dell’area; da diversi anni molti siti internet forniscono bollettini dettagliati, alcuni dei quali dedicati proprio a chi naviga, ma collegarsi alla rete croata in roaming con le sim che utilizziamo in Italia può essere molto costoso. Che fare allora?

La soluzione più semplice ed economica è acquistare una sim di un gestore croato.

Molto convenienti le offerte di T-Mobile Croatia. Ci sono due kit di partenza: uno, al prezzo di 198 kune (circa 27€), che comprende la sim, una chiavetta umts e 20 kune di traffico, l’altro solo con la sim con 20 Kune di carica  al costo di 20 kune (circa 3€). La prima offerta è sicuramente da consigliare, visto il costo e la qualità della chiavetta umts inclusa nel kit.

La chiavetta, una volta collegata alla porta USB, installa automaticamente in un paio di minuti un internet manager, in inglese, che serve a gestire i collegamenti.

Il costo del traffico parte da 0,50 Kune /MB ma può scendere fino a 0.05 kune/MB acquistando una ricarica da 200 Kune (27€)

La copertura  UMTS  è,  in generale,  buona nei pressi delle città, dei centri più grandi e attorno ai marina, ed è accettabile lungo quasi tutta la costa, compresa la zona di mare tra le isole  ed a volte anche fino ad un paio di miglia dalla costa. Nell’area di Rijeka e di Spalato ( ed in altre all’interno del paese)  esistono zone  coperte dal segnale 4G.

Questa soluzione può essere conveniente anche per chi affitta un appartamento, visto che trovarne uno con l’utilizzo di internet incluso nel prezzo non è facile; invece con una sim croata si può avere un collegamento internet a costi ragionevoli ovunque.

Chi invece non ha esigenze di collegamento costante può utilizzare i numerosi Internet Point, sparsi un po’ dappertutto in Croazia. Mediamente il costo del collegamento da questi locali è di circa 30/40 Kune per ora (4,50€/h).

Un’alternativa ancora più economica potrebbe essere quella di sfruttare gli hot spot che alcuni comuni croati mettono, a volte, a disposizione gratuitamente. Gli hot spot si trovano di solito nei centri delle grandi città, ma è meglio informarsi presso l’ufficio turistico locale per maggiori dettagli.

Un’ulteriore possibilità sono gli hot spot di T-Mobile accessibili  anche da chi non è cliente della compagnia telefonica al costo di 5 kune/ora  (è necessaria una carta di credito per il pagamento on line)

Se invece volete navigare per davvero, in mare e non soltanto su internet, potete trovare le informazioni necessarie per andare in barca in acque croate su Navigare in Croazia.

 

Croazia estate senza confini

Il 1° luglio 2013 la Croazia diventerà il 28imo stato dell’Unione Europea. Perciò, a partire dalla prossima estate, le località di mare più belle e più vicine all’Italia, come l’Istria o le isole dalmate, diventeranno ancora più accessibili. All’atto pratico cosa cambia per i turisti?
Innanzi tutto code più corte in frontiera: si passera il confine Slovenia / Croazia con un unico controllo congiunto di documenti e spariranno i doganieri.

Vacanze in Croazia

 Le telefonate a casa con il cellulare costeranno molto di meno, perchè le tariffe di roaming (che finora arrivavano a costare fino a 2euro al minuto) saranno adeguate ai massimali europei. Anche al bar o al ristorante dovremmo trovare prezzi più convenienti; le tariffe dovrebbero scendere di circa il 15%, in ragione della corrispondente diminuzione dell’aliquota IVA croata.
Entrare in Europa non vuol dire però entrare nell’euro. La moneta rimane la stessa, si paga sempre in kune, perciò la Croazia sarà ancora uno dei posti più economici dove andare in vacanza.

Il frastagliato litorale croato, lungo oltre 5000 km senza contare isole e isolette, offre un mare ancora molto pulito, fondali trasparenti e vegetazione mediterranea che si spinge fino a riva. Qui l’intera giornata si passa al mare, le spiagge sono quasi tutte libere quindi la maggior parte dei turisti sceglie il soggiorno fai da te, in appartamento presso i locali.
Vacanze in Croazia
Il risparmio è notevole, soprattutto per una vacanza in famiglia o con un gruppo di amici, ma non è tutto qui. L’appartamento ti regala spazio, comodità e quella libertà di muoverti e di organizzarti la giornata che nessun albergo o pensione può garantire.
Il modo più semplice per affittare un appartamento è quello di contattare direttamente il proprietario via mail e sperare che parli italiano o almeno un po’ di inglese, il che è abbastanza probabile. Partire senza prenotazione e cercare posto una volta arrivati è ancora una soluzione possibile, ma solo in bassa stagione.

Chi invece vuole andare sul sicuro e cerca una casa vacanza di qualità, ben arredata e dotata di tutto il necessario (lenzuola, stoviglie, frigorifero, TV, internet, ecc) può sfogliare il catalogo on line di House Trip, il sito che incrocia le richieste dei vacanzieri con le offerte dei proprietari di casa garantendo un sistema di pagamento sicuro. E per orientarsi nel vasto elenco di appartamenti in affitto ci sono le recensioni di chi ci è già stato.

Promozione SNAV: catamarani per la Croazia e aliscafi per le Eolie scontati del 15%

Buone notizie per chi ha scelto le isole Eolie, le Pontine o la Croazia per le prossime vacanze: prenotando con SNAV fino al 20 giugno 2011 si usufruisce di uno sconto del 15% sulle tariffe di catamarani veloci e aliscafi.

Le destinazioni croate servite da SNAV sono Ancona-Spalato e Pescara-Hvar-Spalato, quest’ultima operativa dal 23 luglio ma prenotabile fin d’ora.
Per beneficiare della promozione basta collegarsi al sito web della compagnia di navigazionewww.snav.it e selezionare, nel pannello di prenotazione in alto a sinistra, porto di partenza e di destinazione, data del viaggio, numero di passeggeri ed eventualmente auto al seguito.

Nella prima schermata apparirà il calendario delle partenze vicine alla data scelta, con le tariffe indicate a fianco; se avete un minimo di flessibilità, il prezzo migliore è segnalato in rosso, basta un colpo d’occhio per vedere in quali giorni è più conveniente partire.
Una volta selezionata la data si passa alla seconda schermata, quella che consente di scegliere la sistemazione. A bordo dei catamarani veloci SNAV diretti in Croazia l’unica sistemazione possibile è la poltrona, d’altronde la traversata dura 4-5 ore. Nella stessa schermata dovranno essere indicati la tipologia del veicolo, eventuali animali domestici al seguito o bagagli extra. A destra, nel riepilogo della prenotazione, è indicata la tariffa totale.
Passando alla terza schermata, attenzione a non mancare il passaggio più importante, quello che consente di usufruire dello sconto. A seconda della tratta si possono prenotare diversi servizi aggiuntivi, che vanno dal pasto al self service, al bus per raggiungere il porto di partenza, alla polizza di annullamento viaggi.
Solo in fondo alla pagina trovate la voce “Convenzioni”: selezionate dal menu a tendina PROMO LIKER, inserite il codice LKR612 e cliccate su aggiorna per vedere applicato nel riepilogo prenotazione lo sconto del 15% sulla vostra tariffa.
A questo punto potete proseguire e procedere con l’acquisto del biglietto.

Oltre ai catamarani veloci per la Croazia, la promozione SNAV è valida per gli aliscafi diretti a Ponza e in una qualsiasi isola dell’arcipelago delle Eolie (Lipari, Salina, Stromboli, Panarea e Vulcano).

Se cercate una destinazione in Croazia per le prossime vacanze vi consigliamo l’Isola di Rab.

Vacanze in Croazia

In Croazia senza l’auto e con lo sconto

L’azzurro intenso del mare e le fitte pinete della penisola istriana sono più vicine. Niente più lunghe code ai caselli o alla frontiera: chi vuole lasciare a casa l’auto e godersi il relax della vacanza già dal primo giorno, può approfittare della formula treno + nave.
Grazie all’accordo siglato tra Trenitalia e Venezia Lines i passeggeri del Frecciargento e del Frecciabianca hanno diritto ad uno sconto del 25% sui biglietti dei catamarani veloci in partenza da Venezia per Lussino, Parenzo, Pola, Rabac e Rovigno.

Ecco qualche esempio. Da Roma con Frecciargento, il treno ad alta velocità con prese di corrente al posto, poltrone spaziose e reclinabili e tutte le comodità, si arriva a Venezia in appena 3 ore e 30 minuti. Da qui, con i catamarani veloci di Venezia Lines, ci vogliono circa 3 ore per Rovigno (Rovinj) o per Pola (Pula), qualcosa di meno di meno per Parenzo (Porec) e 4 ore e mezzo per sbarcare nella bella isola di Lussino, nel mezzo del golfo del Quarnaro.

Invece partendo con il Frecciabianca da Torino, Milano o Brescia ci si mettono, rispettivamente, 4 ore e 30 minuti, 2 ore e 30 minuti oppure 1 ora e 40 minuti per arrivare a Venezia e saltare sul catamarano diretto in Croazia.
Lo sconto del 25% sul prezzo del catamarano è valido per tutti i passeggeri dei treni Frecciargento o Frecciabianca destinazione Venezia, purché il viaggio in treno sia effettuato al massimo 3 giorni prima della partenza in catamarano; la riduzione quindi si applica anche nel caso si decida di passare un paio di giorni a Venezia. Al momento della prenotazione del catamarano, i clienti Trenitalia dovranno indicare il numero del PNR del biglietto ferroviario e il codice codice Coupon ESTREN25; all’imbarco, è necessario tuttavia esibire il biglietto ferroviario.

Le coste dell’Istria offrono deliziose spiaggette ghiaiose, ombreggiate dai pini che arrivano fin sul mare, e borghi dalle tinte calde che si affacciano su romantici porticcioli e invitano a lunghe passeggiate. Rovigno è un piccolo gioiello veneziano, un groviglio di vicoli, piazzette e cortili, quasi interamente circondato dal mare. Pola vanta tremila anni di storia e grandiosi monumenti lasciati dai romani, primo fra tutti il suo famoso anfiteatro; è il centro urbano più grande della regione, ma basta allontanarsi di pochi chilometri, verso la penisola di Premantura, per trovare spiagge selvagge e angoli di mare incontaminato.
La piccola isola di Lussino, collegata a Cherso da uno stretto ponte, ha un fascino irresistibile, con una costa prodiga di baie naturali dove stendersi al sole, il mare cristallino e il suo porto sonnacchioso, Lussingrande, che di sera si trasforma in un unico grande locale all’aperto.
Difficile sentire la mancanza dell’auto, ma se proprio non riuscite a farne a meno, potete sempre imbarcarvi sui traghetti in partenza da Ancona che vi porteranno a Zara, ottimo punto di partenza per visitare le belle isole di Pago e Rab.

Vacanze in Croazia

In crociera senza veli

Stanchi della solita crociera? O piuttosto non sapete cosa mettere in valigia e vi state chiedendo quale sia l’abbigliamento giusto per ogni occasione?
Don’t panic! Dal prossimo agosto niente più indecisioni su cosa indossare: un tour operator londinese ha lanciato la prima crociera per nudisti in Adriatico.
Come destinazione non potevano scegliere meglio: la Croazia, uno dei paesi con una storica e solida tradizione al naturismo.
La singolare crociera partirà il 27 agosto e per un costo intorno alle 500 sterline (circa 570€) condurrà un allegra ma intima brigata (una ventina di persone) verso i porti di Rab, Zara, Molat, Olib, Lussimpiccolo e Cherso; la nave dispone di un bar, un ponte spazioso e un piccolo ristorante, che servirà piatti della cucina tradizionale croata.
Secondo il tour operator, la crociera per nudisti dovrebbe riscuotere grande successo tra i turisti europei, ma soprattutto tra i tedeschi, che da sempre popolano le spiagge naturiste della Croazia. In Germania il nudismo si è diffuso alla fine dell’ottocento.
Il problema del vestito più adatto per la sera comunque rimane; i passeggeri potranno spogliarsi per nuotare e prendere il sole, ma dovranno vestirsi a cena.

Se cercate una destinazione in Croazia per le prossime vacanze vi consigliamo l’Isola di Rab.

Vacanze in Croazia

Croazia: le spiagge naturiste dell’isola di Rab

L’isola di Rab si trova in Croazia e precisamente nella regione del Quarnaro, a circa 180 km dal confine italiano. Si raggiunge dalla terraferma con un traghetto che parte da Jablanac e arriva, dopo una quindicina di minuti, nel porticciolo di Misniak.
Rab ha una superficie di poco meno di 100 km quadrati e non ci vuole molto tempo per attraversarla tutta in auto. Sbarcati dal traghetto, si attraversa per qualche chilometro una zona di rocce spoglie, coperte qua e là da macchie di erbe selvatiche profumate. Proseguendo sulla strada asfaltata e oltrepassati un paio di centri abitati, si arriva dopo una quindicina di chilometri alla cittadina di Rab, il centro dell’isola. Da qui, passando attraverso la pianura interna di Mundanje si giunge a Supetarka Draga, una bella baia dove è presente un attrezzato marina. Ancora pochi chilometri e si arriva all’altra estremità dell’isola, il porto di Lopar e la zona di San Marino che è in assoluto l’area a maggior concentrazione turistica. A San Marino c’è una lunga e ampia spiaggia di sabbia fine, molto rara in Croazia.

Proclamata stazione balneare e di cura già nel 1889, Rab ha una vocazione turistica antica. Ed è stata una delle prime località al mondo ad ufficializzare la pratica del naturismo: una tradizione che risale ufficialmente all’agosto del 1936, quando le autorità del paese autorizzarono il Re inglese Eduardo VIII a praticare il naturismo nella baia di Kandarola. Tuttavia, anche se la nascita del naturismo a Rab viene fatta coincidere con questa data, ci sono fonti che parlano delle prime spiagge naturiste fin dall’inizio del 900.
Oggi sull’isola ci sono almeno quattro spiagge dichiarate naturiste, segnalate con la sigla FKK (dal tedesco Frei Körper Kultur, cultura del corpo libero). Di queste, tre si trovano nella penisola di Lopar (Ciganga, Sahara e Stolac), la quarta, Kandarola, è invece nell’area di Suha Punta.
Il naturismo è comunque praticato in molte altre spiagge e calette di Rab, soprattutto a Pudarica.

Ciganka
E’ una spiaggia a cui si accede facilmente anche in auto, percorrendo una stradina asfaltata che si prende nei pressi del ristorante Madonna, vicino al porto di Lopar. La spiaggia naturista FKK Ciganka | © WayPoint
Dopo un chilometro si trovano i cartelli che indicano le diverse spiagge dell’area: dovete girare a sinistra, prendere una strada bianca, che in alcuni tratti è piuttosto dissestata, e proseguire fino a trovare un cartello con l’indicazione Ciganka FKK allowed. Qui si lascia l’auto e si prende un sentiero, che in pochi minuti porta alla spiaggia. Oltre alla parte centrale, ampia e sabbiosa, ci si può sistemare in diverse altre piccole insenature e calette facilmente accessibili. La spiaggia di Ciganga è dichiarata FKK ma è frequentata anche da molti bagnanti tessili.

Sahara
Per arrivare alla spiaggia Sahara si parte dalla stessa stradina che porta a Ciganga, proseguendo però sulla strada asfaltata fino ad arrivare in cima alla collina nei pressi di un gruppo di case.La spiaggia naturista FKK Sahara
Qui si parcheggia e si prosegue a piedi per circa venti minuti lungo un sentiero ombreggiato, che negli ultimi 500 metri diventa abbastanza scosceso. La spiaggia è sabbiosa e molto ampia, a forma semicircolare e con un fondale che digrada lentamente. La spiaggia è molto conosciuta tra i naturisti ma come Ciganga è frequentata anche da bagnanti tessili, soprattutto tra luglio e agosto.

Stolac
Si raggiunge facilmente in auto con una strada che parte dalla zona degli alberghi di San Marino; terminata la strada, si prosegue a piedi percorrendo un facile sentiero che porta alla spiaggia in pochi minuti.
In alternativa ci si può arrivare con un taxi boat, partendo da San Marino. .La spiaggia naturista FKK Stolac
A Stolac ci sono due baie principali ed alcune calette nascoste tra gli scogli; di fronte c’è un isolotto raggiungibile anche camminando nell’acqua, bassa e trasparente. La presenza di bagnanti tessili è piuttosto limitata anche nell’alta stagione.

Kandarola
Prendete la strada che porta agli alberghi di Suha Punta. All’incrocio con la strada che attraversa la penisola di Kalifront, c’è un parcheggio dove si lascia l’auto (15 kune); da qui si prosegue a piedi su una stradina bianca, tutta in pianura, lunga circa 1,4 km.La spiaggia naturista FKK Kandarola
Kandalora è l’unica spiaggia FKK attrezzata di Rab, dotata di lettini e docce, perciò si pagano 10 kune a persona per l’ingresso. La costa è tutta rocciosa; ci si può sistemare sugli scogli o sulle spianate sotto gli alberi che arrivano fino al mare. Solo nella baia principale, molto bella, c’è una spiaggia di ciottoli. La presenza di bagnati tessili è praticamente nulla.

Pudarica
Pur non essendo una spiaggia FKK ufficiale è molto frequentata dai naturisti. Si trova tra il porticciolo di Pudarica e l’abitato di Barbat ed è formata da piccole insenature sabbiose.
La spiaggia naturista FKK Pudarica
Per raggiungerla si parcheggia sulla strada principale e si prosegue a piedi prendendo uno dei sentieri che in pochi minuti portano al mare.

Per altre informazioni ed offerte di viaggio: Isola di Rab