RSS Feed for GreciaGrecia

Le migliori offerte crociere. Un solo obbligo: divertirsi e rilassarsi

Indecisi dove andare a settembre? State forse pensando a una settimana di vacanza nella prima metà di ottobre? Chi non si è mosso in piena estate, vuoi per impegni di lavoro, vuoi soprattutto per i prezzi proibitivi da altissima stagione, ha diverse opportunità proprio a partire dai prossimi giorni.
Siamo andati a dare un’occhiata ai principali siti di prenotazione e ci sono sembrate interessanti le ultime proposte  delle maggiori agenzie di viaggi online. E siccome da qualche anno la crociera è la vacanza più ambita dagli italiani, abbiamo pensato bene di spulciare le migliori offerte ed ecco i risultati.

Costa PacificaCosta Pacifica parte da Savona e naviga 11 giorni in Mediterraneo, facendo davvero un bel giro: il primo porto è in Grecia, Katakolon dove si potrà visitare il magico sito archeologico di Olimpia, poi Ashdod e Haifa (Israele), Smirne (Turchia), Atene e in ultimo Civitavecchia, prima di rientrare a Savona. Partenza 12 settembre, rientro 22 settembre, prezzi a partire da 490 euro a persona in cabina interna, oppure 590 euro in cabina esterna. Ragazzi gratis.

MSC SplendidaMSC Splendida parte da Napoli e tocca Palermo, Tunisi, Palma di Maiorca, la splendida Barcellona (dove si ferma per l’intera giornata), Marsiglia e Genova. La nave, una delle più moderne ed eleganti della flotta MSC, offre un servizio a 5 stelle, un livello di comfort superiore alla media e tante occasioni per divertirsi, fare amicizia e praticare sport, pensiamo solo alle 4 piscine, al campo da squash o al simulatore di Formula 1. Nel mese di settembre, prezzi a partire da 690 euro a persona per una crociera di 9 giorni/8 notti. E i ragazzi viaggiano gratis. In ottobre, le tariffe scendono e si può scegliere la stessa crociera a prezzi che partono da 485 euro.

MSC FantasiaCon MSC Fantasia, altra nave a 5 stelle, la crociera inizia a Roma Civitavecchia per proseguire con Genova, Marsiglia, Barcellona, Tunisi, Malta e Messina. Nel mese di settembre i prezzi partono da 590 euro a persona per la cabina interna e 690 euro per la cabina esterna. Anche in questo caso, i ragazzi viaggiano gratis.

Comfort garantito anche sulla Norwegian Jade, lussuosa nave della Norwegian Cruise Line che porta i suoi ospiti tra le più belle isole greche, come Corfù, Santorini e Mikonos, per fare poi scalo a Katakolon, il porto di Olimpia.
Norwegian JadeA bordo 12 ristoranti e 13 bar, ma non solo. Un altissimo livello di servizi, organizzazione perfetta, personale capace e sempre disponibile caratterizza questa crociera, che offre tra l’altro la formula freestyle, per regalarsi la massima libertà da vincoli e orari tipici dei viaggi in crociera.
In ottobre, invece, la Norwegian Jade condurrà i suoi ospiti da Venezia a Capodistria, poi Spalato e Dubrovnik, gioielli storici della costa croata. Dopo, passando per Messina, entrerà nel Tirreno per fare scalo a Napoli e a Civitavecchia. Si torna a Venezia in aereo. Il solo obbligo? Godersi la vacanza.

A caccia delle spiagge più belle di Creta

Creta, la quinta isola del Mediterraneo per estensione, conta 600.000 abitanti; ma durante la stagione estiva viene invasa da due milioni e mezzo di turisti, in cerca di sole e mare.  E’ inevitabile che un tale afflusso faccia sbiadire il fascino della vita cretese e l’austera bellezza dell’antica patria di Minosse.

Creta non è più quel paradiso selvaggio che negli anni settanta attirava comunità di giovani hippy e viaggiatori “on the road”, che avevano eletto a rifugio le lunghe strisce di sabbia dorata e i borghi, abitati a quel tempo solo da pescatori; la spiaggia di Matala, tanto per citare un esempio, si è data anima e corpo al turismo e si è trasformata in una delle località più frequentate. E anche i prezzi, poco per volta, si stanno avvicinando a quelli degli altri paesi europei.

I nemici della pazza folla,  costretti a partire in estate, hanno però ancora qualche chance di trovare l’anima più autentica di Creta. Parola d’ordine: skippare Réthymno e Chaniá e i loro sobborghi cementificati, lasciando questi luoghi ai sostenitori delle vacanze all inclusive, e svicolare dalle vie principali per guadagnarsi in barca, in auto, o con lunghe camminate sui sentieri sassosi, tra gli ulivi e le cicale, quel mare puro per un bagno in santa pace anche in pieno agosto.

Mappa alla mano e, possibilmente con un mezzo di trasporto proprio, puntate diretti verso le estremità dell’isola. Se andate verso ovest, partite all’esplorazione della baia di Kissamos, chiusa tra le penisole di Rodopòs e Gramvoúsa. Sul versante est del promontorio di Rodopòs trovate Ménies, una baia protetta con una spiaggia ghiaiosa e un mare verde azzurro; si raggiunge con un tratturo di 20 km  che si prende dal paese di Rodopòs, oppure in barca partendo da Kolimbari.

All’estremità dell’aspra penisola di Gramvoúsa c’è invece Balos, un’autentica chicca: e’ una spiaggia dall’aspetto quasi caraibico, con acqua bassa e così turchese da sembrare una laguna. Si arriva con una stradina sterrata da Kissamos (10km, ma si può andare anche in auto) e si fa poi un piccolo tratto a piedi, in discesa. In alternativa, si raggiunge in barca, sempre partendo da Kissamos;  di solito il giro comprende anche una sosta all’isolotto di Gramvoúsa.

Sulla costa sud orientale, la meta d’obbligo è Elafonissi, bellissima ma sempre piena di gente e di ombrelloni;  invece a pochi chilometri di distanza, in direzione di Palaiochòra, c’è Krios, una distesa di ghiaia fine, quasi sempre deserta. C’è un piccolo capanno dove si può prendere da bere e mangiare qualcosa.

All’uscita delle famose gole di Samaria, un canyon lungo 16 km preso d’assalto in piena estate ma eccezionale in bassa stagione, c’è il piccolo borgo di Agia Rouméli; non vi fermate sulla spiaggia di sabbia grigia,  piena di bagnanti che si fermano per fare un tuffo dopo l’estenuante camminata nelle gole. Andate invece oltre l’eliporto, fino ad arrivare ad una seconda spiaggia, nascosta tra gli scogli e affacciata sul blu del mar libico.

Ad est di Agia Rouméli, fate una sosta  nella bella spiaggia di Agios Pavlos, sorvegliata dall’omonima cappella del X secolo e protetta dai Monti Bianchi, che scendono quasi a picco sul mare. Poco oltre il villaggio si estende una serie di lunghe spiagge semideserte, la più conosciuta delle quali è Triopetra; tranne nella sua parte orientale, dove ci sono piccoli ristoranti e qualche hotel, il resto dell’arenile è quieto e appartato.

La caccia all’ultima spiaggia,  ignorata dal turismo e ancora risparmiata dal cemento,  si conclude all’estremità orientale di Creta, su una piana costiera coperta di ulivi ai piedi di bassi rilievi: XéroKampos, 10 km a sud di Zakros, è il borgo con taverne, stanze e appartamenti dove fare base. Per guadagnarsi le spiagge selvagge di questo tratto di costa bisogna fare qualche sforzo, ma di certo lo spazio non manca e la tranquillità è assicurata, anche a ferragosto.