All Posts Tagged With: "fallimento"

Voli della Mexicana cancellati a partire da oggi

La più grande compagnia aerea del Messico, la Mexicana de Aviación, è in bancarotta.
Il vettore ha sospeso 13 voli, compresi quelli da e per Londra e Madrid, e tra domani e dopodomani saranno cancellate altre rotte.

La vendita dei biglietti era stata interrotta la settimana scorsa, ma la compagnia aveva assicurato che avrebbe continuato a volare, per consentire ai passeggeri già in viaggio di rientrare a casa.
Poi l’annuncio, che a causa della pressione da parte dei creditori, anche gli ultimi voli previsti sarebbero stati cancellati.
Mexicana non ha comunicato come intende onorare i suoi impegni nei confronti di chi ha già acquistato un biglietto.

La compagnia, nata 89 anni fa, aveva 220 voli giornalieri verso 65 destinazioni nazionali e internazionali, tra cui USA, Canada, Sud America ed Europa. Poi però ha subito pesanti perdite, dovute in parte alla recessione che ha colpito l’economia messicana e, soprattutto, al calo del turismo seguito al focolaio di influenza suina del 2009.
Con un debito accumulato di 900 milioni di dollari, Mexicana ha presentato istanza di fallimento il 3 agosto, dopo che è fallito l’ultimo tentativo di accordarsi con i sindacati sul taglio dei costi e della forza lavoro.

Altri dettagli sui voli cancellati su:  Mexicana de Aviación

Fallisce I Viaggi del Ventaglio: migliaia di turisti nei guai

L’anno scorso è stata la volta di TodoMondo e Myair, quest’anno fallisce I Viaggi del Ventaglio, uno dei maggiori tour operator che gestiva strutture turistiche in Italia e all’estero; l’azienda, indagata per bancarotta, continua ad esporre sul proprio sito web accattivanti offerte di pacchetti vacanza, come se nulla fosse.
Sul sistema di prenotazione on line, apparentemente ancora attivo, solo alla fine del processo appare un messaggio di errore che, al momento del pagamento, indica “Servizi non disponibili”.

Fanno capo al gruppo del società fallita i marchi Best Tour e Columbus. Per quanto riguarda Best Tour, sembrano non esserci conseguenze; Columbus, invece, è stata trascinata nel crack.
Il gruppo IVV, quotato in borsa, occupava circa 1.800 persone che da mesi non percepivano retribuzione; l’annuncio del crollo dell’azienda, schiacciata da un buco di oltre 200 milioni di euro, era atteso da un giorno all’altro.

Ciò nonostante, i viaggiatori non sono mai stati informati e i pacchetti vacanza del Ventaglio si potevano trovare in qualsiasi agenzia di viaggi; solo alcuni operatori, che già da qualche mese diffidavano del gruppo, si sono astenuti dal proporre un pacchetto a rischio ai propri clienti.

A coloro che sono incappati nel perfido meccanismo, Federconsumatori consiglia di raccogliere tutta la documentazione e di inviarla al tour operator, insieme ad una lettera di diffida, entro dieci giorni lavorativi, tramite raccomandata a/r. In casi come questo, riavere interamente le somme versate è una pia illusione; su una sola cosa non c’è dubbio, che le ferie di molti turisti sono state rovinate da una crisi aziendale proprio nel periodo clou delle vacanze.