RSS Feed for NewsNews

Un fiume di musica: Negro Festival 2017

Da giovedì 25 agosto nell’incantevole scenario delle Grotte di Pertosa (SA), ai piedi del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, prendera il via la 22 edizione di Negro FestivalNegro come l’omonimo fiume che scorre nelle viscere delle grotte e che offre il titolo a questo festival che ormai da molti anni è un importante momento di festa e di scambio multirazziale.negro festival

Ideato nel 1996, con la direzione artistica di Enzo Piccolo, accoglie ogni anno diverse migliaia di persone che si immergono nell’incontaminata natura delle grotte . Il festival non offre solo concerti non-stop, ma anche  laboratori, escursioni speleo-trekking e climbing, mostre d’arte contemporanea, artigianato, ristorazione con le degustazioni di specialità locali,  e molto altro. Dice il sindaco di Pertosa, Michele Caggiano, “anche quest’anno, nonostante mille difficoltà, siamo riusciti a mettere in piedi Negro, che non è solo un eccellente contenitore culturale, ma prima di tutto un veicolo di promozione dei nostri tesori ambientali, le Grotte, e del nostro territorio”.

 

La manifestazione si concluderà il 27 agosto e per chi vorrà partecipare per tutte le giornate sono disponibili anche aree attrezzate free camping. Il biglietto d’ingresso è veramente economico: si paga 5 euro per ogni serata. La programmazione dei concerti si terrà all’interno delle grotte: nell’Antro Extra e nel Palco Principale. Il programma dell’edizione 2017 è stato dedicato al tema “Anime“, per offrire, ha spiegato il direttore artistico della rassegna Dario Zigiotto, “visioni e universi di diverse sensibilità stilistiche: da quello rock indipendente, a quello rock-folk contaminato, di ricerca e di tradizione; da quello musicale classico europeo a quello africano, nello stesso organico, per passare a innovative ricerche di modo sudamericane e poi riscoprire la profondità spirituale delle poesie popolari“.

Si comincia venerdì 25 agosto alle 21:30 con Cafe Loti  nell’Antro Extra e sul Palco Principale, alle 22:30, Caracas  a seguire il concerto di Levante.
Sabato 26 troveremo nell’Antro Extra Alfio Antico con Amedeo Ronga al contrabbasso e sul Palco Principale Enzo Avitabile & I Bottari di Portico e la Classicca Orchestra Afrobeat.
Domenica 27 agosto nell’Antro Extra si esibiranno I Pupi di Surfari mentre sul Palco Principale troveremo  il Banco del Mutuo SoccorsoLucilla Galeazzi e Osanna

 

COME ARRIVARE:

le Grotte di Pertosa si raggiungono da:
Autostrada A/3 SA-RC uscita Petina (da nord)oppure Polla (da sud) e seguire l’apposita segnaletica “Grotte di Pertosa/Grotte dell’Angelo”;
Basentana uscita Buccino, direzione Pertosa e seguire l’apposita segnaletica “Grotte di Pertosa/Grotte dell’Angelo”;
S.S. delle Calabrie, direzione Auletta/Pertosa.

Per avere maggiori informazioni sul Negro Festival, date, programmi, dove alloggiare potete contattare direttamente il comune di Pertosa al numero 0975-397028 dalle 10:30 alle 13:00

Trump e le vacanze americane

Da pochi giorni, dopo il via libera della Corte Suprema è in vigore il Travel Ban voluto da Donald Trump.

I cittadini di alcuni paesi avranno difficoltà ad entrare negli Stati Uniti e non saranno molto contenti di ciò ma, secondo una indagine del Monitor Allianz Global Assistance e dell’istituto di ricerca Nextplora, anche per molti cittadini italiani, oltre il 70%, l’elezione di Trump ha avuto un impatto negativo sull’immagine degli USA.

Il “sogno americano” sembra vacillare. Il 45% dei giovani tra i 25 e i 34 anni non considera più gli Stati Uniti come una meta ambita per lo studio per il lavoro e per una vita futura.

Ma anche il turismo pare uscire piuttosto malconcio dai primi mesi di presidenza Trump: il 29% degli italiani dichiara che preferisce evitare di recarsi negli USA, almeno per il momento.

I risultati dell’indagine sono confermati anche dal famoso portale di prenotazione turistica Expedia che ha osservato un calo delle prenotazione verso gli States nei primi tre mesi dell’anno ed dal World Travel and Tourism Council prevede per il 2017 un calo dello 0,5% nel settore turistico americano.

Oltre Trump il minore interesse verso i viaggi in USA è influenzato dal meno favorevole cambio euro/dollaro e dalla preoccupazione per i costi della sanità americana. Infatti oltre l’80% degli intervistati ritiene opportuno stipulare una polizza assicurativa prima di partire.

I nuovi voli per il Togo di TAP Portugal

TAP Portugal si avvia, anche quest’anno, ad essere insignita del premio come Compagnia Aerea Leader Europea per l’Africa.

Infatti oltre ai già annunciati voli per la capitale economica della Costa d’Avorio, Abidjan, dal prossimo 17 luglio l’offerta TAP per l’Africa si amplia con 4 voli settimanali per Lomè, in Togo.
I voli saranno effettuati il lunedì’, mercoledì, venerdì e domenica con partenza da Lisbona nel pomeriggio e ritorno da Lomè nella tarda serata e saranno operati con un Airbus A320 da 165 passeggeri

TAP Portugal voli per Togo

L’aggiunta di Lomé rafforza la posizione strategica di TAP in Africa. Con l’operativo estivo 2017 la capacità di trasporto passeggeri di TAP verso il continente aumenterà di circa il 20%, mentre il numero di voli del 22%, rispetto allo stesso periodo del 2016”, ha dichiarato Araci Coimbra, Global Leisure Manager e Area Manager South and West Europe, nonché General Manager TAP Portugal in Italia e Grecia.

E’ già possibile prenotare i voli con tariffe promozionali anche con partenze da Roma, Milano Bologna e Venezia città che la TAP collega con Lisbona più volte a settimana.

La TAP Portugal è una storica compagnia aerea europea, fondata nel 1945, leader in particolare per i collegameni dall’Europa con l’Africa e il Sud America. Ha una flotta di 77 aereomobili con la quale collega 88 destinazioni in 38 Nazioni. Recentemente i lettori della prestigiosa rivista di viaggi americana Global Traveller hanno assegnato alla TAP portugal il titolo di “Best Airline in Europe”.

Alitalia in crisi? Colpa dei salatini.

Come ormai si ripete da molti anni la nostra ex compagnia di bandiera è in crisi. I soldi, salvo nuovi finanziamenti dell’ultima ora, bastano solo per andare avanti fino alla metà di aprile. E poi?

E poi, come al solito, con qualche lampo di finanza (più o meno) creativa si supererà l’emergenza e tra un anno staremo di nuovo a parlare  di crisi.

A sentire radio e giornali nessuno ha la soluzione definitiva per i problemi della compagnia anche se tutti sono pronti ad indicare le cause: il mancato accordo con Air France dei tempi di Berlusconi, il successo delle compagnie low cost, le occasioni mancate con Ethiad e cosi via.

By Alessandro Ambrosetti [CC BY 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons

Ma diamo una occhiata più da vicino ad Alitalia e alla più famosa low cost: Ryanair.

Abbiamo simulato  due viaggi: un volo sulla tratta Roma-Triestre ed uno su quella Roma Palermo per confrontare il prezzo dei biglietti:

Roma Trieste
volo del 19 aprile 2017
Roma Trieste
volo del 19 aprile 2017
Roma Palermo
volo del 22 aprile 2017
Roma Palermo
volo del 22 aprile 2017
tariffa più bassa del giorno ( solo bagaglio di cabina, senza scelta posto)
Tariffa più bassa del giorno con bagaglio in stiva, posto e (solo Ryanair)  imbarco prioritario
tariffa più bassa del giorno ( solo bagaglio di cabina, senza scelta posto)
Tariffa più bassa del giorno con bagaglio in stiva, posto e (solo Ryanair)  imbarco prioritario
Ryanair 24,57 € 54,89 € 43,50 € 69,98 €
Alitalia 114,91 € 132,91 € 130,91 € 148,91 €
Differenza -90,34 € -78,02 € -87,41 € -78,93 €
Tariffe  ricavate dei siti delle compagnie il giorno 28/3/2017 alle ore 12

 

Nei nostri esempi un biglietto Ryanair costa in media il 36,5% del pari biglietto Alitalia cioè, sempre in media, circa 80€ in meno

Perchè questa notevole differenza? Vediamo:

  • Usano aerei dai costi e dalle prestazioni comparabili (Boeing 737-800 da 189 posti per RyanAir e Airbus 319/320/321 da 138 a 200 posti per Alitalia);
  • piloti e personale di cabina in pari numero;
  • entrambe sono compagnie affidabili per la sicurezza e la manutenzione degli aerei;
  • sistemi di prenotazione e check in on line simili ed entrambi efficienti
  • biglietti elettronici e quindi nessun spreco di carta per tutte e due
  • personale di terra preparato sia in una che nell’altra compagnia

 

Ma allora come si spiegano questi 80€ in più?

Si spiegano nell’unica differenza che troverete nel viaggiare con le due compagnie: Alitalia offre ai suoi passeggeri (anche se ora li chiama ospiti) una bevanda ed un minuscolo pacchetto di salatini (a volte in alternativa ad un altrettanto minuscolo pacchetto di biscotti).

Ecco risolto il problema dell’Alitalia: la bibita e i salatini che la costringono a tenere alti i prezzi dei biglietti.

D’altra parte si sa che nei bar degli aeroporti i prezzi delle bevande e dei panini, è il caso di dirlo, volano in alto e a 10.000 metri di quota non è, quindi, impossibile  che qualche patatina fritta e un po’ di cola raggiungano anche gli 80€.

Lo so che ora state pensando che con 80€ nella vita reale riuscireste quasi a pranzare in un ristorante stellato ma volare è sempre stato il sogno degli uomini….. e i sogni si pagano!

P.S. Se proprio non volete privarvi degli anacardi salati in volo, potete sempre rinunciare, a favore di Alitalia, al Bonus Renzi per i lavoratori dipendenti…. sempre 80€ sono!

Cookies or salty, sir?

Dove vanno gli italiani in vacanza per i ponti di Aprile-Maggio?

Con lo Stopover Club Med, Stati Uniti e Caraibi si scoprono in una sola vacanza!

Analizzando i dati delle prenotazioni Club Med – brand leader nella vacanza Premium all inclusive, internazionale e multiculturale – emerge che gli italiani approfitteranno del periodo Pasquale e del ponte del 25 Aprile per concedersi un break in Resort da sogno. Le mete più gettonate sono, ancora una volta, le Maldive e i Caraibi, con rispettivamente il 20% e il 40% delle prenotazioni.

Le prossime vacanze saranno inoltre il momento ideale per approfittare della nuova offerta Stopover by Club Med e visitare alcune delle città più affascinanti al mondo, trasformando lo scalo in un’esperienza emozionante.

vacanze alle Maldive

I settanta Resort Club Med, presenti nelle più belle località del globo, consentono al viaggiatore di scegliere la propria meta con la garanzia di trovare in ogni location gli alti standard qualitativi proposti. Oggi, grazie alla partenership stretta con i migliori hotel di alcune tra le più suggestive città al mondo, è possibile dare ancora più valore al proprio viaggio.

Tra tutti gli italiani che hanno optato per la formula Stopover, circa il 40% sceglie di abbinare un rilassante soggiorno ai Caraibi alla visita di Miami o New York, il 30% di unire il mare cristallino dell’Oceano Indiano (Maldive o Mauritius) alle affascinanti città di Dubai o Abu Dhabi, oppure di combinare la visita di un’isola asiatica con la scoperta di città esotiche come Bangkok e Singapore (il restante 30%).

Con i pacchetti Stopover, quindi, cambia il concetto di scalo: non più momento noioso e stancante ma vacanza nella vacanza, dove il viaggiatore non dovrà preoccuparsi di nulla, se non di godersi alcune delle più belle città del mondo, guidato dall’esperienza dei tour privati Club Med.

Tutto è pensato per far vivere agli ospiti un’esperienza da sogno grazie alle tante mete e attività messe a disposizione. In dolce compagnia, con gli amici o con la famiglia, per gli amanti del lusso e del comfort ma anche per quelli dell’avventura o dell’arte, l’offerta Stopover by Club Med è la soluzione adatta per chi non si stanca mai di farsi stupire dalla bellezza del mondo!

Club Med

Club Med, Leader mondiale nelle vacanze all-inclusive, esclusive, multiculturali e conviviali, con oltre 70 Resortnei luoghi più belli del mondo, è sin dalla sua nascita, oltre 60 anni fa, il simbolo del sogno, della felicità e della convivialità per single, coppie e famiglie in tutto il mondo. Nel 1950 Gérard Blitz e Gilbert Trigano coniano il concept dell’alchimia della felicità, diventando così ideatori del concetto di vacanza all-inclusive. Nasce nello stesso anno il primo Villaggio Club Med, Alcudia nelle Baleari, e prende vita la professione di G.O® Gentils Organisateurs, Gentili Organizzatori, ambasciatori dei valori Club Med, e il concetto di G.M® Gentils Membres, i Clienti Club Med. Oggi il gruppo conta 13.000 G.O® di 100 nazionalità diverse. Dal 1978, la Fondazione Club Méditerranée si impegna a combinare turismo e solidarietà.

Comunicato stampa  Weber Shandwick – (Federica Mancini)

Trovare il volo alla tariffa più bassa. Sogno o realtà?

Un tempo, molti anni fa, comprare un biglietto aereo era una impresa facile. C’erano pochi voli, poche tariffe, poche alternative. Si andava nella propria agenzia di viaggi di fiducia e si tornava a casa con il biglietto sicuri di aver fatto l’acquisto più conveniente possibile. Oggi, invece, con lo sviluppo dei voli aerei, con i voli low-cost, con le offerte speciali e con decine di servizi di prenotazioni on line è sempre più facile scoprire che il passeggero seduto accanto a noi ha comprato il volo ad un prezzo decisamente meno caro del nostro.

By Yasu (Own work) [Public domain], via Wikimedia Commons

La domanda che tutti si fanno prima dell’acquisto è sempre la stessa: come fare a trovare il prezzo più basso?

La risposta è semplicissima: è impossibile, a priori, stabilire in che giorno ci sarà il prezzo minimo.

Questo perché le variabili, per il singolo volo, sono numerose: le politiche di prezzi della compagnia, la destinazione, il periodo del viaggio, l’affollamento del volo, la concorrenza sulla tratta sono solo alcune delle voci che possono far fluttuare il costo del volo.

Ma se non è matematicamente possibile stabilire il giorno esatto nel quale fare l’acquisto più conveniente, la statistica ci può dare una mano per aiutarci a capire l’andamento dei prezzi nel tempo e quindi a fare una scelta migliore.

Prima di tutto scordiamoci i last minut. Non è più il tempo dei last minute: gli aerei normalmente viaggiano pieni o quasi quindi le compagnie non hanno nessun interesse a scontare le tariffe gli ultimi giorni. Certo se state prenotando un volo per le spiagge della Grecia in pieno inverno con le temperature che scendono sottozero, forse ( sottolineo forse) la compagnia si ritroverà con l’aereo mezzo vuoto e cercherà di invogliare i viaggiatori con offerte stracciate poco prima del volo ma se state prenotando Ibiza per Agosto scordatevi i last minute.

Intanto decidiamo il giorno della settimana in cui fare gli acquisti: secondo il sito americano CheapAir.com i giorni migliori per gli acquisti sono il martedì e il mercoledì mentre per volare i giorni migliori sono il martedì, il mercoledì ed il sabato. La domenica è solitamente il giorno con le tariffe più care.

La BBC, riportando vari studi, indica il martedì pomeriggio come giornata per le prenotazioni mentre da evitare le prenotazioni nel fine settimana dove sono molti i viaggiatori in concorrenza ed il volo dovrebbe essere prenotato con almeno 21 giorni di anticipo.

Sono state analizzate da varie fonti anche le variazione dei prezzi dal momento della messa in vendita del volo ( generalmente 11 mesi prima della partenza) fino al giorno del volo.

Naturalmente le statistiche sono state calcolate su decine di migliaia di voli, quindi le fluttuazioni giornaliere del singolo volo sono state compensate ed annullate, però tenete sempre presente che in un volo le variazioni tariffarie, a volte notevoli anche tra un giorno e l’altro, possono superare la cifra di 120, cioè, in media, almeno una variazione ogni 3 giorni nel periodo nel quale il volo è stato in vendita.

Per quanto riguarda i voli nazionali americani,   CheapAir.com indica che fino a circa 7 mesi dal volo non ci sono grosse variazioni di prezzo. A partire dai 7 mesi i prezzi cominciano a diminuire fino a circa 3 settimane dal volo, da questo momento i prezzi cominciano a rialzarsi. In pratica il periodo migliore per acquistare dovrebbe essere tra le 3 settimane e i 3 mesi dalla partenza.

Secondo uno studio di Skyscanner, relativo proprio all’Italia, per i voli nazionali l’acquisto migliore si ha 5 settimane prima del volo mentre per gli internazionali le tariffe migliori si trovano con 21 – 23 settimane di anticipo. In particolare in Europa viaggiando a Novembre e prenotando 23 settimane prima si può risparmiare fino al 24%; in Nord America viaggiando a Febbraio e prenotando 22 settimane prima si può risparmiare fino al 21%; in Centro America viaggiando a Maggio e prenotando 21 settimane prima si può risparmiare fino al 15%; in Asia viaggiando a Maggio-Giugno e prenotando 23 settimane prima si può risparmiare fino al 20%.

Skyscanner ha realizzato anche una specie di comparatore che per alcune destinazioni da i mesi con i prezzi più bassi ed una indicazione di quando prenotare.

Uno studio di alcuni ricercatori pubblicato sul sito della Royal Economic Society, invece, ha stabilito che con la Ryanair il prezzo migliore si ha 10 giorni prima della partenza. Tra l’altro sembra, sempre dalla stessa ricerca, che con questa compagnia sia conveniente prenotare voli singoli anche se viaggiate in più persone. Infatti se, per esempio, è rimasto un solo posto alla tariffa 50€ e gli altri sono alla tariffa 70€ , prenotando insieme due posti il sistema li prezzerà entrambi a 70€.

Altre indicazioni che possono far risparmiare sono quelle di valutare i voli per aeroporti vicini alla vostra destinazione; di cercare voli con orari scomodi che solitamente sono meno appetibili e quindi meno cari; voli con scalo intermedio anche questi di solito meno ricercati dei voli diretti; provare a simulare l’acquisto separato dell’andata e del ritorno con compagnie diverse; controllare le tariffe del giorno precedente o successivo al vostro volo, a volte rimanere un giorno in più può portare grossi risparmi; simulare una prenotazione con un numero diverso di persone fino al massimo che il sistema vi permette ( solitamente fino a 6 o 9 persone ma con Ryanair anche 25); se il prezzo per persona non cambia significa che con quella tariffa ci sono ancora molti posti, nel caso contrario è probabile che in pochi giorni il prezzo salga.

Naturalmente, vi ricordiamo che stiamo sempre parlando di dati statistici quindi la strategia migliore rimane sempre quella di monitorare con assiduità i voli che vi interessano, in particolare nei periodi migliori che vi abbiamo indicato in modo da avere una ragionevole conoscenza dell’andamento del costo del volo ed acquistarlo appena avete trovato una tariffa che vi soddisfa.

Probabilmente non centrerete la tariffa minore al 100% ma ci sarete di sicuro andati vicini ed avrete, comunque, fatto un buon affare. Non ci resta che augurarvi un buon viaggio

Da luglio i nuovi voli TAP Portugal per la Costa D’Avorio.

Roma, 8 febbraio 2017 – Dal prossimo 17 luglio TAP Portugal, vettore membro di Star Alliance, arricchirà la sua offerta per l’Africa inaugurando un nuovo collegamento per Abidjan, la capitale economica della Costa D’Avorio. aereo TAP - nuovi voli per l'AfricaCinque le frequenze settimanali proposte dal vettore portoghese, che diventeranno quattro nel periodo invernale. Già da ora è possibile effettuare le prenotazioni per partenze da Roma, Milano, Bologna e Venezia e volando via l’hub di Lisbona.

Rotta
Frequenza Orario (local time)
Lisbona–Abidjan
————————–
Abidjan-Lisbona
lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato 17:25–22:00
——————–
23:00–05:20

Grazie a questo nuovo collegamento TAP servirà ben 15 destinazioni in 10 Paesi africani, operando oltre 75 voli a settimana: Algeri (Algeria), Luanda (Angola), Accra (Ghana), Praia, Sal, São Vicente e Boa Vista (Capo Verde), Maputo (Mozambico), Dakar (Senegal), Casablanca, Marrakech e Tangeri (Marocco), São Tomé (São Tomé e Principe), Bissau (Guinea Bissau) e dal 17 luglio anche Abidjan in Costa D’Avorio. L’aeroporto internazionale di Abidjan registra un traffico di due milioni di passeggeri annui, con possibilità di connessione verso 35 destinazioni aggiuntive soprattutto in Africa e in Medio Oriente.

“Negli ultimi anni abbiamo notevolmente rafforzato la presenza in Africa mettendo a disposizione dei passeggeri sempre più opportunità di viaggio e l’aggiunta di Abidjan consoliderà ulteriormente la nostra posizione strategica nel continente. In generale TAP non solo sta crescendo molto in termini di network ma è attenta alle necessità dei propri passeggeri, ottimizzando sempre più il servizio. Questo ci è per esempio valso 3 premi agli ultimi WTA, fra cui il titolo di Compagnia Aerea Leader per l’Africa vinto negli ultimi 2 anni consecutivamente”, ha dichiarato Araci Coimbra, Director Global Leisure Sales and South&West European Markets di TAP Portugal.

L’alto livello di soddisfazione dei clienti ha decretato, inoltre, il posizionamento di TAP fra le prime dieci migliori compagnie aeree del mondo, secondo la classifica 2016 pubblicata in questi giorni da eDreams*. “Questo riconoscimento internazionale è stato assegnato proprio dai passeggeri, la cui opinione è per noi estremamente importante”, ha continuato Araci Coimbra.

Di recente TAP Portugal ha investito nella creazione di una nuova piattaforma per le prenotazioni e nel rinnovo della propria flotta. Contemporaneamente ha, inoltre, ottimizzato i propri prodotti e servizi e migliorato il comfort di bordo, offrendo allo stesso tempo prezzi sempre più competitivi e una scelta di viaggio ancora più ampia.

Comunicato stampa  TT&A – Ufficio Stampa TAP Portugal – (Stefania Bambini / Diana Guarnieri)

Costa Crociere firma un accordo con Vueling e rinnova quello con Iberia

Costa Crociere ha annunciato di aver sottoscritto un accordo strategico internazionale con Vueling, che garantirà un ulteriore miglioramento dei servizi offerti ai suoi ospiti, grazie all’ampia offerta di voli di cui la compagnia aerea dispone da Barcellona, in quanto principale operatore dell’aeroporto El Prat. Di Jean Housen - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=33137578

Contestualmente Costa Crociere ha confermato il rinnovo del suo accordo triennale con Iberia. La collaborazione con Vueling consentirà ai passeggeri Costa provenienti dalla Spagna di raggiungere, passando per l’aeroporto di Barcelona-El Prat, i principali porti di imbarco delle navi Costa in Europa. Vueling metterà infatti a loro disposizione tutti i voli via Barcelona diretti  a Copenaghen, Bari, Amsterdam, Amburgo e Stoccolma. In aggiunta proporrà anche la rotta Parigi-Copenaghen. Inoltre, la collaborazione consentirà agli ospiti Costa provenienti dagli altri paesi europei di raggiungere Barcellona, uno dei principali porti di imbarco della compagnia italiana, per iniziare la loro crociera, grazie ai collegamenti aerei da Roma, Napoli, Palermo, Amsterdam, Monaco e Bruxelles. Per la stagione invernale 2016-2017, Vueling propone già collegamenti dalla penisola iberica e  isole Canarie, con servizio navetta da El Prat al terminal crociere di Barcellona.

Secondo David García Blancas, Direttore Commerciale di Vueling: “Questo nuovo importante accordo con Costa si propone di offrire alle agenzie di viaggio e a Costa Crociere una vasta gamma di opportunità, che si traducono in un servizio al cliente ancora più efficente, agevole e comodo”.

By FlightReal (Flickr: Airbus A320 Vueling) [CC BY 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons

Con questa partnership, che avrà durata triennale – dal 2017 al 2019 – Vueling metterà a disposizione dei passeggeri Costa 20.000 posti volo all’anno, per un totale di 60.000 posti nell’intero periodo. Per assicurare una migliore esperienza di viaggio, entrambi gli operatori offriranno ai clienti un’area check-in dedicata presso l’aeroporto di Barcellona-El Prat.

 

Accordo tra Costa Crociere e Iberia

Iberia e Costa Crociere hanno prolungato di un anno, sino al 2019, il loro attuale accordo di collaborazione triennale (2016-2018), con un’aggiunta di 45.000 posti su voli charter per il 2019, che porterà a 175.000 l’offerta complessiva di posti disponibili.

Victor Moneo, Direttore Vendite Spagna di Iberia, ha commentato: “Siamo lieti di rinnovare la nostra partnership strategica con Costa Crociere, una compagnia con la quale collaboriamo dal 2014, con ottimi risultati. Questa collaborazione permette ai clienti di raggiungere i porti di imbarco delle crociere da tutte le destinazioni comprese nel network di Iberia, 125 in tutto il mondo. Inoltre, grazie al lavoro congiunto con Iberia Airport Services, i clienti hanno la possibilità di effettuare il check-in dei propri bagagli in aeroporto e di ritrovarli direttamente nella cabina della nave. Il nostro obiettivo è quello di offrire la migliore esperienza di viaggio possibile. “

By Bene Riobó (Own work) [CC BY-SA 4.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], via Wikimedia Commons

Questa partnership permetterà di incrementare i collegamenti tra la Spagna, l’Europa e i vari porti di imbarco delle crociere Costa nel continente. In particolare, durante l’estate i passeggeri Costa potranno usufruire di collegamenti da Madrid per Trieste, Rostock, Stoccolma, Bari, Venezia, Copenhagen e Amsterdam.

Inoltre nell’accordo sono comprese diverse rotte da e per il Sud America, i Caraibi e gli Stati Uniti. Nell’estate del 2017 i passeggeri di Costa Crociere provenienti da Argentina, Cile, Brasile e Uruguay potranno raggiungere, passando per Madrid, i porti di imbarco europei delle crociere Costa. Allo stesso modo, durante l’inverno, gli Ospiti europei che prenoteranno una crociera in Sud America potranno volare con Iberia partendo comodamente dal proprio paese di origine per arrivare in tutti i principali aeroporti del Sud America, come quelli di Buenos Aires, San Paolo, Rio de Janeiro.

 

Gli accordi stretti con Vueling e Iberia nascono dalla volontà di Costa Crociere di offrire la migliore esperienza di crociera possibile, creando la rete di collegamenti aerei più efficiente del settore,  al fine di facilitare l’arrivo degli ospiti presso i porti di imbarco, in modo comodo e semplice.

Raffaele D’Ambrosio, Direttore Generale Spagna e Portogallo di Costa Crociere, ha commentato: “Siamo molto orgogliosi di presentare la nostra partnership con due aziende del settore turistico leader a livello internazionale. Con Vueling abbiamo firmato un primo accordo di tre anni, mentre con Iberia abbiamo rinnovato una collaborazione già di successo. Grazie a queste due iniziative, metteremo a disposizione dei nostri passeggeri più di 235.000 posti aerei fino al 2019, a conferma del nostro impegno per migliorare continuamente l’esperienza di viaggio e rendere ancora più accessibile il prodotto crociera ai nostri ospiti. Questo nuovo accordo rappresenta uno degli elementi principali della strategia di crescita a breve termine di Costa Crociere in Spagna e Portogallo “.

 

Comunicato stampa Costa Crociere / MSL Group – (Giovanni Fabbri)

 

 

Nessun rincaro sul visto d’ingresso per l’Egitto, ma i dubbi rimangono

Non ci saranno ulteriori balzelli per chi ha deciso di andare in vacanza in Mar Rosso. Dal Ministero del Turismo egiziano si apprende che il previsto aumento del visto d’ingresso turistico è stato rimandato a data da definire. La decisione non sorprende visti gli ultimi, drammatici sconvolgimenti politici e lo stato di guerra civile che hanno insanguinato Il Cairo.

Il costo del visto d’ingresso resta quindi invariato: si pagano 15 dollari e non 25, come precedentemente annunciato. Una buona notizia, ma è solo una goccia in quel mare di guai in cui sta annegando il paese nordafricano. Di certo non farà cambiare idea a chi ha già deciso di disertare la destinazione per problemi di sicurezza.

Ma come stanno le cose? Partire o non partire? Che rischi si corrono? Nella capitale egiziana e in altre 14 provincie egiziane (oggi governatorati) vige tuttora lo stato di emergenza; è in vigore anche il coprifuoco quindi recarsi in queste zone vuol dire mettere effettivamente a rischio la propria sicurezza.
Invece, nelle località vacanziere sul mar Rosso – Sharm, Hurgada e ancora più a sud, Marsa Alam e Berenice – non si sono verificati incidenti e la situazione rimane tranquilla.

Ciò nonostante, la Farnesina sconsiglia i viaggi in Egitto. Non soltanto al Cairo ma in tutto il paese, è scritto in grassetto sull’ultimo avviso del portale Viaggiare sicuri. Ai connazionali presenti in Mar Rosso il nostro Ministero degli Esteri raccomanda di restare in hotel rinunciando alle escursioni. Non che sul Mar Rosso ci sia molto da fare fuori dal villaggi, ma tant’è…

Lo sconsiglio dell’Italia è stato seguito anche da Francia e Spagna. Meno prudenti sembrano essere invece i governi di altri paesi europei. Luce verde infatti per i turisti inglesi, tedeschi e olandesi, che a quanto pare, possono andare in Mar Rosso a godersi, senza troppe remore, il tiepido sole autunnale e le bellezze della barriera corallina egiziana.

A questo punto che dire, la scelta di partire o non partire sta a ciascuno di noi. Il consiglio per chi volesse comunque andare una settimana o due in Mar Rosso è di valutare con attenzione le offerte e muoversi con un certo anticipo. Alcuni operatori turistici (Swan, Alpitour, Veratour) non ripartiranno prima di metà novembre, altri invece (Phone&Go) viaggiano a charter pieni.
La situazione è comunque in continua evoluzione, meglio tenersi informati su date e partenze ma, soprattutto, su ciò che accade in Egitto.

Le vacanze 2013 degli italiani

Un sondaggio effettuato dal famoso portale Hotels.com, leader nella prenotazione alberghiera online, svela dove passeranno le vacanze i nostri connazionali.

Secondo il sondaggio il 74% dei vacanzieri sceglierà il mare mentre solo il 5% visiterà le città d’arte. Il 56% degli intervistati rimarrà entro i confini nazionali mentre gli amanti delle vacanze all’estero si concentreranno principalmente in Europa (72%) ed in Asia (21%).  Per il 60% delle persone la vacanza durerà meno di due settimane ma ci sono alcuni fortunati (10%) che potranno usufruire di un intero mese di pausa dal lavoro.

In vacanza amiamo stare comodi sarà per questo il 36% degli italiani preferisce alloggiare in hotel (per lo più a 3 o 4 stelle) e solo il 2% decide per il campeggio.  Sempre secondo il campione intervistato, la cifra messa in bilancio per le vacanze rimarrà, sostanzialmente, la stessa dello scorso anno. Oltre il 50%, comunque,  prevede di spendere meno di 1000€ e solo l’8% è disposto a spendere oltre 2000€.

Ma qual’è il viaggio dei sogni degli italiani? Per il 32% si realizza con un viaggio relax in un’isola lontana, il 30% sogna un lussuoso soggiorno in un resort ed un altro 30%, invece, è alla ricerca del viaggio all’avventura in un paese esotico.