All Posts Tagged With: "ponti"

A passeggio sui ponti di Budapest

Budapest: colta, elegante, signorile, con i suoi boulevard parigini e i ponti illuminati sul Danubio.
Fa freddo d’inverno a Budapest. Quando la stagione è particolarmente rigida, come quest’anno, il Danubio gela e le lastre di ghiaccio si muovono disordinatamente sotto la spinta della corrente. Ma il cielo non è sempre grigio, anzi proprio in questo periodo ci sono giornate magnifiche, con il sole che carica di luce la collina imbiancata del Castello, le facciate degli edifici ricoperti di piastrelle, le torrette e le cupole della città. Uno spettacolo.

Tra le tante opere architettoniche della città, i ponti meritano una nota a parte. Sono in tutto nove, distrutti dai nazisti alla fine della seconda guerra mondiale e in seguito completamente ricostruiti conservando la struttura originaria. Ma per quattro di essi, che si distinguono per maestosità ed eleganza, la visita e d’obbligo.

Budapest - Ponte delle Catene | © Klaus Koenig
Il più antico, il Ponte delle Catene (Lánchíd), fu il primo collegamento tra Buda e Pest, realizzato a metà ottocento su iniziativa del conte Istvan Szecheny. La struttura è sostenuta da massicce catene di sospensione in ferro battuto, collegate a due torrette gemelle in stile neoclassico. Due coppie di leoni in pietra sorvegliano l’ingresso.
Passeggiando sui marciapiedi del ponte si può ammirare, su una sponda, l’immenso palazzo del Parlamento, sull’altra godere una magnifica vista di Buda e del Castello. Ma è di sera che il Ponte delle Catene dà il meglio di sé, quando i riflettori illuminano i pilastri e la fila di luci che corre lungo le maglie di ferro ne sottolinea l’elegante profilo e staglia un riflesso scintillante sulla superficie del Danubio.

Vent’anni dopo l’inaugurazione del Ponte delle Catene cominciò la costruzione del secondo ponte stabile di Budapest: il Ponte Margherita (Margit híd), che collega Szent István Boulevard a Margit Boulevard e tocca anche l’isola Margherita, polmone verde di Budapest molto frequentata durante il fine settimana per i bagni termali i giardini e i lunghi viali ombreggiati. Il ponte Margherita fu progettato dall’architetto Ernest Gouin che lo realizzò in stile barocco francese. E’ uno dei più trafficati della città, con quattro corsie per le auto e due linee di tram al centro. Attualmente è in fase di ricostruzione.

La terza opera costruita sul Danubio fu il Ponte della Libertà (Szabadság híd), a giudizio unanime il più bello di tutti. Intitolato all’imperatore Francesco Giuseppe, che lo inaugurò nel 1896 piantando l’ultimo chiodo sulla riva di Pest, è un’elegante struttura di ferro a tre campate, in stile art nouveau. Sulla cima dei quattro piloni è effigiato un turul, uccello della mitologia ungherese simile all’aquila, nell’atto di spiccare il volo.
Durante la guerra fu danneggiata solo la parte centrale del Ponte della Libertà che quindi fu il primo ad essere ricostruito conservando quasi intatta la sua struttura originale. All’estremità del ponte, sulla sponda di Pest, si sbocca a Fővám Square dove c’è il più grande mercato coperto della capitale ungherese. Anche il Ponte della Libertà è sapientemente illuminato e di sera offre scorci di particolare suggestione.

Il bianco Ponte Elisabetta, che porta il nome della regina tanto amata dagli ungheresi, era in origine un ponte sospeso a cavi in ferro, come il Ponte delle Catene; durante la seconda guerra mondiale venne fatto saltare in aria e subì danni irreparabili. Per rendersi conto della struttura originale si può andare al Museo dei Trasporti di Budapest dove sono esposte alcune foto d’epoca. Nella ricostruzione i progettisti ungheresi utilizzarono i pilastri originali ma optarono per una forma più moderna. Inaugurato nel 1964, il nuovo ponte Elisabetta è il più alto ponte di Budapest e si trova ai piedi della collina Gellert in uno dei punti più panoramici della città.

Budapest | © Klaus Koenig
Chi volesse visitare la capitale ungherese nei freddi mesi invernali può mitigare i rigori del clima andando a “passare le acque”. Budapest vanta infatti un centinaio e più di sorgenti di calde acque minerali e un’antica tradizione termale che risale all’epoca dei turchi. Alcuni stabilimenti termali storici sono annessi agli alberghi di categoria elevata, come il Gellert, ma accettano anche clienti esterni.

Secondo l’Hotel Price Index di Hotels.com, il prezzo a camera per notte nei migliori hotel di Budapest è diventato più vantaggioso, a seguito di un calo delle presenze nel secondo trimestre 2010. Ad esempio il Kempinski Hotel Corvinus, un 5 stelle recentemente rinnovato, situato in posizione centrale: prezzi a partire da €109.

Le foto sono di Klaus Koenig Photographer

La guida della città: BudapestEDT / Lonely Planet, 19,50€

Natale e Capodanno in crociera

L’estate è finita ma la voglia di viaggiare no. Si pensa già alle prossime ferie, a come sfruttare il ponte del primo novembre o quello dell’Immacolata, a dove andare per Natale, che non è poi così lontano. Prenotare con due mesi di anticipo vuol dire assicurarsi prezzi migliori e poter scegliere liberamente tra la gamma di offerte, grazie alla più ampia disponibilità di posti liberi.
Questa regola è tanto più vera quando il viaggio coincide con l’alta stagione, come per le festività di Natale e Capodanno; giocare d’anticipo, monitorando per tempo le tariffe aeree, le offerte per i pacchetti vacanza o quelle per le crociere, è il modo migliore per risparmiare e non lasciarsi sfuggire le occasioni migliori.
A proposito di crociere, un classico per i viaggi al caldo quando da noi è inverno, Lastminuteclick.it propone nel mese di ottobre una formula per prenotare la vacanze con Costa e MSC a prezzi scontati fino al 50%; per le crociere di Natale e Capodanno, si può usufruire di tariffe promozionali, scegliere e riservare il viaggio con un anticipo di soli 100 euro.

Tra le proposte per un Natale in crociera nei paesi caldi, spiccano le offerte per i Caraibi. Solo per citare un esempio, su Costa Atlantica si salpa da Fort Lauderdale, in Florida, e si toccano le Key West, l’arcipelago corallino amato da Hemingway, Ocho Rios in Giamaica, l’isola di Gran Cayman, con le sue acque calde e cristalline, e la piccola Cozumel, al largo delle coste dello Yucatan, in Messico, per rientrare in Florida dopo 9 giorni di navigazione.
Partenza da Milano Malpensa il 19 dicembre; prezzi a partire da €1520, con un risparmio sul prezzo di listino di 160 euro/persona.

Acque trasparenti e barriere coralline da sogno scegliendo la crociera su Costa Marina: 8 giorni lungo le coste del Mar Rosso, da Sharm El Sheikh a Adabiyah, Safaga, Aquaba (Giordania) e infine Eilath (Israele). Durante le soste sono proposte interessanti escursioni, come quella alle piramidi e al museo egizio del Cairo, a Luxor, nella valle dei templi più suggestivi dell’Egitto, e alla mitica Petra, la millenaria città scavata nella roccia.
Partenza da Milano Malpensa il 23 dicembre; prezzi a partire da €920, con un risparmio sul prezzo di listino di 180 euro/persona.

Per chi cerca un’esperienza nuova e affascinante, sole caldo e aria tersa, la crociera negli Emirati Arabi è una delle più recenti proposte, in grado di mettere d’accordo la voglia di mare con il desiderio di conoscere il volto dei paesi degli sceicchi: oasi, cammelli e mercati, ma soprattutto città ultramoderne, che spuntano dal deserto come futuristiche enclave tra le dune e il mare. Costa Luminosa salpa da Dubai e tocca, durante 9 giorni di navigazione, Muscat, Al Fujarah, Abu Dhabi e Bahrein, rientrando a Dubai dopo 9 giorni di crociera nel Golfo Persico.
Partenza da Milano Malpensa il 20 dicembre; prezzi a partire da €1320, con un risparmio sul prezzo di listino di 260 euro/persona.

Anche per Capodanno tante proposte, per crociere lungo gli itinerari più belli dei Caraibi, del Golfo Persico, del Mediterraneo, in combinazione con Canarie e Azzorre.
Senza dimenticare, come si diceva all’inizio, la possibilità di sfruttare i ponti del primo novembre o dell’Immacolata; in questo caso ci si può concedere una pausa relax con una mini-crociera da 4-5 giorni, partendo da tutti i principali porti italiani. Non c’è che l’imbarazzo della scelta: se state pensando ad una crociera, questo è il momento giusto per prenotarla.

Questo sito web utilizza i cookie per monitorare gli accessi e la condivisione dei contenuti e altri cookies di terze parti. Premendo OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito ne accetti il loro utilizzo.

Privacy Page