All Posts Tagged With: "mostre"

Londra, tre buoni motivi e un concorso

Shopping a Londra? L’appuntamento è il 17 novembre a Carnaby Street: in un centinaio di negozi si fanno acquisti con il 20% di sconto. Tra i marchi più cool figurano le collezioni denim di Pepe Jeans London e i capi d’abbigliamento sportivo e le calzature fashion di Gola Classic. Sconti  anche da Pretty Green, Replay, Levis’s, Lee e via dicendo.
Durante il Carnaby Shopping Party bar e ristoranti propongono offerte speciali, sconti, piccoli omaggi e, naturalmente, tanta musica dal vivo e intrattenimenti.

Un’esperienza di tutt’altro genere, divertente e istruttiva, è quella dello zoo di Londra, un parco zoologico tra i più antichi e famosi al mondo. Splendide voliere d’epoca, percorsi studiati all’interno dei recinti dei primati e un’attrazione che riscuote grande successo, l’incontro con i pinguini, per entrare in contatto diretto con i simpatici uccelli, incapaci di volare ma grandi nuotatori.
La curiosa esperienza, che dura una ventina di minuti e farà felici anche i più piccoli, è possibile tutti i giorni, ma è opportuno prenotare poiché sono disponibili solo 6 biglietti al giorno.

E’ stata invece appena lanciata un’iniziativa che ha il sapore di avventura: una notte alla zoo in campeggio nell’area Whipsnade, quella che ospita oltre 2.500 animali selvatici, dai più noti e amati leoni, tigri, rinoceronti e giraffe, ai più rari e a rischio di estinzione, quali lemuri, panda o gibboni.
Ecco come si svolge. All’arrivo, verso le 18:00, c’è un esperto di fauna selvatica che vi guida in una visita serale, a conclusione della quale viene servita una cena gourmand; la notte si passa in “tenda safari”, ma chi non ha sonno è libero di gironzolare tra i sentieri, munito di torcia, osservando il comportamento degli animali notturni; al mattino ricca English breakfast accompagnata dal ruggito dei leoni che si risvegliano e intera giornata a disposizione per la visita diurna allo zoo.
Sono disponibili solo 8 tende elegantemente arredate, ciascuna delle quali ospita comodamente due persone. E’ d’obbligo prenotare da subito, vista la grande richiesta; date disponibili a partire da maggio 2012.

Agli appassionati di pittura, Londra offre l’opportunità di ammirare la collezione più completa dei capolavori di Leonardo da Vinci: oltre 60 dipinti e disegni del periodo milanese, realizzati dal grande genio italiano alla corte di Ludovico Sforza tra la fine del 1480 e la fine del 1490. Una mostra da non perdere, esposta alla National Gallery dal 9 novembre 2011 al 5 febbraio 2012.

Nei prossimi mesi, in attesa dei grandi festeggiamenti del “Diamond Jubilee“, la capitale inglese ha in programma diversi altri eventi straordinari; in più, si può approfittare di un concorso, che mette in palio un viaggio a Londra per due persone, compreso di voli, hotel e London pass per visitare tutte le principali attrazioni della città. La data di chiusura del concorso è il 6 novembre 2011.

Mostre a Roma: protagonista il Messico

Al momento del suo apogeo, tra il V e il VI secolo, Teotihuacán era una delle più grandi e floride città del mondo. Superava per dimensioni la Roma antica ed era il più importante centro ideologico, religioso ed economico dell’America precolombiana. Sull’improvvisa scomparsa di questo impero, che celebrava il Sole e la Luna con colossali piramidi, si fanno molte ipotesi ma sono di più i misteri che le certezze.

Classificate come patrimonio dell’umanità dall’Unesco, le rovine di Teotihuacan si trovano 50 km a nord di Città del Messico e rappresentano uno dei siti più importanti del Messico. In attesa di fare un lungo viaggio, chi è interessato a questa antica civiltà, alle sue tradizioni, cosmologia e rituali può ammirare oltre 400 reperti dell’impero di Teotihuacán, al Palazzo delle Esposizioni a Roma.

Teotihuacán, la città degli dei è un percorso attraverso sette gallerie espositive, ognuna delle quali narra aspetti ancora poco noti delle usanze di un popolo e della sua cultura, che fu all’origine delle grandi civiltà mesoamericane più conosciute dal grande pubblico. Le pitture murali, i vasi, le maschere, gli utensili da costruzione, le statuette di ossidiana e i modellini di edifici teotihuacani, rinvenuti nel sito e trasferiti per la prima volta fuori dal territorio messicano, trasportano il visitatore in mondo misterioso e affascinante.
Molti pezzi esposti documentano i sacrifici, le tecniche usate per uccidere le vittime da consacrare nei templi al Dio della Pioggia o al Serpente Piumato, divinità mesoamericana in seguito chiamata Quetzalcóatl dagli aztechi. Ad aiutare il visitatore nella decifrazione degli aspetti più rilevanti di questa grande civiltà precolombiana, le testimonianze dirette di archeologi ed antropologi internazionali, che ogni settimana organizzano interessanti incontri con il pubblico.
Teotihuacán, la città degli dei. Palazzo delle Esposizioni, Roma: 9 novembre 2010 – 27 febbraio 2011.

In contemporanea, il Palazzo delle Esposizioni ospita altre due mostre dedicate al Messico. La prima è “Mexico. Immagini di una rivoluzione”, una selezione di fotografie che raccontano attraverso 179 scatti d’epoca gli accadimenti cruciali della prima grande rivolta sociale del mondo moderno e le tragiche vicende che l’hanno accompagnata. Immagini simbolo dei protagonisti del movimento politico e della lotta armata, da Francisco Madero a Emiliano Zapata, da Pascual Orozco a Pancho Villa, scorrono insieme alle testimonianze fotografiche che rappresentano con crudezza i luoghi e il quotidiano di tanti uomini e donne coinvolti nella rivoluzione messicana e immortalati durante i dieci anni di rivolta, dal 1910 al 1920.
Mexico. Immagini di una rivoluzione. Palazzo delle Esposizioni, Roma: 5 ottobre 2010 – 9 gennaio 2011.

Completano l’omaggio dedicato ai centocinquant’anni dell’indipendenza del Messico i disegni a matita dell’artista contemporaneo Carlos Amorales. La mostra ripercorre l’immaginario artistico di Amorales attraverso sei poderose installazioni di grande impatto visivo realizzate tra il 2005 e il 2010.
Mexico. Carlos Amorales. Remix. Palazzo delle Esposizioni, Roma: 9 novembre 2010 – 27 febbraio 2011.

Informazioni, orari e biglietteria on line sul sito del Palazzo delle Esposizioni
Chi decide di passare qualche giorno a Roma in questo periodo può cogliere l’occasione di ammirare i capolavori di Van Gogh esposti al Complesso del Vittoriano fino al 6 febbraio 2011.

Mostre: Van Gogh a Roma

Dall’8 ottobre fino al 6 febbraio 2011 il complesso del Vittoriano a Roma ospita una mostra d’eccezione: settanta capolavori che illustrano l’intero percorso creativo di Van Gogh, uno dei più amati pittori moderni.
Non ci sarà il Van Gogh dei Girasoli e delle nature morte ma molti altri capolavori, tra i quali due famosi autoritratti, provenienti dal Van Gogh Museum, i Piantatori di patate (dal Von der Heydt-Museum di Wuppertal), Il viadotto (Guggenheim Museum), le Contadine chine al lavoro (Kröller-Muller Stifting) e gli Orti a Montmartre (Van Gogh Museum).
Le opere del geniale artista olandese sono affiancate da oltre trenta dipinti di suoi contemporanei, quali Gauguin, Cézanne, Pissarro e del suo maestro Millet.

Van Gogh torna a Roma dopo ben ventidue anni. Si tratta della mostra più attesa della stagione espositiva romana, con la quale la capitale spera di far il bis, dopo lo straordinario successo ottenuto con l’esposizione delle opere di Caravaggio alle Scuderie del Quirinale.
A giudicare dalle prenotazioni per gruppi, che hanno già raggiunto quota 70.000, l’interesse da parte del pubblico non manca. Gli organizzatori avrebbero fatto sapere che per i gruppi non c’é posto fino a febbraio.
Un appunto è però doveroso: chi non è in gruppo non può prenotare, per evitare le code si può soltanto andare a comprare il biglietto di mattina per entrare il pomeriggio. Una grave mancanza da parte dell’organizzazione, impensabile in qualsiasi altra città europea dove si prenotano visite a mostre e musei anche on line, con paio di semplici clic.

Vincent Van Gogh
Campagna senza tempo – Città moderna
Complesso del Vittoriano
via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali) – Roma
Orario: Dal Lunedì al Giovedì: 9.30-19.30 Venerdì e Sabato: 9.30-23.30 Domenica: 9.30-20.30
Prezzo biglietti: € 10

Un suggerimento per gli appassionati del pittore maledetto. E’ stato pubblicato da poco in Italia Vincent, mio fratello, un ritratto denso di suggestioni del giovane artista, uscito dalla penna di sua sorella Elisabeth. Un buon viatico per chi si accinge ad ammirare i capolavori esposti a Roma.