All Posts Tagged With: "milano"

Voli Roma Milano, guerra dei prezzi

Evviva la concorrenza quando è dalla parte dei consumatori. In questo caso dei viaggiatori.
Qualche giorno fa la compagnia britannica EasyJet ha debuttato sulla Roma-Milano, la tratta più redditizia d’Italia, da sempre monopolio Alitalia. Parliamo di Milano città e cioè aeroporto di Linate, non di Malpensa o di Orio al Serio, dove le compagnie low cost – Ryanair e la stessa EasyJet – si erano già aggiudicati gli slot disponibili. Chi viaggia tra Roma e Milano, soprattutto se si sposta per lavoro, non vuole atterrare in un aeroporto che dista un’ora e più di autobus dal centro.
Airbus 319 Alitalia - Common Creative CCL  3.0, author: Universe876
Per Alitalia è stato un duro colpo. Le tariffe EasyJet, che partono da 29,75 euro a tratta tasse incluse, potrebbero far perdere all’ex compagnia di bandiera una larga fetta di clientela.
Per tutta risposta Alitalia rilancia la sua offerta speciale: “Con la tariffa Easy Basic di 89 euro andata e ritorno – sottolineano dalla compagnia – sono inclusi banchi check-in, biglietterie e gate di imbarco riservati, fast track per i controlli di sicurezza, un bagaglio in stiva, il servizio di catering e distribuzione di quotidiani a bordo e fino a 1.000 miglia del programma MilleMiglia Alitalia”.
E poi c’è la frequenza: nelle ore di punta, al mattino presto e alla sera, Alitalia garantisce un volo ogni 15 minuti, per un totale di circa 60 collegamenti giornalieri nei giorni feriali.

Basteranno queste soluzioni di viaggio a battere la concorrenza? Intanto godiamoci gli effetti positivi della guerra dei prezzi.
I voli EasyJet sono operativi dal 25 marzo ma si va a regime dall’8 aprile, con cinque voli gionalieri durante la settimana lavorativa, qualcuno di meno durante il weekend. E poi ci sono sempre Italo e Freccia Rossa, che in tre ore ti portano da una città all’altra. Chissà, magari ci attende qualche bella sorpresa anche sul prezzo dei treni.

Finito il monopolio Alitalia su Linate: ora si vola Easy Jet

Dal prossimo 25 marzo finirà il monopolio che assegnava in esclusiva all’Alitalia i collegamenti tra Roma Fiumicino e Milano Linate.
Easy Jet, il famoso vettore low cost, ha acquisito alcuni slot nell’aeroporto milanese precedentemente assegnati ad Alitalia ed effettuera fino a 5 collegamenti giornalieri tra Linate e l’aeroporto della Capitale.
La fine del monopolio era stato stabilito già da diverso tempo dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che, con una successiva indagine, ha individuato Easy jet come la compagnia più idonea ad effetuare una efficace concorrenza sulla tratta.
I voli Easy jet sono già prenotabili ed il costo per singola tratta parte da 29.75€.
Il primo volo della mattina è attorno 7:00, l’ultimo della sera tra le 21:00 e le 21:30.
Continuano, naturalmnte, i collegamenti di Easy Jet tra Fiumicino e Milano Malpensa.
Tempi duri per l’Alitalia che aveva nella rotta Roma-Milano uno dei suoi migliori business; prima la concorrenza di Trenitalia, che con la Freccia Rossa garantisce collegamenti comodi e veloci, ed ora quella di Easy Jet. Ma per i viaggiatori dovrebbero essere solo vantaggi: una scelta più ampia di orari e tariffe più basse.

Ferrovie, finisce il monopolio di Trenitalia?

Nell’aria c’è odore di liberalizzazioni e sta per cadere anche uno degli ultimi e più forti monopoli italiani: Trenitalia. Dal 28 aprile, infatti, lungo i binari che collegano Napoli a Milano, passando per Bologna, Firenze e Roma, vedremo correre i treni della NTV (Nuovo Trasporto Viaggiatori). E questo è solo l’inizio. La compagnia ferroviaria, che ha tra i suoi azionisti Luca Cordero di Montezemolo e Diego Della Valle, ha già previsto collegamenti con altre città italiane, tra cui Venezia e Torino; e non si esclude una sua entrata persino nel settore del trasporto ferroviario regionale, da sempre l’incubo dei pendolari.

Italo, questo il nome del nuovo treno utilizzato da NTV, è l’ultima generazione di mezzi ferroviari. La caratteristica più innovativa di Italo, che è stato costruito in Francia nella patria del TGV, è un sistema di motorizzazione distribuita lungo tutto il treno; in poche parole, non ci sono più le motrici di testa e di coda. Ne consegue un aumento del 20% degli spazi dedicati ai passeggeri, minore generazione di rumore e di vibrazioni, maggiore sicurezza e diminuzione dei consumi e dei costi di manutenzione.

Grande attenzione è stata posta nel comfort dei passeggeri. E si vede subito: il pavimento delle carrozze, abbassato di 10 cm rispetto allo standard, rende molto più comodo l’accesso a bordo.
All’interno si apprezza immediatamente l’aumento delle superfici vetrate e, più in generale, l’ottimizzazione degli spazi, con sedute comode ma anche corridoi ampi, per consentire ai passeggeri di spostarsi più facilmente. Molto curati i dettagli e tutti quei particolari che possono rendere più piacevole il viaggio: poltrone di pelle anche in classe smart (la seconda classe), lucchetti per bloccare i bagagli, WiFi e film gratuiti.

I prezzi sono concorrenziali. Alcuni esempi: Napoli – Milano da 55€ , Roma – Milano da 45€, Firenze – Bologna da 15€. I biglietti si possono già acquistare on line, sul sito internet di Italo, oppure presso i distributori automatici nelle stazioni e nelle agenzie di viaggio.

L’entrata sul mercato di NTV non è la sola sfida lanciata a Trenitalia. Arenaways, la prima compagnia ad aver tentato l’assalto al monopolio delle Ferrovie dello Stato, è resuscitata dalle sue ceneri con il nome di Strade Ferrate Alta Italia e ora intende riprendere i suoi servizi.
Arenaways era partita con l’intenzione, ottima sulla carta, di creare una specie di linea circolare che avrebbe raccolto i pendolari tra Milano e Torino. Ma a pochi giorni dall’inizio delle corse l’Ufficio per la regolazione dei servizi ferroviari del Ministero dei Trasporti blocca il progetto; la motivazione è la concorrenza, non prevista, al contratto regionale di servizio di Trenitalia. Arenaways presenta ricorso e nel frattempo effettua corse Milano-Torino, senza però le soste intermedie previste dal progetto originario. I risultati non sono felici e la compagnia fallisce.

Nelle prossime settimane si dovrebbe finalmente conoscere l’esito del ricorso presentato a suo tempo da Arenaways; ma intanto Strade Ferrate Alta Italia ha ripreso alcune linee di trasporto treno+auto in collaborazione con le ferrovie tedesche ed olandesi e prevede di tornare operativa già dal prossimo giugno sulla linea Torino- Milano. Si parla inoltre di un comodo servizio di treni notturni che partiranno da Torino, Alessandria e Milano diretti a Bari e a Villa San Giovanni.

C’è ora da sperare che la maggiore concorrenza si tramuti in biglietti più economici e servizi migliori.

Turismo in fiera a Milano, con la BIT 2011

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la BIT, la borsa internazionale del turismo. I padiglioni di Fiera Milano apriranno le porte al popolo dei viaggiatori sabato 19 e domenica 20 febbraio, anche se per addetti e operatori turistici la manifestazione comincia già dal 17.
Il pubblico dei vacanzieri continua a mostrare grande interesse per l’evento fieristico, che da sempre è un’occasione ghiotta per un viaggio virtuale attraverso centinaia di paesi: una giornata passata curiosando tra gli stand, per raccogliere depliant e materiale utile ad organizzare il prossimo viaggio, e perché no, per portarsi a casa anche qualche gadget.

Quali sono le novità di quest’anno? Innanzi tutto grande attenzione al turismo balneare; secondo una recente indagine, gli italiani prediligono le mete adatte ad una vacanza tutta “relax, spiaggia e mare”. La Bit punta quindi ad una offerta turistica che, per incontrare le preferenze dei viaggiatori, valorizza le destinazioni di mare, vicine e lontane, dal Mediterraneo all’Oceano Indiano, dall’Atlantico al Pacifico, con il relativo corollario di isole dal fascino esotico. Un tour virtuale che fa tappa a Cuba, in Brasile, in Messico, a Mauritius, ma anche in India, destinazione che sta registrando una forte crescita, e in Oman, per la prima volta presente alla Bit.

Alle località baciate dal sole si affiancano la montagna, le città d’arte e i paesi di antica tradizione culturale. Come di consueto la manifestazione si articola in tre aree tematiche: Italy che ospita enti, regioni, comuni e province italiane, The world, che propone il meglio dell’offerta turistica internazionale e Tourism collection, dedicata agli stand di tour operator, catene alberghiere, agenzie di viaggio, compagnie aeree e navi da crociera.

In più, tra tutti coloro che acquisteranno il biglietto online, effettuando la prer-egistrazione sul sito bit.fieramilano.it, saranno estratti a sorte 5 vincitori del concorso Travel Addicted.
In palio ci sono:
– primo premio: soggiorno di 6 giorni/5 notti per due persone presso l’Acaya Golf Resort (LE);
– secondo premio: weekend tutto compreso per due persone di 4 giorni/3 notti a Istanbul;
– terzo premio: soggiorno per due persone di 3 giorni/2 notti presso l’Hotel Tiferno di Città di Castello (PG).
Il quarto premio è un set di 3 trolley Roncato, il quinto vincitore si aggiudica invece un cofanetto Smartbox Soggiorno Benessere.
Con l’acquisto del biglietto online si evitano le code interminabili che ogni anno si formano ai banchi della reception; con la ricevuta di prevendita, invece, si può accedere direttamente alle postazioni easy access per ritirare il tesserino d’ingresso.
Ultima novità di Bit 2011: non è più valida la formula due al prezzo di uno, che negli ultimi due anni garantiva un ingresso omaggio a chiunque effettuasse la pre-registrazione on line. Il pubblico che si pre-registra o acquista il biglietto d’ingresso su internet avrà comunque diritto ad uno sconto e pagherà il biglietto 10€ anziché 12€.

Gli hotel a Milano consigliati da Hotels.com

Il primo Airbus A380 è atterrato oggi a Malpensa

E’ atterrato oggi a Milano il nuovo Airbus A380 di Lufthansa. E’ il più grande aereo di linea mai costruito e per la prima volta lo vediamo in un aeroporto italiano.
Al suo arrivo, il “Città di Francoforte” e il suo equipaggio sono stati accolti dalle autorità lombarde, che hanno colto l’occasione per sottolineare le capacità dell’aeroporto milanese e le sue potenzialità. Con un’apertura alare di 80 metri e un altezza di oltre 24 metri, quanto un palazzo di sei piani, il gigante dei cieli richiede infrastrutture adatte a tali dimensioni, che non tutti gli aeroporti possono garantire.

L’Airbus A380 ha una fusoliera che lo rende immediatamente riconoscibile. La cabina ha un doppio ponte, quello superiore di quasi 48 metri e l’altro, inferiore, che sfiora i 50 metri per uno spazio complessivo che, a seconda della configurazione, può ospitare comodamente tra i 525 e gli 853 passeggeri.
Progettato e costruito seguendo le più moderne tecnologie, con un occhio attento all’ambiente e al risparmio energetico, l’A380 è più silenzioso e consuma il 20% di carburante in meno rispetto ai suoi concorrenti, riducendo quindi le emissioni di CO2 in atmosfera.

Quello di oggi è stato un volo di addestramento; l’aereo del vettore tedesco ripartirà stasera stessa per la Germania. Il 29 luglio è previsto invece il primo volo commerciale con passeggeri a bordo: sarà un volo speciale di Emirates, che partirà da Milano Malpensa in occasione della presentazione della nuova maglia del Milan.
Il primo volo commerciale di un A380 lo ha effettuato la Singapore Airlines nel 2007

Nuovi voli RyanAir da Milano/Bergamo

Hanno preso il via dal 1° maggio i nuovi voli Ryanair da Orio al Serio per Poznan, in Polonia, e Marrakesh, in Marocco. Voli a partire da 8 euro, solo andata e tasse incluse.
Diventano così 58 le destinazioni che la compagnia serve dall’Aeroporto di Bergamo, ormai diventato il terzo scalo del capoluogo lombardo.
Volare con RyanAir è può essere molto economico ma quando prenotiamo ricordiamoci che le tariffe della compagnia prevedono diversi supplementi, a pagamento, che possono essere applicati secondo le circostanze. Ad esempio: il check-in online (5€ – 10€); la tariffa amministrativa per la prenotazione (5€); l’imbarco con priorità (4€ – 5€);  i bagagli affidati al check-in (15€ – 80€).
Ricordiamo infine che è possibile modificare sia il volo che il nominativo del passeggero ma le penali applicate ( da 25€ a 150€ a seconda dei casi) sono spesso più costose dell’acquisto di un nuovo biglietto.