RSS Feed for SveziaSvezia

Buonanotte a bordo del Jumbo

Non vola il Jumbo 747 parcheggiato su una pista in disuso dell’aeroporto di Stoccolma. Ma c’è un viavai che non ti dico. Perchè l’apparecchio in questione, che nella sua vita precedente ha lavorato per Pan Am e Singapore Airlines, è stato trasformato in un hotel. D’accordo, l’idea non è tra le più originali, eppure ha avuto un successo straordinario. Qual è il segreto?

Jumbo Hotel - Hotels.com A premiare è la promessa di passare una serata in modo insolito ma in un posto che più comodo di così non si può: direttamente in aeroporto, con i terminal di Arlanda a 5 minuti di navetta gratuita. Oltre alla praticità della location, piace anche quell’ampio ventaglio di possibilità di alloggio, adatto ad ogni budget o quasi. Al Jumbo Stay trovi le suite e i posti letto in dormitorio, le camere con servizi privati e quelle più economiche col bagno in comune.
Forse le tariffe non sono il primo punto di forza, Suite - Hotels.comvisto che nella tipologia più bassa non si dorme a meno di 50 euro a notte, ma non stiamo lì troppo a guardare, con i prezzi di Stoccolma! E poi il servizio è di prima classe: aria condizionata, asciugacapelli, TV a schermo piatto, materassi a doppio strato, connessione Wi-fi gratuita e colazione a partire dalle 3 del mattino. La camera più cool? Quella nella cabina di pilotaggio, naturalmente.

Per chi ama gli aerei una serata al Jumbo Stay è puro divertimento. L’hotel è aperto ai visitatori anche solo per un giretto e un caffè nella modernissima sala creata sul ponte superiore. Il Jumbo Stay è stato aperto nel 2009 e da allora lavora a pieno ritmo.

Tra gli alberghi a tema, dedicati agli appassionati di aviazione, è impossibile non segnalare l’Hotel Honecker, nel piccolo aeroporto di Tegue, a est di Amsterdam. Si dorme in un’unica lussuosa suite per due con whirlpool, sauna e bar, ricavata all’interno di un Ilyushin Il-18 dell’ex Russia comunista. E ancora, ma qui siamo su un genere un po’ diverso, l’Hotel Costa Verde: solo due camere da letto dentro la vecchia fusoliera di un Boeing 727, appartenuto all’Avianca; peccato per quegli interni rivestiti in teak di dubbio gusto, ma vuoi mettere stare sospesi tra i rami della foresta pluviale del Costa Rica?

L’ostello si fa bello

Chi l’ha detto che l’ostello è adatto solo ai viaggiatori giovani con lo zaino in spalla? E chi l’ha detto che l’ostello è un posto squallido e sporco in cui si deve per forza di cose fare a meno del bagno privato?

All’estero l’ostello fa tendenza, da noi ancora no. Ma ci stiamo a poco a poco arrivando, soprattutto da quando sono nati gli ostelli di lusso. Un controsenso? No, perché per soddisfare le esigenze del turista attento al budget, di chi viaggia in famiglia o con gli amici era necessario inventarsi una formula di alloggio che fosse allo stesso tempo economica e confortevole.
Perciò ecco che nelle grandi capitali e lungo i principali itinerari turistici spuntano come funghi alloggi decisamente low cost ma pari, quanto a efficienza e qualità dei servizi, alle migliori strutture alberghiere. Qualche esempio?

A Stoccolma in pieno centro l’ostello di lusso si chiama Old Town Hostel; comodissimo, in quanto situato a soli 5 minuti a piedi dalla stazione centrale, elegante perché ricavato da un edificio del 17imo secolo, modernissimo visti gli interni di design e i servizi hi tech, tra cui la connessione wi-fi gratuita. Prezzi a partire da 23,6€ a persona.

Spostiamoci a Berlino. One80 Hostel Alexanderplatz non ha quasi bisogno di presentazioni: una bella struttura, in un bel quartiere, con bella gente. Dormitori e stanze private, prezzi a partire da 12€ a persona.

Barcellona. Avete presente il Paseo de Gracia, l’avenida con gli edifici firmati Gaudì e i negozi più chic? Ebbene è qui che si trova Casa Gracia Barcelona Central Hostel: piacevole e curatissimo nei dettagli, con una cucina ben equipaggiata, connessione wi-fi gratuita e postazione internet e ampi spazi in comune. Dispone di camere sia con bagno condiviso, sia con bagno privato; prezzi a partire da 26€ a persona.

Dormitori e accoglienti camere private anche al Palmers Lodge Swiss Cottage, che si trova in centro a Londra, Camden, Regents Park e West Hampstead, in un elegante edificio vittoriano recentemente ristrutturato. La colazione è compresa nel prezzo, cosa abbastanza rara per Londra. Prezzi da 18,73€ a persona.

Torniamo in Italia. A Roma va segnalato il Blue Hostel, che si trova alle spalle della basilica di Santa Maria Maggiore, quindi ad un solo isolato dalla Stazione Termini. E’ perfetto: stanze doppie con bagno privato, LCD TV, aria condizionata, connessione wifi, persino l’asciugacapelli. I prezzi partono da 45€ a persona. E’ vero che per un alloggio a Roma sono molto bassi, ma per un ostello, seppure all’avanguardia, ci voleva forse maggiore attenzione alle tariffe.