RSS Feed for SpagnaSpagna

Costa Crociere firma un accordo con Vueling e rinnova quello con Iberia

Costa Crociere ha annunciato di aver sottoscritto un accordo strategico internazionale con Vueling, che garantirà un ulteriore miglioramento dei servizi offerti ai suoi ospiti, grazie all’ampia offerta di voli di cui la compagnia aerea dispone da Barcellona, in quanto principale operatore dell’aeroporto El Prat. Di Jean Housen - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=33137578

Contestualmente Costa Crociere ha confermato il rinnovo del suo accordo triennale con Iberia. La collaborazione con Vueling consentirà ai passeggeri Costa provenienti dalla Spagna di raggiungere, passando per l’aeroporto di Barcelona-El Prat, i principali porti di imbarco delle navi Costa in Europa. Vueling metterà infatti a loro disposizione tutti i voli via Barcelona diretti  a Copenaghen, Bari, Amsterdam, Amburgo e Stoccolma. In aggiunta proporrà anche la rotta Parigi-Copenaghen. Inoltre, la collaborazione consentirà agli ospiti Costa provenienti dagli altri paesi europei di raggiungere Barcellona, uno dei principali porti di imbarco della compagnia italiana, per iniziare la loro crociera, grazie ai collegamenti aerei da Roma, Napoli, Palermo, Amsterdam, Monaco e Bruxelles. Per la stagione invernale 2016-2017, Vueling propone già collegamenti dalla penisola iberica e  isole Canarie, con servizio navetta da El Prat al terminal crociere di Barcellona.

Secondo David García Blancas, Direttore Commerciale di Vueling: “Questo nuovo importante accordo con Costa si propone di offrire alle agenzie di viaggio e a Costa Crociere una vasta gamma di opportunità, che si traducono in un servizio al cliente ancora più efficente, agevole e comodo”.

By FlightReal (Flickr: Airbus A320 Vueling) [CC BY 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons

Con questa partnership, che avrà durata triennale – dal 2017 al 2019 – Vueling metterà a disposizione dei passeggeri Costa 20.000 posti volo all’anno, per un totale di 60.000 posti nell’intero periodo. Per assicurare una migliore esperienza di viaggio, entrambi gli operatori offriranno ai clienti un’area check-in dedicata presso l’aeroporto di Barcellona-El Prat.

 

Accordo tra Costa Crociere e Iberia

Iberia e Costa Crociere hanno prolungato di un anno, sino al 2019, il loro attuale accordo di collaborazione triennale (2016-2018), con un’aggiunta di 45.000 posti su voli charter per il 2019, che porterà a 175.000 l’offerta complessiva di posti disponibili.

Victor Moneo, Direttore Vendite Spagna di Iberia, ha commentato: “Siamo lieti di rinnovare la nostra partnership strategica con Costa Crociere, una compagnia con la quale collaboriamo dal 2014, con ottimi risultati. Questa collaborazione permette ai clienti di raggiungere i porti di imbarco delle crociere da tutte le destinazioni comprese nel network di Iberia, 125 in tutto il mondo. Inoltre, grazie al lavoro congiunto con Iberia Airport Services, i clienti hanno la possibilità di effettuare il check-in dei propri bagagli in aeroporto e di ritrovarli direttamente nella cabina della nave. Il nostro obiettivo è quello di offrire la migliore esperienza di viaggio possibile. “

By Bene Riobó (Own work) [CC BY-SA 4.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], via Wikimedia Commons

Questa partnership permetterà di incrementare i collegamenti tra la Spagna, l’Europa e i vari porti di imbarco delle crociere Costa nel continente. In particolare, durante l’estate i passeggeri Costa potranno usufruire di collegamenti da Madrid per Trieste, Rostock, Stoccolma, Bari, Venezia, Copenhagen e Amsterdam.

Inoltre nell’accordo sono comprese diverse rotte da e per il Sud America, i Caraibi e gli Stati Uniti. Nell’estate del 2017 i passeggeri di Costa Crociere provenienti da Argentina, Cile, Brasile e Uruguay potranno raggiungere, passando per Madrid, i porti di imbarco europei delle crociere Costa. Allo stesso modo, durante l’inverno, gli Ospiti europei che prenoteranno una crociera in Sud America potranno volare con Iberia partendo comodamente dal proprio paese di origine per arrivare in tutti i principali aeroporti del Sud America, come quelli di Buenos Aires, San Paolo, Rio de Janeiro.

 

Gli accordi stretti con Vueling e Iberia nascono dalla volontà di Costa Crociere di offrire la migliore esperienza di crociera possibile, creando la rete di collegamenti aerei più efficiente del settore,  al fine di facilitare l’arrivo degli ospiti presso i porti di imbarco, in modo comodo e semplice.

Raffaele D’Ambrosio, Direttore Generale Spagna e Portogallo di Costa Crociere, ha commentato: “Siamo molto orgogliosi di presentare la nostra partnership con due aziende del settore turistico leader a livello internazionale. Con Vueling abbiamo firmato un primo accordo di tre anni, mentre con Iberia abbiamo rinnovato una collaborazione già di successo. Grazie a queste due iniziative, metteremo a disposizione dei nostri passeggeri più di 235.000 posti aerei fino al 2019, a conferma del nostro impegno per migliorare continuamente l’esperienza di viaggio e rendere ancora più accessibile il prodotto crociera ai nostri ospiti. Questo nuovo accordo rappresenta uno degli elementi principali della strategia di crescita a breve termine di Costa Crociere in Spagna e Portogallo “.

 

Comunicato stampa Costa Crociere / MSL Group – (Giovanni Fabbri)

 

 

Immacolata: mini ponte nelle capitali europee

Il calendario è stato avaro quest’anno, con l’Immacolata che cade di sabato dobbiamo accontentarci di un mini-ponte. C’è però chi non rinuncia al break prenatalizio e salta su un volo, possibilmente low cost. Le mete preferite?  Quelle di sempre, le grandi città europee illuminate a festa.

LONDRA

Una giornata tipo: mattinata di shopping al Fair Christmas Fayre, il mercatino di prodotti equo e solidali di Oxford Street, poi un giro sulla ruota panoramica gigante, la visita alla Torre di Londra e al Museo di Storia Naturale, che piacerà tanto anche ai bambini. Di fronte, in mezzo alle casette di legno che vendono cioccolata calda, c’è una pista di pattinaggio che vi aspetta, noleggiate i pattini e buttatevi nella mischia. Se preferite farvi immortalare con l’albero di Natale realizzato da Tiffany allora andate a fare skate nello splendido cortile della Somerset House. Serata al pub per una pinta e curry di pollo.

PARIGI

A Parigi il Natale è scintillio di luci, per le strade, sugli alberi, nelle vetrine, potresti passarci intere giornate in questa città soltanto passeggiando senza meta precisa. Da non perdere: un concerto di Natale alla Sainte Chapelle (ce n’è uno anche sabato 8 dicembre); andate prima per visitare questo capolavoro del gotico francese sull’Ile de la Cité, in mezzo alla Senna. Shopping gastronomico nei pressi di Les Halles tra le boutique dei formaggi e dei paté. Un pomeriggio al Musee d’Orsay, unico al mondo per chi ama l’impressionismo.

BARCELLONA

Barcellona va sempre a letto tardi, figuriamoci durante le feste. Dove preferite passare la serata? La scelta è ardua…
L’Hard Rock Cafè di Barcellona non puoi mancarlo, è quello con la grande facciata colorata a Plaza de Catalunya. All’interno i migliori brani storici di sempre e preziosi cimeli, tra cui la chitarra a 5 corde di Keith Richards.
Sembra di entrare in una foresta incantata come quella delle favole, infatti si chiama El Bosc de les Fades, ed è uno dei locali più intriganti di Barcellona. Un locale davvero curioso per un drink con gli amici o in coppia, buoni anche i piatti del buffet, prezzi più che abbordabili.
Il fine settimana è piena all’inverosimile, ma se avete voglia di una notte scatenata con i migliori dj del momento allora il posto giusto è Be Cool, di fianco all’Avenida Diagonal.

L’ostello si fa bello

Chi l’ha detto che l’ostello è adatto solo ai viaggiatori giovani con lo zaino in spalla? E chi l’ha detto che l’ostello è un posto squallido e sporco in cui si deve per forza di cose fare a meno del bagno privato?

All’estero l’ostello fa tendenza, da noi ancora no. Ma ci stiamo a poco a poco arrivando, soprattutto da quando sono nati gli ostelli di lusso. Un controsenso? No, perché per soddisfare le esigenze del turista attento al budget, di chi viaggia in famiglia o con gli amici era necessario inventarsi una formula di alloggio che fosse allo stesso tempo economica e confortevole.
Perciò ecco che nelle grandi capitali e lungo i principali itinerari turistici spuntano come funghi alloggi decisamente low cost ma pari, quanto a efficienza e qualità dei servizi, alle migliori strutture alberghiere. Qualche esempio?

A Stoccolma in pieno centro l’ostello di lusso si chiama Old Town Hostel; comodissimo, in quanto situato a soli 5 minuti a piedi dalla stazione centrale, elegante perché ricavato da un edificio del 17imo secolo, modernissimo visti gli interni di design e i servizi hi tech, tra cui la connessione wi-fi gratuita. Prezzi a partire da 23,6€ a persona.

Spostiamoci a Berlino. One80 Hostel Alexanderplatz non ha quasi bisogno di presentazioni: una bella struttura, in un bel quartiere, con bella gente. Dormitori e stanze private, prezzi a partire da 12€ a persona.

Barcellona. Avete presente il Paseo de Gracia, l’avenida con gli edifici firmati Gaudì e i negozi più chic? Ebbene è qui che si trova Casa Gracia Barcelona Central Hostel: piacevole e curatissimo nei dettagli, con una cucina ben equipaggiata, connessione wi-fi gratuita e postazione internet e ampi spazi in comune. Dispone di camere sia con bagno condiviso, sia con bagno privato; prezzi a partire da 26€ a persona.

Dormitori e accoglienti camere private anche al Palmers Lodge Swiss Cottage, che si trova in centro a Londra, Camden, Regents Park e West Hampstead, in un elegante edificio vittoriano recentemente ristrutturato. La colazione è compresa nel prezzo, cosa abbastanza rara per Londra. Prezzi da 18,73€ a persona.

Torniamo in Italia. A Roma va segnalato il Blue Hostel, che si trova alle spalle della basilica di Santa Maria Maggiore, quindi ad un solo isolato dalla Stazione Termini. E’ perfetto: stanze doppie con bagno privato, LCD TV, aria condizionata, connessione wifi, persino l’asciugacapelli. I prezzi partono da 45€ a persona. E’ vero che per un alloggio a Roma sono molto bassi, ma per un ostello, seppure all’avanguardia, ci voleva forse maggiore attenzione alle tariffe.

Estate in Spagna: hotel a prezzi speciali

Se pensate di passare le vostre vacanze estive in Spagna, c’è un’ offerta speciale per chi prenota, entro il 27 maggio, un soggiorno presso gli hotel della catena Ibis tra il 1 giugno e i 31 agosto.

Gli hotel Ibis appartengono al gruppo Accor, una grande catena internazionale che gestisce alberghi in ogni parte del mondo e che  si distingue per la capacità di soddisfare le possibilità di spesa di qualsiasi viaggiatore. Accor propone infatti diversi marchi di hotel a partire dagli ultra economici Formula 1 per arrivare ai lussuosi Sofitel a 5 stelle.

Gli Ibis si posizionano ad un livello medio di categoria ed offrono un eccellente rapporto tra qualità e prezzo. Le camere sono moderne, spaziose e tutte con un bagno ben attrezzato. Il bar per uno spuntino o una bevanda è aperto 24 ore al giorno e i ristoranti propongono cibo di qualità a prezzi accettabili.

Nel 2004, inoltre, Ibis è diventata la prima catena al mondo ad ottenere la severa certificazione ambientale ISO 14001;  attualmente ci sono  480 hotel Ibis in 18 paesi del mondo già certificati mentre continua l’impegno per la riduzione dei consumi idrici ed elettrici, per l’uso di fonti rinnovabili e della raccolta differenziata dei rifiuti e per sensibilizzare personale, fornitori e clienti alle problematiche ambientali.

Gli Ibis in Spagna  sono presenti in numerose città tra cui Barcellona, Cadice, Granada, Jerez de la Frontera, Malaga, Siviglia e, naturalmente, Madrid. Quest’estate, utilizzando l’offerta speciale Spagna, le camere costeranno solo 45€, 55€ o 65€ per notte, IVA inclusa.

Attenzione: questa tariffa è prenotabile solo sui siti ibishotel.com e accorhotels.com.

Trattamento Spa in omaggio con hotels.com

Prenota un soggiorno entro il 15 febbraio e ricevi un buono omaggio per un trattamento nella Spa dell’albergo: questa è la promozione benessere lanciata da hotels.com, leader nella prenotazione di hotel online. Potrebbe essere un’idea per regalare o regalarsi un San Valentino speciale, o per mettere in agenda un giorno o due di relax anche più in là, visto che il soggiorno si può effettuare fino al 31 marzo 2012.
La lista degli hotel aderenti all’iniziativa si trova alla pagina dedicata del sito e raccoglie un buon numero di possibili destinazioni, in Italia come in Europa o nel resto del mondo. Qualche esempio tra le offerte più interessanti:

Hotel Adler – Nova Levante
Un trattamento Spa gratuito prenotando entro il 15 febbraio. L’hotel si trova ad 1km dal lago di Carezza circondato dalle spettacolari Dolomiti del Catinaccio (Rosengarten) e del Latemar. Raccolto e delizioso ha solo 15 camere con balcone, un ristorante e una bella zona relax con sauna e bagno turco. Camera doppia a partire da 93€

Grand Hotel Savoia – Genova
Un 5 stelle di grande eleganza che dispone di una Spa con 3 vasche idromassaggio, sauna, bagno turco, centro benessere e solarium sul tetto. Ottima la posizione, nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria e poco lontano dall’Acquario e dai principali luoghi di interesse di Genova. Molto curato anche il servizio di ristorazione. Un trattamento Spa gratuito offerto a chi prenota entro il 15 febbraio. Camera doppia a partire da 100€

Hotel Palacio Estoril – Cascais, Portogallo
Un albergo dalla lunga tradizione, risalente al 1930, affacciato sulla baia di Cascais, a soli 20 minuti dal centro di Lisbona. Relax garantito e servizio impeccabile all’altezza della sua categoria (5 stelle). Dispone di piscina coperta e scoperta con acqua termale e di un centro benessere ispirato alla tradizione orientale. Prenotando entro il 15 febbraio 2012 si riceve in omaggio un buono da 25€ da spendere per qualsiasi trattamento nella Spa dell’hotel. Camera doppia a partire da 100€

Confortel Aqua 4 – Valencia, Spagna
Un hotel di design, piacevole e funzionale, ad appena un isolato dalla Città delle Arti e della Scienza e dall’Acquario, mete obbligate per chiunque visiti la bella città di Valencia. Il centro si raggiunge in 10 minuti con i mezzi pubblici. Spettacolare la piscina panoramica situata nell’area benessere. Trattamento Spa gratuito per le prenotazioni effettuate entro il 15 febbraio 2012. Camera doppia a partire da 65€

Le migliori offerte crociere. Un solo obbligo: divertirsi e rilassarsi

Indecisi dove andare a settembre? State forse pensando a una settimana di vacanza nella prima metà di ottobre? Chi non si è mosso in piena estate, vuoi per impegni di lavoro, vuoi soprattutto per i prezzi proibitivi da altissima stagione, ha diverse opportunità proprio a partire dai prossimi giorni.
Siamo andati a dare un’occhiata ai principali siti di prenotazione e ci sono sembrate interessanti le ultime proposte  delle maggiori agenzie di viaggi online. E siccome da qualche anno la crociera è la vacanza più ambita dagli italiani, abbiamo pensato bene di spulciare le migliori offerte ed ecco i risultati.

Costa PacificaCosta Pacifica parte da Savona e naviga 11 giorni in Mediterraneo, facendo davvero un bel giro: il primo porto è in Grecia, Katakolon dove si potrà visitare il magico sito archeologico di Olimpia, poi Ashdod e Haifa (Israele), Smirne (Turchia), Atene e in ultimo Civitavecchia, prima di rientrare a Savona. Partenza 12 settembre, rientro 22 settembre, prezzi a partire da 490 euro a persona in cabina interna, oppure 590 euro in cabina esterna. Ragazzi gratis.

MSC SplendidaMSC Splendida parte da Napoli e tocca Palermo, Tunisi, Palma di Maiorca, la splendida Barcellona (dove si ferma per l’intera giornata), Marsiglia e Genova. La nave, una delle più moderne ed eleganti della flotta MSC, offre un servizio a 5 stelle, un livello di comfort superiore alla media e tante occasioni per divertirsi, fare amicizia e praticare sport, pensiamo solo alle 4 piscine, al campo da squash o al simulatore di Formula 1. Nel mese di settembre, prezzi a partire da 690 euro a persona per una crociera di 9 giorni/8 notti. E i ragazzi viaggiano gratis. In ottobre, le tariffe scendono e si può scegliere la stessa crociera a prezzi che partono da 485 euro.

MSC FantasiaCon MSC Fantasia, altra nave a 5 stelle, la crociera inizia a Roma Civitavecchia per proseguire con Genova, Marsiglia, Barcellona, Tunisi, Malta e Messina. Nel mese di settembre i prezzi partono da 590 euro a persona per la cabina interna e 690 euro per la cabina esterna. Anche in questo caso, i ragazzi viaggiano gratis.

Comfort garantito anche sulla Norwegian Jade, lussuosa nave della Norwegian Cruise Line che porta i suoi ospiti tra le più belle isole greche, come Corfù, Santorini e Mikonos, per fare poi scalo a Katakolon, il porto di Olimpia.
Norwegian JadeA bordo 12 ristoranti e 13 bar, ma non solo. Un altissimo livello di servizi, organizzazione perfetta, personale capace e sempre disponibile caratterizza questa crociera, che offre tra l’altro la formula freestyle, per regalarsi la massima libertà da vincoli e orari tipici dei viaggi in crociera.
In ottobre, invece, la Norwegian Jade condurrà i suoi ospiti da Venezia a Capodistria, poi Spalato e Dubrovnik, gioielli storici della costa croata. Dopo, passando per Messina, entrerà nel Tirreno per fare scalo a Napoli e a Civitavecchia. Si torna a Venezia in aereo. Il solo obbligo? Godersi la vacanza.

Valencia moderna ma non troppo

Non ho mai visto tanta gente. Non ho mai visto caffè così affollati. C’era movimento giorno e notte. Era il 1939 quando Hemingway scriveva di Valencia nella sua stanza dell’hotel Ingles. Certo le atmosfere sono molto cambiate da allora ma, quanto a movida, questa caotica e gioiosa città del sud della Spagna non ha nulla da invidiare a Barcellona.

Patria della paella, quella fatta solo di carne, simbolo della vela, da quando ha ospitato l’America’s Cup e con l’occasione si è rifatta il look, sospesa tra futuro e passato, Valencia è una città passionale e appassionante, di quelle che non lasciano indifferenti.
Il vetro e l’acciaio bianco delle strutture d’avanguardia di Calatrava e le ardite architetture dell’Hemisferic convivono con le facciate barocche di Plaza del Ayuntamento e con i vicoli tortuosi del barrio del Carmen. Un quartiere che nel corso della sua storia millenaria ha vissuto diverse vite e che, grazie a restauri eccellenti, è diventato oggi uno dei luoghi più frequentati della città: di giorno per lo shopping, di sera per i bar de copas, dove si tira tardi a bere e ad ascoltare musica.

Valencia non è solo movida e svago notturno, è anche vitalità culturale, è sede di rappresentazioni permanenti, come il Museo de bellas artes, una ricca pinacoteca nella quale spiccano i capolavori di Goya e Bosh, o gli allestimenti dell’Ivan (Instituto valenciano de arte moderna) che offrono una panoramica del XX secolo spagnolo da Picasso a Tapiés.

Immancabile una visita ai Jardines del Turia, un enorme giardino pubblico realizzato nel letto vuoto del fiume Turia, che periodicamente inondava la città e che fu prosciugato nel 1957. Ma invece di costruirci sopra palazzi o trasformarlo in parcheggi, gli urbanisti decisero di lasciare questo spazio, lungo diversi chilometri, ad area verde, un polmone a pochi passi dal centro storico: all’interno ci sono piste ciclabili, laghetti e fontane, attrazioni per bambini.

Il Jardin sfocia, senza soluzione di continuità, nel corrispettivo valenciano de La Villette di Parigi: la Città delle Arti e delle Scienze, un complesso ludico-culturale costituito da quattro strutture principali. Uno di questi è il Parque Oceanografico che con le sue 45 mila creature marine è il più grande acquario d’Europa. Immense vasche indipendenti collegate da tunnel subacquei consentono di fare un viaggio a 360 gradi tra le specie acquatiche dei cinque continenti.

Ai tempi in cui Hemingway scriveva Per chi suona la campana Valencia non aveva ancora scoperto la sua anima modernista e dell’hotel dove il grande scrittore soggiornava è rimasta solo la facciata; ma il cuore antico della città continua a pulsare come allora.

Come muoversi a Valencia
La città si gira comodamente con i mezzi pubblici; utile per muoversi anche la bicicletta, l’ideale per percorrere senza fretta i 9 km del Jardin: il servizio pubblico Valenbisi mette a disposizione 2.500 biciclette, distribuite in 275 punti della città aperti 24 ore su 24.

Alloggiare a Valencia
Expedia offre la scelta tra un centinaio di hotel e a partire da 35 euro a notte

La Spagna celtica del nord

La chiamano Spagna Verde: siamo nel nord della penisola iberica, in quel territorio formato da Galizia, Asturie, Cantabria e Paesi Baschi, regioni che seducono l’anima. Lontane anni luce dalla folla chiassosa della Costa del Sol, le lunghe spiagge della Spagna settentrionale, battute dalle possenti onde dell’Atlantico, si prestano al surf, alle passeggiate e al relax sotto un sole mai troppo cocente, un po’ meno ai bagni in mare. L’acqua è freddina, ma con un po’ di coraggio si può anche affrontare.

Andando da est verso ovest, Paesi Baschi, Cantabria, Asturie e Galizia formano una verdissima cerniera intrappolata tra il Golfo di Biscaglia e una catena di montagne con picchi di 2.000 metri ed oltre.

La costa alta e frastagliata della Cantabria ricorda i paesaggi della Scozia, a volte uno scorcio di Cornovaglia: nell’aria limpida che sa di mare, bianchi fari sorvegliano dall’alto dei promontori le navi da carico che incrociano al largo e le spiagge che appaiono e scompaiono al ritmo delle maree.
Se la costa ha una spiccata vocazione marinara e vacanziera, l’entroterra è disegnato da vie poco battute, punteggiate di piccoli villaggi incastonati nelle valli; in queste regioni si trovano decine di grotte che conservano pitture rupestri risalenti a 20.000 anni fa. Famose quelle di Altamira, che si trovano ad una trentina di chilometri da Santander, definite la “Cappella Sistina dell’arte quaternaria” e dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Le grotte di Altamira sono attualmente chiuse al pubblico, ma chi vuole intraprendere un commovente viaggio nella preistoria non avrà difficoltà a trovare tracce dei nostri antenati e delle loro incisioni tanto in Cantabria quanto nelle Asturie: da non perdere la Grotta di Tito Bustillo (Ribadesella) e le grotte di La Lluera a San Juan de Priorio (Oviedo), recentemente aperte al pubblico. La maggiore parte delle grotte è facilmente accessibile, sia in auto che con i mezzi pubblici che raggiungono i comuni dove si trovano i principali siti archeologici.

Dolmen, menhir e castra raccontano la storia di un popolo tuttora circondato da un’aura di leggenda: l’eredità lasciata dai celti, che in queste regioni stabilirono i loro primi insediamenti, è un’altra delle suggestive attrazioni nella Spagna settentrionale; alcuni insediamenti galiziani e asturiani si trovano nei pressi della costa in magnifica posizione sui picchi elevati, dall’alto dei quali si gode di vedute mozzafiato.

La gastronomia è l’ulteriore attrattiva di queste regioni: il mar cantabrico fornisce le materie prime per la preparazione di piatti di pesce e frutti di mare, che ottengono continui riconoscimenti internazionali. Assaporare la cucina gallega è un’esperienza che da sola meriterebbe una viaggio in questi luoghi; ma non dimenticate di visitare una sidreria, dove si può gustare la bevanda alcolica tradizionale, ottenuta dalla fermentazione delle mele. Il sidro si accompagna benissimo a un tagliere di formaggi locali e alle deliziose tortillas di uova e patate.

Per prenotare un hotel nelle Asturie o in Cantabria

Canarie da intenditori: La Gomera

Dici Canarie e subito pensi a Tenerife, Lanzarote o Fuerteventura. Quasi nessuno invece parla di La Gomera, un’isola rocciosa e rotonda, con un diametro di appena 25 km, che custodisce gelosamente i suoi paesaggi, tutti straordinari, e le sue antiche e ben radicate usanze.
Niente voli charter, nessun grande villaggio, qui ci sono piccoli hotel, appartamentini e parador di charme, più familiari e accoglienti rispetto ai mega resort delle frequentatissime isole sorelle. Una vacanza a La Gomera è un’immersione totale nella natura, da intenditori, per scoprire un piccolo paradiso alla portata di tutti, e oltretutto così vicino all’Europa.

La natura vulcanica e un clima invidiabile, di eterna primavera, è tutto ciò che La Gomera ha in comune con il resto dell’arcipelago; per il resto si tratta di un mondo a parte.

la Gomera - Bosque de el Cedro - courtesy of PromoTur CanariasIl tesoro forse più prezioso è un antichissimo bosco di lauri sempreverdi, una vera rarità botanica, in quanto unico esempio rimasto di una certa estensione delle foreste subtropicali, che in epoca pre-glaciale coprivano le terre del nord atlantico, dalle Azzorre, a Madeira, alle Canarie. La laurisilva della Gomera costituisce il cuore del Parco nazionale Garajonay, dichiarato patrimonio naturale dell’Unesco, ed è un luogo privilegiato per un’escursione in un paesaggio straordinario, fatto di alberi nodosi, alti fino a 40 metri. Camminando si arriva al punto più alto dell’isola, il Garajonay, in cima al quale si viene ricompensati da una vista mozzafiato, che spazia sull’arcipelago e abbraccia Tenerife, La Palma, Gran Canaria e la piccola El Hierro.
Tra queste montagne si custodisce ancora un singolare linguaggio basato sui fischi, tramandato dall’antico popolo dei Guanci, che abitava l’isola prima dell’arrivo degli spagnoli: a quei tempi non era semplice mandare messaggi da un punto all’altro dell’isola ma il silbo, la lingua fischiata, permetteva invece di comunicare, sfruttando gli echi tra le vallate. E per far sì che questo retaggio unico non andasse perso, il governo canario ha istituto corsi facoltativi di silbo gomero nelle scuole elementari.

La Gomera - Los Organos - © Author: Rhaessner - http://de.wikipedia.org/wiki/Bild:Los_Organos.JPGUna della zone più belle per alloggiare è Valle Gran Rey, che si apre a conca sul mare protetta da alti versanti terrazzati: palme, piccoli bananeti, esotici giardini e deliziosi centri abitati dalle case bianche e viuzze lastricate regalano al paesaggio una bellezza unica. Impossibile poi non apprezzarne il fascino quando la luce del sole, che tramonta nel blu dell’Atlantico, tinge tutto di un caldo color arancio.
Quanto alle spiagge ce ne sono diverse, tutte di sabbia nera e circondate da spettacolari scogliere, che a volte formano piscine naturali ideali per bagnarsi. Playa de Alojera è forse una delle più suggestive.

Ma non è tutto. Nelle acque che circondano La Gomera si possono fare incontri emozionanti con balene e delfini; gli avvistamenti sono frequenti in ogni stagione dell’anno, ma il picco è in primavera, da marzo a giugno, quando il mare pullula di grandi cetacei. Con un po’ di fortuna si riesce a vedere anche la balenottera azzurra, che con i suoi venticinque e più metri di lunghezza è il più grande essere vivente al mondo. Il whale watching è un motivo in più per scegliere questo piccolo gioiello per una vacanza tutta natura e relax.

Info su:  Ufficio turismo La Gomera
Per alloggiare:  Hotel.info

Trasporto aereo: scioperi a raffica nei cieli spagnoli annunciati per Pasqua

Chi stava pensando alla Spagna per le prossime vacanze pasquali si tenga ben informato. I sindacati dei lavoratori aeroportuali spagnoli hanno annunciato una raffica di scioperi a partire dalla vigilia di Pasqua: il piano prevede ben ventidue giorni di astensione dal lavoro.
Il primo pacchetto è stato programmato per il 21, il 24 e il 25 aprile ma la protesta potrebbe continuare fino alla fine di luglio.

Lo sciopero, proclamato dai sindacati dell’ente aeroportuale nazionale Aena per protestare contro i piani di privatizzazione annunciati dal governo spagnolo, rischia di bloccare tutti gli aeroporti della Spagna, compresi quelli nelle isole Canarie, meta particolarmente apprezzata a Pasqua.
Qualora si unissero alla protesta anche i controllori di volo, il caos si estenderebbe a tutte quelle destinazioni raggiungibili attraverso lo spazio aereo spagnolo, come ad esempio Portogallo e Marocco.

Ryanair ha chiesto l’intervento del governo spagnolo e dell’Unione europea affinché si tenti ogni mezzo per scongiurare lo sciopero; la nota compagnia low cost si vedrebbe costretta a cancellare 300 voli durante il periodo pasquale, sconvolgendo i piani di 57.000 vacanzieri.

Con la crisi che ha colpito i paesi del Mediterraneo, la Spagna si candidava come una delle destinazioni top per l’esodo pasquale. Secondo le parti coinvolte ci sarebbe ancora spazio per una trattativa, ma se lo sciopero non sarà revocato milioni i passeggeri potrebbero rimanere a terra.