All Posts Tagged With: "roma"

Voli Roma Milano, guerra dei prezzi

Evviva la concorrenza quando è dalla parte dei consumatori. In questo caso dei viaggiatori.
Qualche giorno fa la compagnia britannica EasyJet ha debuttato sulla Roma-Milano, la tratta più redditizia d’Italia, da sempre monopolio Alitalia. Parliamo di Milano città e cioè aeroporto di Linate, non di Malpensa o di Orio al Serio, dove le compagnie low cost – Ryanair e la stessa EasyJet – si erano già aggiudicati gli slot disponibili. Chi viaggia tra Roma e Milano, soprattutto se si sposta per lavoro, non vuole atterrare in un aeroporto che dista un’ora e più di autobus dal centro.
Airbus 319 Alitalia - Common Creative CCL  3.0, author: Universe876
Per Alitalia è stato un duro colpo. Le tariffe EasyJet, che partono da 29,75 euro a tratta tasse incluse, potrebbero far perdere all’ex compagnia di bandiera una larga fetta di clientela.
Per tutta risposta Alitalia rilancia la sua offerta speciale: “Con la tariffa Easy Basic di 89 euro andata e ritorno – sottolineano dalla compagnia – sono inclusi banchi check-in, biglietterie e gate di imbarco riservati, fast track per i controlli di sicurezza, un bagaglio in stiva, il servizio di catering e distribuzione di quotidiani a bordo e fino a 1.000 miglia del programma MilleMiglia Alitalia”.
E poi c’è la frequenza: nelle ore di punta, al mattino presto e alla sera, Alitalia garantisce un volo ogni 15 minuti, per un totale di circa 60 collegamenti giornalieri nei giorni feriali.

Basteranno queste soluzioni di viaggio a battere la concorrenza? Intanto godiamoci gli effetti positivi della guerra dei prezzi.
I voli EasyJet sono operativi dal 25 marzo ma si va a regime dall’8 aprile, con cinque voli gionalieri durante la settimana lavorativa, qualcuno di meno durante il weekend. E poi ci sono sempre Italo e Freccia Rossa, che in tre ore ti portano da una città all’altra. Chissà, magari ci attende qualche bella sorpresa anche sul prezzo dei treni.

L’ostello si fa bello

Chi l’ha detto che l’ostello è adatto solo ai viaggiatori giovani con lo zaino in spalla? E chi l’ha detto che l’ostello è un posto squallido e sporco in cui si deve per forza di cose fare a meno del bagno privato?

All’estero l’ostello fa tendenza, da noi ancora no. Ma ci stiamo a poco a poco arrivando, soprattutto da quando sono nati gli ostelli di lusso. Un controsenso? No, perché per soddisfare le esigenze del turista attento al budget, di chi viaggia in famiglia o con gli amici era necessario inventarsi una formula di alloggio che fosse allo stesso tempo economica e confortevole.
Perciò ecco che nelle grandi capitali e lungo i principali itinerari turistici spuntano come funghi alloggi decisamente low cost ma pari, quanto a efficienza e qualità dei servizi, alle migliori strutture alberghiere. Qualche esempio?

A Stoccolma in pieno centro l’ostello di lusso si chiama Old Town Hostel; comodissimo, in quanto situato a soli 5 minuti a piedi dalla stazione centrale, elegante perché ricavato da un edificio del 17imo secolo, modernissimo visti gli interni di design e i servizi hi tech, tra cui la connessione wi-fi gratuita. Prezzi a partire da 23,6€ a persona.

Spostiamoci a Berlino. One80 Hostel Alexanderplatz non ha quasi bisogno di presentazioni: una bella struttura, in un bel quartiere, con bella gente. Dormitori e stanze private, prezzi a partire da 12€ a persona.

Barcellona. Avete presente il Paseo de Gracia, l’avenida con gli edifici firmati Gaudì e i negozi più chic? Ebbene è qui che si trova Casa Gracia Barcelona Central Hostel: piacevole e curatissimo nei dettagli, con una cucina ben equipaggiata, connessione wi-fi gratuita e postazione internet e ampi spazi in comune. Dispone di camere sia con bagno condiviso, sia con bagno privato; prezzi a partire da 26€ a persona.

Dormitori e accoglienti camere private anche al Palmers Lodge Swiss Cottage, che si trova in centro a Londra, Camden, Regents Park e West Hampstead, in un elegante edificio vittoriano recentemente ristrutturato. La colazione è compresa nel prezzo, cosa abbastanza rara per Londra. Prezzi da 18,73€ a persona.

Torniamo in Italia. A Roma va segnalato il Blue Hostel, che si trova alle spalle della basilica di Santa Maria Maggiore, quindi ad un solo isolato dalla Stazione Termini. E’ perfetto: stanze doppie con bagno privato, LCD TV, aria condizionata, connessione wifi, persino l’asciugacapelli. I prezzi partono da 45€ a persona. E’ vero che per un alloggio a Roma sono molto bassi, ma per un ostello, seppure all’avanguardia, ci voleva forse maggiore attenzione alle tariffe.

Estate in città con il low cost di qualità

Low cost e qualità possono andare d’accordo? Sì, se la parola d’ordine è senza fronzoli, no frills.
Nel settore dell’hotellerie è quello che vi vuole: il giusto comfort e l’essenzialità dei servizi a prezzi economici e trasparenti.

Siamo a Roma, nelle viuzze del popolare quartiere di Trastevere, proprio vicino al mercato di Porta Portese. Colori accesi e design contemporaneo caratterizzano gli ambienti comuni; nelle camere è attiva la connessione wi-fi gratuita e sempre gratis si può accedere ai canali Sky sul Tv a schermo piatto. C’è un climatizzatore regolabile, l’asciugacapelli, la cassaforte…ma non siamo in un quattro stelle. Perché qui al B&B Hotel Roma Trastevere una camera doppia costa solo 59€ a notte. A Roma in pieno centro e anche a Ferragosto. Ma anche a Firenze e a Pisa. Oppure 49€ per camera a notte a Monza, Padova, Torino e Udine. L’offerta è valida tutta l’estate dal 15 luglio al 9 settembre, negli alberghi italiani della catena B&B Hotels.
Parliamo di un marchio affermato in Europa, nato in Francia e poi sbarcato in Germania, Polonia, Portogallo, Spagna e da qualche anno anche in Italia. Ma che hanno di diverso dagli altri alberghi, oltre al prezzo competitivo?

Innanzi tutto la posizione. Tutti i B&B Hotels si trovano in centro città o vicino a fiere, stazioni ed aeroporti ma in ogni caso in location comode sia per il turista sia per chi viaggia per lavoro. A Firenze ad esempio c’è il B&B Hotels City Center di Santa Croce oppure B&B Hotels Firenze Novoli, ad appena 1 km dall’aeroporto.
Innovativa la formula della colazione a buffet, pensata per gli appetiti più vari. Con soli 6,90€ all you can eat… C’è chi riesce a immagazzinare abbastanza calorie per resistere fino a sera!
Se poi non c’è stato tempo di fermarsi al ristorante, al rientro in hotel troviamo non solo i distributori di snack e bevande ma anche, e questa è una bella novità, un forno a microonde per scaldare le pietanze e alcuni tavoli per sedersi a mangiare in tutta libertà.
Le comodità non finiscono qui. Chi viaggia in auto non deve preoccuparsi di trovare un posto sicuro per l’auto. Quasi tutti i B&B Hotels dispongono di un proprio parcheggio o hanno stipulato convenzioni con i parcheggi privati più vicini.
E per chi viaggia con gli animali? Argomento spinoso, soprattutto d’estate. Ebbene i vostri amici pelosi, purché non di grossa taglia, saranno i benvenuti nei B&B Hotels. Il contributo richiesto per l’amico a quattro zampe è di soli 5€ a notte.
La camera è a disposizione dell’ospite fino alle 12:00. Si prenota comodamente on line senza carta di credito; cancellazione gratuita con camera garantita entro le 19.00 del giorno d’arrivo.
Tanti servizi di qualità a prezzi basic. Si può fare, parola di B&B Hotels.
Fino al 6/9/2012 con il codice promo: AG010L i nostri lettori potranno usufruire di uno sconto speciale del 10%.

Roma: tornano le emozioni del “Piazza di Siena”

Un evento come il concorso ippico di Piazza di Siena è unico nel panorama italiano, grazie ad un prestigio e ad un successo di pubblico che lo accomunano, in portata, al Palio di Siena piuttosto che alle grandi corse di oltremanica.

Se, dunque, già il nome dell’evento vi invoglierà a cercare un bel hotel a Roma, addentrandovi tra i dettagli di questa ottantesima edizione, in programma dal 24 al 27 maggio, capirete subito ciò che la renderà ancora più speciale.

La tempistica è per l’appunto un aspetto da non sottovalutare per quest’anno: oltre a trattarsi di un anniversario speciale stiamo anche parlando dell’edizione che precede i Giochi Olimpici di Londra, e quindi un momento eccezionale per molti dei fantini in gara, desiderosi di mettersi in mostra prima di rappresentare la loro nazione.

Già dal giovedì 24 gli appassionati potranno dunque seguire, nella spettacolare cornice di Villa Borghese, qualificazioni sia per gare a livello nazionale che internazionale, che si divideranno tra categorie miste, a tempo, categorie di potenza, coppe giovani ed il Gran Premio Città di Roma per i class 11.

Anche se l’ippica non è il vostro pane quotidiano, crediamo che un evento di questo tipo possa aprire una finestra su un nuovo, affascinante mondo, la cui ricca tradizione risale al 1922, anno in cui il principe Marcantonio Borghese decise di riproporre nel territorio della Capitale le atmosfere dei palii senesi.

Quale occasione migliore, dunque, per scoprire questo sport proprio in tempo per le Olimpiadi di Londra, in cui il livello di adrenalina e competizione raggiungeranno livelli unici?

Ferrovie, finisce il monopolio di Trenitalia?

Nell’aria c’è odore di liberalizzazioni e sta per cadere anche uno degli ultimi e più forti monopoli italiani: Trenitalia. Dal 28 aprile, infatti, lungo i binari che collegano Napoli a Milano, passando per Bologna, Firenze e Roma, vedremo correre i treni della NTV (Nuovo Trasporto Viaggiatori). E questo è solo l’inizio. La compagnia ferroviaria, che ha tra i suoi azionisti Luca Cordero di Montezemolo e Diego Della Valle, ha già previsto collegamenti con altre città italiane, tra cui Venezia e Torino; e non si esclude una sua entrata persino nel settore del trasporto ferroviario regionale, da sempre l’incubo dei pendolari.

Italo, questo il nome del nuovo treno utilizzato da NTV, è l’ultima generazione di mezzi ferroviari. La caratteristica più innovativa di Italo, che è stato costruito in Francia nella patria del TGV, è un sistema di motorizzazione distribuita lungo tutto il treno; in poche parole, non ci sono più le motrici di testa e di coda. Ne consegue un aumento del 20% degli spazi dedicati ai passeggeri, minore generazione di rumore e di vibrazioni, maggiore sicurezza e diminuzione dei consumi e dei costi di manutenzione.

Grande attenzione è stata posta nel comfort dei passeggeri. E si vede subito: il pavimento delle carrozze, abbassato di 10 cm rispetto allo standard, rende molto più comodo l’accesso a bordo.
All’interno si apprezza immediatamente l’aumento delle superfici vetrate e, più in generale, l’ottimizzazione degli spazi, con sedute comode ma anche corridoi ampi, per consentire ai passeggeri di spostarsi più facilmente. Molto curati i dettagli e tutti quei particolari che possono rendere più piacevole il viaggio: poltrone di pelle anche in classe smart (la seconda classe), lucchetti per bloccare i bagagli, WiFi e film gratuiti.

I prezzi sono concorrenziali. Alcuni esempi: Napoli – Milano da 55€ , Roma – Milano da 45€, Firenze – Bologna da 15€. I biglietti si possono già acquistare on line, sul sito internet di Italo, oppure presso i distributori automatici nelle stazioni e nelle agenzie di viaggio.

L’entrata sul mercato di NTV non è la sola sfida lanciata a Trenitalia. Arenaways, la prima compagnia ad aver tentato l’assalto al monopolio delle Ferrovie dello Stato, è resuscitata dalle sue ceneri con il nome di Strade Ferrate Alta Italia e ora intende riprendere i suoi servizi.
Arenaways era partita con l’intenzione, ottima sulla carta, di creare una specie di linea circolare che avrebbe raccolto i pendolari tra Milano e Torino. Ma a pochi giorni dall’inizio delle corse l’Ufficio per la regolazione dei servizi ferroviari del Ministero dei Trasporti blocca il progetto; la motivazione è la concorrenza, non prevista, al contratto regionale di servizio di Trenitalia. Arenaways presenta ricorso e nel frattempo effettua corse Milano-Torino, senza però le soste intermedie previste dal progetto originario. I risultati non sono felici e la compagnia fallisce.

Nelle prossime settimane si dovrebbe finalmente conoscere l’esito del ricorso presentato a suo tempo da Arenaways; ma intanto Strade Ferrate Alta Italia ha ripreso alcune linee di trasporto treno+auto in collaborazione con le ferrovie tedesche ed olandesi e prevede di tornare operativa già dal prossimo giugno sulla linea Torino- Milano. Si parla inoltre di un comodo servizio di treni notturni che partiranno da Torino, Alessandria e Milano diretti a Bari e a Villa San Giovanni.

C’è ora da sperare che la maggiore concorrenza si tramuti in biglietti più economici e servizi migliori.

Giornata mondiale del turismo 2011: eventi e iniziative

Martedì prossimo, 27 settembre 2011, si celebra la trentunesima Giornata Mondiale del Turismo.
“Mai i popoli e le culture del mondo sono stati così vicini tra loro. Il turismo permette a milioni di persone di vivere ogni giorno più vicine” si legge nel messaggio di Taleb Rifai, segretario generale dell’UNWTO, agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di politiche turistiche e promuove lo sviluppo del settore, non soltanto in termini economici ma anche, e soprattutto, sotto l’aspetto della sostenibilità.

Il tema di quest’anno, “Il turismo e il confronto tra le culture”, pone l’accento sul dialogo, lo scambio, la tolleranza tra i popoli. Se gli operatori turistici e solo una piccola percentuale dei 940 milioni di turisti che nel 2010 hanno varcato le frontiere del proprio paese tenessero in giusto conto questi valori, il settore turistico potrebbe svolgere un ruolo straordinario nella promozione della pace e della comprensione internazionale.

Assuan, antica città egiziana tra Nilo e deserto, è stata scelta come capitale mondiale delle celebrazioni della Giornata Mondiale del Turismo 2011. Ma le iniziative e gli eventi sono come sempre numerosi. Ne citiamo solo alcuni, in ordine sparso.

Roma celebra la giornata del 27 settembre 2011 con un Forum, dal titolo “Turismo, quale collegamento tra culture”, promosso dall’Associazione VAS Onlus e patrocinato da diverse regioni italiane, province e APT. All’iniziativa aderiscono anche diverse ambasciate ed enti del turismo, tra cui Albania, Bolivia, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Bulgaria, Colombia, Cuba, Ecuador, Ghana, Libano, Lituania, Kenya, Polonia, Romania e Tunisia. L’appuntamento è alle 10:30 presso l’Università Popolare di Roma Upter (via IV Novembre, 157).
La Santa Sede, da sempre sensibile a questi temi, partecipa come ogni anno alle celebrazioni; e in occasione di questa giornata, i Musei Vaticani e alla Cappella Sistina apriranno gratuitamente al pubblico (orario: dalle 8:45 alle 16:45, ultimo ingresso 15:20).

Musei e mostre gratis anche a San Marino il 27/9. Sarà inoltre possibile godere di uno splendido panorama salendo gratuitamente in funivia da Borgo Maggiore al centro storico sul Monte Titano. Inoltre, diversi ristoranti della piccola Repubblica propongono interessanti menù etnici a 25 euro a persona.
Ma sono centinaia i ristoranti in tutta Italia che proporranno ai propri clienti piatti della tradizione e della storia culinaria, propria di ciascun territorio dello Stivale: a Lucca, ad esempio, sarà protagonista la prelibata trippa, Bergamo ha invece deciso di rilanciare il gusto del buon minestrone, preparato secondo l’autentica ricetta storica lombarda.

Invece, tutti i turisti che si troveranno a Valencia martedì 27 settembre potranno usufruire di una serie di sconti e di vantaggi: basta indossare un braccialetto distribuito presso gli Uffici turistici per visitare gratis i musei municipali ed avere diritto ad uno sconto del 20% sull’ingresso al Bioparc e del 15% per la Città delle Arti e delle Scienze. Inoltre, anche la Valencia Tourist Card sarà offerta con il 10% di sconto, mentre le visite guidate nei luoghi più caratteristici del centro storico si pagheranno solo 5 euro a persona.

Piccoli viaggiatori

Finiti i tempi in cui si rinunciava a viaggiare quando c’erano bambini piccoli in famiglia, la maggior parte dei genitori si organizza, seggiolini al seguito, e via.
Andare in vacanza con i pargoli non vuole dire scegliere per forza una destinazione poco attraente per i grandi; anzi, maggiore sarà l’entusiasmo dei genitori, di più cresceranno nei bambini passione interesse e curiosità per le nuove scoperte.

Mare, montagna, campagna, sono tutte mete perfette; ma vanno bene anche le città d’arte, a patto di interrompere la giornata con qualche pausa nei parchi pubblici o nei tanti musei e strutture dedicate ai più piccoli.
La visita di Parigi, ad esempio, può essere abbinata ad una giornata a , il parco divertimenti più apprezzato d’Europa, oppure al Parc Asterix, ispirato ai mitici personaggi di Goscinny e Uderzo.

Alle porte di Roma, invece, il Rainbow Magicland sta mettendo a punto le ultime attrazioni, ma è già aperto e propone fino al 23 giugno prezzi speciali: biglietto intero a 25€ (invece di 35€) e ridotto a 20€ (anziché 28€). Nei 600.000 metri quadrati di ambienti fatati i vostri piccoli troveranno il Gattobaleno, la mascotte del parco, e poi le Winx, Bombo, Huntik e Pop Pixie. Per i teenager emozione e divertimento sono assicurati dai roller coaster e da tante altre attrazioni adrenaliniche. I bambini di altezza inferiore ad un metro entrano gratis.

Se state pensando ad una vacanza al mare, diversi villaggi sia in Italia che nelle più belle località del Mediterreaneo offrono animazione dedicati ai più piccoli e servizi di mini club, baby club, biberonerie e baby sitting. Girovagando in rete, non è difficile trovare un’offerta conveniente per la famiglia; ad esempio Easyviaggio.com ha pubblicato sul suo sito una mini guida “Vacanze con i bambini” ricca di spunti e suggerimenti per organizzare una vacanza che possa mettere d’accordo le esigenze di genitori e figli.

Attenzione alle nuove norme per la carta d’identità e per il passaporto per chi viaggia con i figli minorenni.

Mostre a Roma: protagonista il Messico

Al momento del suo apogeo, tra il V e il VI secolo, Teotihuacán era una delle più grandi e floride città del mondo. Superava per dimensioni la Roma antica ed era il più importante centro ideologico, religioso ed economico dell’America precolombiana. Sull’improvvisa scomparsa di questo impero, che celebrava il Sole e la Luna con colossali piramidi, si fanno molte ipotesi ma sono di più i misteri che le certezze.

Classificate come patrimonio dell’umanità dall’Unesco, le rovine di Teotihuacan si trovano 50 km a nord di Città del Messico e rappresentano uno dei siti più importanti del Messico. In attesa di fare un lungo viaggio, chi è interessato a questa antica civiltà, alle sue tradizioni, cosmologia e rituali può ammirare oltre 400 reperti dell’impero di Teotihuacán, al Palazzo delle Esposizioni a Roma.

Teotihuacán, la città degli dei è un percorso attraverso sette gallerie espositive, ognuna delle quali narra aspetti ancora poco noti delle usanze di un popolo e della sua cultura, che fu all’origine delle grandi civiltà mesoamericane più conosciute dal grande pubblico. Le pitture murali, i vasi, le maschere, gli utensili da costruzione, le statuette di ossidiana e i modellini di edifici teotihuacani, rinvenuti nel sito e trasferiti per la prima volta fuori dal territorio messicano, trasportano il visitatore in mondo misterioso e affascinante.
Molti pezzi esposti documentano i sacrifici, le tecniche usate per uccidere le vittime da consacrare nei templi al Dio della Pioggia o al Serpente Piumato, divinità mesoamericana in seguito chiamata Quetzalcóatl dagli aztechi. Ad aiutare il visitatore nella decifrazione degli aspetti più rilevanti di questa grande civiltà precolombiana, le testimonianze dirette di archeologi ed antropologi internazionali, che ogni settimana organizzano interessanti incontri con il pubblico.
Teotihuacán, la città degli dei. Palazzo delle Esposizioni, Roma: 9 novembre 2010 – 27 febbraio 2011.

In contemporanea, il Palazzo delle Esposizioni ospita altre due mostre dedicate al Messico. La prima è “Mexico. Immagini di una rivoluzione”, una selezione di fotografie che raccontano attraverso 179 scatti d’epoca gli accadimenti cruciali della prima grande rivolta sociale del mondo moderno e le tragiche vicende che l’hanno accompagnata. Immagini simbolo dei protagonisti del movimento politico e della lotta armata, da Francisco Madero a Emiliano Zapata, da Pascual Orozco a Pancho Villa, scorrono insieme alle testimonianze fotografiche che rappresentano con crudezza i luoghi e il quotidiano di tanti uomini e donne coinvolti nella rivoluzione messicana e immortalati durante i dieci anni di rivolta, dal 1910 al 1920.
Mexico. Immagini di una rivoluzione. Palazzo delle Esposizioni, Roma: 5 ottobre 2010 – 9 gennaio 2011.

Completano l’omaggio dedicato ai centocinquant’anni dell’indipendenza del Messico i disegni a matita dell’artista contemporaneo Carlos Amorales. La mostra ripercorre l’immaginario artistico di Amorales attraverso sei poderose installazioni di grande impatto visivo realizzate tra il 2005 e il 2010.
Mexico. Carlos Amorales. Remix. Palazzo delle Esposizioni, Roma: 9 novembre 2010 – 27 febbraio 2011.

Informazioni, orari e biglietteria on line sul sito del Palazzo delle Esposizioni
Chi decide di passare qualche giorno a Roma in questo periodo può cogliere l’occasione di ammirare i capolavori di Van Gogh esposti al Complesso del Vittoriano fino al 6 febbraio 2011.

Mostre: Van Gogh a Roma

Dall’8 ottobre fino al 6 febbraio 2011 il complesso del Vittoriano a Roma ospita una mostra d’eccezione: settanta capolavori che illustrano l’intero percorso creativo di Van Gogh, uno dei più amati pittori moderni.
Non ci sarà il Van Gogh dei Girasoli e delle nature morte ma molti altri capolavori, tra i quali due famosi autoritratti, provenienti dal Van Gogh Museum, i Piantatori di patate (dal Von der Heydt-Museum di Wuppertal), Il viadotto (Guggenheim Museum), le Contadine chine al lavoro (Kröller-Muller Stifting) e gli Orti a Montmartre (Van Gogh Museum).
Le opere del geniale artista olandese sono affiancate da oltre trenta dipinti di suoi contemporanei, quali Gauguin, Cézanne, Pissarro e del suo maestro Millet.

Van Gogh torna a Roma dopo ben ventidue anni. Si tratta della mostra più attesa della stagione espositiva romana, con la quale la capitale spera di far il bis, dopo lo straordinario successo ottenuto con l’esposizione delle opere di Caravaggio alle Scuderie del Quirinale.
A giudicare dalle prenotazioni per gruppi, che hanno già raggiunto quota 70.000, l’interesse da parte del pubblico non manca. Gli organizzatori avrebbero fatto sapere che per i gruppi non c’é posto fino a febbraio.
Un appunto è però doveroso: chi non è in gruppo non può prenotare, per evitare le code si può soltanto andare a comprare il biglietto di mattina per entrare il pomeriggio. Una grave mancanza da parte dell’organizzazione, impensabile in qualsiasi altra città europea dove si prenotano visite a mostre e musei anche on line, con paio di semplici clic.

Vincent Van Gogh
Campagna senza tempo – Città moderna
Complesso del Vittoriano
via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali) – Roma
Orario: Dal Lunedì al Giovedì: 9.30-19.30 Venerdì e Sabato: 9.30-23.30 Domenica: 9.30-20.30
Prezzo biglietti: € 10

Un suggerimento per gli appassionati del pittore maledetto. E’ stato pubblicato da poco in Italia Vincent, mio fratello, un ritratto denso di suggestioni del giovane artista, uscito dalla penna di sua sorella Elisabeth. Un buon viatico per chi si accinge ad ammirare i capolavori esposti a Roma.

Tutti in piazza per la “Notte dei Musei”

Porte aperte il 15 maggio a Roma per la Notte dei Musei, un’iniziativa che permetterà a romani e turisti di accedere gratuitamente a 80 spazi culturali della capitale: musei statali, civici, privati, accademie, istituti, case di cultura, chiese, palazzi storici, mostre permanenti e temporanee. Il tutto  dalle 20 alle 2 di notte. La capitale aderisce per il secondo anno consecutivo alla manifestazione internazionale, che si svolge dal 2005, e che quest’anno coinvolgerà oltre quaranta paesi.

Alla maratona culturale si aggiunge una ricca rosa di eventi: concerti, performance di teatro e danza, proiezioni scenografiche, installazioni artistiche, letture, proiezioni video, degustazioni, conferenze, lezioni, visite guidate e laboratori.

Nel resto d’Italia partecipano alla kermesse, con apertura straordinaria gratuita,  il castello di Piccolomini a Celano, in provincia di L’Aquila, e il Museo Nazionale D’Arte Medievale di Matera, il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria e la Pinacoteca Nazionale di Ferrara,

il Castello Miramare di Trieste, Palazzo Farnese a Caprarola (in provincia di Viterbo), Palazzo Reale a Genova, Museo Archeologico di Sirmione (in provincia di Brescia). E ancora la Rocca Roveresca a Senigallia (in provincia di Ancona), Area Archeologica di Sepino (in provincia di Campobasso), la Galleria Sabauda a Torino, Castello Svevo a Bari, il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, la Galleria degli Uffizi a Firenze, il Teatro Romano a Spoleto, il Museo Nazionale di Villa Pisani a Stra (in provincia di Venezia), gli scavi di Pompei e le Grotte di Pertosa.

Naturalmente queste sono alcune delle numerose adesioni arrivate da ogni parte d’Italia e, piacevole sorpresa, non solo dalle città d’arte più grandi e famose; sono numerosi, infatti, gli eventi artistici organizzati anche nei centri più piccoli.