All Posts Tagged With: "terme"

Musica e sci a Gastein con lo Snow Jazz Festival

Se amate lo sci e il jazz l’appuntamente di marzo è in Austria a Gastein con la 12 edizione dello Snow Jazz Festival.
Snow Jazz Gastein © Gasteinertal Tourismus GmbH Quest’anno la manifestazione ha come tema la Bella Italia e  vedrà la partecipazione di artisti italiani di fama internazionale come Gianluigi Trovesi, Gianni Coscia, Giovanni Mirabassi e Flavio Boltro, insieme a molti altri big provenienti da tutta Europa.

Il festival si svolgerà tra il 15 e il 24 marzo 2013 e i concerti si terranno in diversi hotel, allo “Sägewerk” jazz club e nella Festsaal di Dorfgastein.

Sci © Snow Jazz Gastein © Gasteinertal Tourismus GmbH Nello stesso periodo, dal 22 al 24 marzo, gli appassionati di sci alpinismo possono partecipare al primo Ski Touring Camp organizzato dall’ufficio turistico locale. Nelle due giornate di corso vengono spiegate le basi dello sci alpinismo, dedicando molta attenzione non solo alla preparazione, pianificazione e gestione delle escursioni ma anche al corretto comportamento nelle emergenze.

Lago alpino nelle Alpentherme  © Gasteinertal Tourismus GmbHE tra un concerto e un’escursione perché non concedersi qualche ora di relax in uno dei favolosi centri termali che la valle di Gastein offre?
Troverete piscine all’aperto e piscine coperte a diverse temperature, idromassaggi, saune di svariati tipi e dimensioni, bagni turchi, massaggi e tutto ciò che ci vuole per passare una giornata di pieno benessere.

La regione turistica di Gastein si trova nel cuore del Salisburghese e comprende i tre comuni di Dorfgastein, Bad Hofgastein e Bad Gastein. I quattro comprensori della Valle mettono a disposizione degli sciatori circa 200 km di piste per tutti i livelli di capacità.
Viaggiando in auto il percorso migliore per arrivare è quello che, uscendo dall’Italia a Tarvisio prosegue per Villach, Möllbrücke e Obervellach fino a Mallnitz, da cui si raggiunge Gastein su un treno-navetta con trasporto auto. In alternativa uscendo dall’Italia dal Brennero si prosegue per Innsbruck, Zell am See e Lend.
Da Gastein si può visitare facilmente anche Salisburgo, raggiungibile in circa 1 ora di auto.

Alle terme per le feste: Portorose

A Portorose il benessere viene dal mare. Qui sull’Adriatico sloveno, a una trentina di chilometri da Trieste, le alghe, il fango marino, la sabbia e l’Acqua Madre delle saline di Sicciole sono prodotti utilizzati da almeno un secolo nella terapia riabilitativa, in campo estetico e per combattere lo stress.
Ma il vero toccasana è l’effetto combinato delle acque e dei fanghi termominerali con il sole e lo iodio di questo magico litorale. Insomma qualche giorno a Portorose serve a ritemprare corpo e spirito. Anche a Capodanno.

Il centro wellness del Grand Hotel Portorose occupa 7.500 metri quadrati ed è aperto tutto l’anno. Il suo fiore all’occhiello è il Sauna Park, con sette diversi tipi di sauna e l’originalissima Grotta Gelata, una camera di ghiaccio in cui si entra dopo la sauna per cospargersi il corpo di neve. Il whirlpool caldo, la cromoterapia, le cascate massaggio e le piscine di acqua di mare riscaldata completano l’offerta. Ma per chi vuole ritagliarsi momenti di massimo relax c’è altro.
La spa Wai Thai applica la millenaria sapienza thailandese ai più moderni programmi benessere; il massaggio tradizionale agli oli essenziali e gli altri trattamenti sono eseguiti solo da professionisti thailandesi.

Durante le festività di Natale c’è un ricco programma di eventi, concerti e manifestazioni sia negli alberghi del litorale che in città; e la sera di san Silvestro tutti in piazza Tartini a Pirano, il piccolo borgo di mare a circa 3 km da Portorose. Da non perdere il suo centro storico, è uno dei più bei gioielli della costa adriatica slovena.

Alle terme per le feste: Ischia

Mai come quest’anno c’è voglia di terme, anche a Capodanno. Il dolce abbraccio dell’acqua calda invece delle discese sulla neve. Le opportunità per fortuna non mancano, il Belpaese di terme ne ha tante.
Cominciamo da Ischia. D’inverno chiudono i grandi parchi termali, o giardini termali come li chiamano qua (non a caso visto che sono proprio favolosi e coloratissimi giardini), ma sono aperti i centri termali degli alberghi. L’isola d’Ischia è ricchissima di sorgenti termali e gli hotel provvisti di centro benessere e piscine di acqua minerale sono quasi di più di quelli che ne sono privi.

Le benefiche proprietà dei fanghi e delle acque termali ischitane sono riconosciute da sempre: terapie per combattere specifiche patologie muscolo-scheletriche, respiratorie e dermatologiche, oppure trattamenti estetici per restituire splendore alla pelle o ancora massaggi e bagni defatiganti, per una lunga pausa dallo stress.

Lo Strand Hotel Delfini di Ischia Ponte, un favoloso 4 stelle affacciato sulla magica baia di Cartaromana, oltre alle due piscine panoramiche esterne, ha una piscina coperta alimentata da acqua termale a 36°C, con doccia cervicale e idromassaggio. Vastissima l’offerta trattamenti per una remise en forme totale. Ma non solo.
Con un servizio navetta comodo e gratuito si raggiunge in pochi minuti un centro termale convenzionato con diverse piscine termali scoperte e coperte da 36°C e 38°C, idromassaggio, docce cervicali in grotta, percorso Kneipp e molto altro.
Alla sera tante proposte, una più frizzante dell’altra. E la notte di Capodanno è da sempre qualcosa di speciale. Il veglione qui lo fanno in grande, con prelibatezze partenopee a tavola, musica dal vivo, balli e fuochi d’artificio.

Non dimentichiamoci che a Ischia chi vuole concedersi una giornata di relax alle terme può farlo anche se alloggia in una pensioncina; in molti strutture infatti è consentito l’accesso alle piscine e al centro benessere anche a chi non è ospite dell’albergo. E poi ci sono sempre le terme comunali, aperte tutto l’anno. Insomma, Ischia è bella anche d’inverno e soprattutto quando è festa.

Massaggio da record a Bangkok

Che si fa per guadagnarsi un posto nel libro del Guiness dei Primati. Oggi a Bangkok 641 terapisti, vestiti in abiti tradizionali, hanno massaggiato 641 persone, in contemporanea e per 12 minuti.

Il massaggio di gruppo thailandese ha strappato il record all’Australia: nella terra dei canguri erano riusciti ad organizzare un massaggio collettivo con “appena” 263 persone della durata di cinque minuti.
L’evento ha avuto luogo in occasione del Thailand Medical Hub Expo ed è stato presieduto dal Premier e dal Ministro della salute thailandese. Lo scopo infatti era attirare l’attenzione dei media e promuovere il massaggio orientale e, più in generale, tutti i trattamenti termali che hanno reso la nazione del sudest asiatico famosa in tutto il mondo.

Il massaggio tradizionale thailandese dura circa due ore e Bangkok è piena di urban spa. Nei Beauty Center di Khao San Road un massaggio rilassante alle erbe costa 250 bath (circa 6 euro) ma nei centri termali di alta categoria si arriva a pagare venti volte tanto.

Trattamento Spa in omaggio con hotels.com

Prenota un soggiorno entro il 15 febbraio e ricevi un buono omaggio per un trattamento nella Spa dell’albergo: questa è la promozione benessere lanciata da hotels.com, leader nella prenotazione di hotel online. Potrebbe essere un’idea per regalare o regalarsi un San Valentino speciale, o per mettere in agenda un giorno o due di relax anche più in là, visto che il soggiorno si può effettuare fino al 31 marzo 2012.
La lista degli hotel aderenti all’iniziativa si trova alla pagina dedicata del sito e raccoglie un buon numero di possibili destinazioni, in Italia come in Europa o nel resto del mondo. Qualche esempio tra le offerte più interessanti:

Hotel Adler – Nova Levante
Un trattamento Spa gratuito prenotando entro il 15 febbraio. L’hotel si trova ad 1km dal lago di Carezza circondato dalle spettacolari Dolomiti del Catinaccio (Rosengarten) e del Latemar. Raccolto e delizioso ha solo 15 camere con balcone, un ristorante e una bella zona relax con sauna e bagno turco. Camera doppia a partire da 93€

Grand Hotel Savoia – Genova
Un 5 stelle di grande eleganza che dispone di una Spa con 3 vasche idromassaggio, sauna, bagno turco, centro benessere e solarium sul tetto. Ottima la posizione, nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria e poco lontano dall’Acquario e dai principali luoghi di interesse di Genova. Molto curato anche il servizio di ristorazione. Un trattamento Spa gratuito offerto a chi prenota entro il 15 febbraio. Camera doppia a partire da 100€

Hotel Palacio Estoril – Cascais, Portogallo
Un albergo dalla lunga tradizione, risalente al 1930, affacciato sulla baia di Cascais, a soli 20 minuti dal centro di Lisbona. Relax garantito e servizio impeccabile all’altezza della sua categoria (5 stelle). Dispone di piscina coperta e scoperta con acqua termale e di un centro benessere ispirato alla tradizione orientale. Prenotando entro il 15 febbraio 2012 si riceve in omaggio un buono da 25€ da spendere per qualsiasi trattamento nella Spa dell’hotel. Camera doppia a partire da 100€

Confortel Aqua 4 – Valencia, Spagna
Un hotel di design, piacevole e funzionale, ad appena un isolato dalla Città delle Arti e della Scienza e dall’Acquario, mete obbligate per chiunque visiti la bella città di Valencia. Il centro si raggiunge in 10 minuti con i mezzi pubblici. Spettacolare la piscina panoramica situata nell’area benessere. Trattamento Spa gratuito per le prenotazioni effettuate entro il 15 febbraio 2012. Camera doppia a partire da 65€

Weekend alle terme, vicino casa o quasi

Una fuga dalla città per festeggiare un compleanno, un anniversario, un obiettivo raggiunto, oppure solo per concedersi una pausa rilassante. Basta sfruttare bene il tempo, scegliendo una meta piacevole e, soprattutto, vicina.

Per chi abita nel nord ovest: Acqui Terme (AL)
A volte basta poco per ritemprarsi e fare il pieno d’energia, anche solo un sabato e una domenica. Il Grand Hotel Nuove Terme unisce ai servizi più moderni l’eleganza degli ambienti in stile liberty, con i decori e gli affreschi originali dell’epoca. La Spa interna offre una vasta gamma di trattamenti e percorsi relax, studiati per il recupero delle energie fisiche e mentali.
In ottobre un weekend di due giorni/una notte costa a partire da 220 euro a persona e comprende: pernottamento, prima colazione e una cena nel ristorante dell’hotel, che propone un menu à la carte in cui spiccano i piatti della tradizione e i sapori del territorio. L’offerta include un trattamento purificante con i principi attivi delle acque termali (durata 50 min), l’accesso alla beauty farm e al percorso romano, con piscina termale 35ºC, idromassaggi, cascata cervicale, saune a diversa temperatura, hammam, frigidarium e aree relax.
Acqui Terme dista 74 km da Genova (A26, uscita casello Ovada), 122 km da Torino (A21, uscita casello Alessandria Sud) e 129 km da Milano (A7, svincolo Tortona, poi A21,uscita casello Alessandria Sud).

Per chi abita nel nord est: Bad Kleinkirchheim (Austria)
Oltrepassato il valico del Tarvisio, ad una quarantina di chilometri da Villach, Bad Kleinkirchheim è un grazioso centro termale della Carinzia, a 1.100 metri di quota.
L’Hotel Praegant è un raffinato albergo 4 stelle, con un ampio centro benessere dotato di piscina coperta, sauna finlandese, bagno turco alle essenze, sauna con infrarossi, cascata d’acqua, solarium e giardino d’inverno.
In ottobre un weekend di tre giorni/due notti in camera doppia comfort con trattamento di mezza pensione costa a partire da 294 euro a persona. L’offerta comprende 1 massaggio hot stone, ingresso giornaliero alle Terme Romane, sauna inclusa.

Per chi abita nel centro Italia: Montecatini Terme
Nel cuore della Toscana, immersa tra parchi secolari, Montecatini è la località della remise en forme per eccellenza. Un posto famoso, sede privilegiata di tante manifestazioni ed eventi, che però non tutti ancora conoscono da vicino.
L’offerta, valida per tutto il mese di ottobre, comprende: una notte in hotel 3 stelle con prima colazione, una cena (bevande escluse), preceduta dall’aperitivo in un locale storico, un presente di benvenuto e un pacchetto di trattamenti termali prezzo il centro benessere Excelsior, con l’ingresso all’oasi termale (sauna, bagno turco, docce termali, zona relax ai vapori termali ) e un massaggio corpo (durata50 min). Prezzi a partire da 125 euro a persona.
Montecatini Terme dista solo 65 km da Firenze e 330 km da Roma (A1, poi A11 Firenze-Mare, uscita Montecatini Terme).

Per abita nell’Italia del sud Italia: Ischia
Un fine settimana a prezzi imbattibili. L’offerta comprende: pernottamento, prima colazione, pranzo, cena, un massaggio antistress agli oli essenziali (durata 30 min) e libero accesso al centro benessere, che dispone di piscina interna, vasca idromassaggio, sauna finlandese e piscina esterna. La location è splendida: il confortevole Hotel Le Canne & Beauty di Forio d’Ischia, situato in ottima posizione sul versante più soleggiato dell’isola, a pochi passi dalla bella spiaggia di San Francesco.
Prezzi in ottobre a partire da 100 euro a persona.

 

Terme di Merano: piacere per corpo e anima

Tra le Alpi altoatesine la ricerca del benessere va ben oltre le mode, è tradizione e sapienza. Percorsi rigeneranti e disintossicanti, bagni di fieno, trattamenti a base di uva, pino mugo, castagne o miele sono solo alcune delle proposte dei numerosi centri wellness sparsi in tutta la regione.

Il centro relax nella sua massima espressione è a portata di mano. Le terme di Merano, che sorgono proprio nel cuore verde di questa deliziosa cittadina dal sapore austroungarico, sono una vera oasi di pace. Le sue 13 piscine coperte, 12 piscine all’aperto e un’area multisauna, nella quale i bagni di vapore, la sauna finlandese e i bagni aromatici si accompagnano alle vasche di acqua fresca e ad una rigenerante sala della neve, fanno di questa struttura uno dei parchi termali più grande e più attrezzato d’Europa.

Totalmente ristrutturate nel 2005, le Terme di Merano sono ospitate all’interno di un imponente edificio di vetro, acciaio e legno, un gioiello architettonico dalle linee moderne e pulite. Ogni dettaglio è curato all’esasperazione, dagli arredi realizzati con materiali naturali all’organizzazione degli spazi.

L’ampia piazza esterna, che si affaccia sulle rive del Passirio, è il luogo ideale per sedersi e fare due chiacchiere davanti a una tazza di caffè o ad una coppa di ottimo gelato; un bistrot interno offre comunque l’occasione di fare una pausa e gustare qualche specialità altoatesina.
Non poteva mancare uno spazio bimbi, dove i più piccoli possono divertirsi, seguiti da personale specializzato, mentre i genitori restano tranquillamente immersi nelle piscine calde.

Le terme di Merano sono aperte tutti i giorni dalle 9:00 alle 22:00. Il biglietto giornaliero costa 18 euro nei giorni feriali e 20 euro in quelli festivi. C’è comunque la possibilità di entrare solo per due o tre ore, nel qual caso il prezzo è di 12-13 euro. Altri dettagli: Terme di Merano

Merano è una cittadina che merita una visita, senza contare che nei dintorni c’è la possibilità di fare meravigliose escursioni; dunque, vale senz’altro la pena abbinare una giornata alle terme a qualche giorno di vacanza all’aria aperta.
Per alloggiare non c’è che l’imbarazzo della scelta. Scegliete tra decine di  hotel con centro benessere, alberghi di media categoria, garni o landhaus selezionati da Hotels.com, troverete sicuramente un buon indirizzo.

Maronti, un’idea diversa per la Pasqua ad Ischia

Trascorrere qualche giorno di vacanza a Ischia lontano dalla ressa, alloggiare in piccoli hotel di charme in riva al mare e abbandonarsi al caldo piacere delle sorgenti termali, senza però spendere un patrimonio? Missione possibile, persino a Pasqua, quando l’isola è presa d’assalto dai turisti.

Ischia vanta diversi luoghi incantevoli e ognuno merita una visita. Questa volta vogliamo suggerire un breve soggiorno lungo la costa meridionale dell’isola, quella più calda e assolata, dove si può passare qualche giorno in totale relax, dimenticandosi dell’auto, del traffico e dello smog.
Protagonisti del paesaggio sono il litorale dei Maronti e il piccolo borgo di Sant’Angelo.

Spiaggia Maronti - Ischia  (Wikipedia - Robdav69- public domain)

La spiaggia dei Maronti, la più lunga dell’isola, si estende per circa 3 km all’interno di un’ampia baia che va da Punta della Signora al promontorio di Sant’Angelo. Il colpo d’occhio è magnifico in qualsiasi stagione dell’anno, ma in questo periodo ancora poco adatto ai bagni, passeggiare lungo la spiaggia è particolarmente suggestivo.
La zona gode di un microclima del tutto particolare: baciata dal sole che tramonta solo nel tardo pomeriggio e protetta dalle colline di tufo che la riparano dai venti. La sabbia di Maronti svela, qui più che in molti altri punti dell’isola, la natura vulcanica di Ischia, a cui si deve la presenza di così tante sorgenti termali. Procedendo in direzione di Sant’Angelo e oltrepassata la sorgente di Olmitello, si arriva ad una profonda spaccatura che si apre sui fianchi della collina: il sentiero che conduce all’interno, lungo un percorso ombreggiato dalle alte pareti di tufo, termina ai bagni termali di Cava Scura.
Niente a che vedere con il lusso di Poseidon o con le piscine panoramiche di Castiglione. A Cava Scura, frequentata già dai tempi dei romani, lo stabilimento ha conservato l’antica struttura, con piccole stanze scavate nel tufo, nelle quali sono state ricavate vasche alimentate da un sistema idraulico che pompa l’acqua direttamente dalla sorgente.
Nei pressi di Cava Scura, ma direttamente sulla spiaggia, si può fare una sosta al sito delle Fumarole, noto per il fenomeno della sabbia bollente e dei vapori caldi che fuoriescono dal sottosuolo.
Poco oltre, la spiaggia finisce e la scelta è tornare indietro oppure imboccare la ripida salita che porta sulla collina e che conduce sul costone roccioso da cui si gode un panorama mozzafiato di tutta la baia. Arrivati in alto il sentiero diventa cementato e si snoda tra giardini fioriti e limonaie delle case padronali e dei primi hotel di Sant’Angelo abbarbicati sulla collina.
Prima di arrivare al borgo, con la sua piazzetta con bar e negozi alla moda, si costeggia lo stabilimento Aphrodite Apollon, che dispone di ben 12 piscine di acqua termale e che promette di aprire al pubblico proprio per Pasqua.
Giunti al porticciolo, davanti all’istmo che collega l’isolotto di Sant’Angelo alla costa, il panorama si apre sull’altro versante, segnato dalla baia di Cava Grado. Nelle viuzze lastricate di Sant’Angelo, seduti in un caffè all’aperto, termina l’itinerario alla scoperta di uno dei luoghi più affascinanti dell’isola d’Ischia.

Per l’alloggio due le opzioni possibili. La prima è quella di fermarsi a Sant’Angelo, una soluzione adatta a chi cerca, oltre alla bellezza del luogo, anche un ambiente vivace e animato di giorno e di notte. L’alternativa più adatta a chi predilige il silenzio e la quiete è invece quella di scegliere un hotel sulla strada panoramica che da Testaccio porta a Maronti.

Hotel Conte - Ischia - Hotels.comL’Hotel Conte è un centralissimo 3 stelle situato ai piedi di monte Sant’Angelo, con affaccio diretto sul porticciolo e a due passi dalla piazzetta. Le camere, 30 in tutto, non sono molto spaziose ma dispongono di tutti i servizi necessari e hanno dei bei balconi vista mare. Doppie nel weekend di Pasqua da 89 euro al giorno, compresa la prima colazione.

Villa Franz è incastonato nello sperone roccioso che separa la spiaggia dei Maronti dal centro di Sant’Angelo. Inutile dire che le stanze, ma anche l’ampia terrazza dove viene servita la colazione, godono di una vista spettacolare della baia; la spiaggia di Maronti, le Fumarole e la sorgente di Cava Scura sono a pochi passi. L’albergo è a gestione familiare e una calda accoglienza è garantita; doppie nel weekend di Pasqua da 85 euro al giorno, compresa la prima colazione.

Hotel Villa al Mare - Ischia - Hotels.comHotel Villa al Mare si trova sul lato opposto della baia, lungo la strada a tornanti che da Testaccio scende fino alla piazzetta di Maronti. Protetto alle spalle dal monte Cotto è inserito in un curato giardino ricco di piante fiorite e alberi da frutta. La spiaggia si raggiunge a piedi in circa 10 minuti, oppure con l’autobus, che ferma proprio davanti all’albergo. Tutte le camere, spaziose e ben arredate, offrono un superbo panorama. L’albergo dispone inoltre di una piscina panoramica alimentata da acqua termale a 33°. Doppie nel weekend di Pasqua da 90 euro al giorno, compresa la prima colazione.

Un tuffo di benessere

Gli stressati lo sanno: non c’è niente di meglio per staccare la spina che concedersi un giorno o due di relax alle terme o in una SPA, acronimo latino di Salus per Aquam. Per fortuna il territorio italiano è ricchissimo di sorgenti termali; in qualunque regione riaffiorano acque calde, provenienti da fonti a diverse profondità, ognuna con la sua peculiare temperatura e composizione salina.

Le acque termali, le cui virtù benefiche erano note già dagli antichi romani, sono un potente alleato per le persone affette da disturbi reumatologici e respiratori. Ma è soprattutto agli epicurei e ai fautori della remise en forme che si deve il boom del comparto termale: agli stabilimenti tradizionali, che in Italia sono più di trecento, si aggiunge una miriade di centri benessere, dotati di piscine d’acqua calda e bagni di vapore, che pur non essendo alimentati da acque termali, sanno regalare comunque magici momenti di piacere e relax.

Una delle ultime proposte nel vasto ventaglio di offerte viene dalla Toscana. In provincia di Siena, nel cuore del parco termale Acqua Santa di Chianciano, ciascun ospite può scegliere il percorso più adatto alle sue esigenze. Nei 1.300 metri quadri delle terme sensoriali i bagni caldi, gli idromassaggi e le esperienze termali classiche si fondono con i principi delle filosofie orientali, della cromoterapia e della musicoterapia.

Per gli amanti del benessere questa struttura, costruita con i principi della bio-architettura ed elegantemente arredata con materiali naturali, è un vero paradiso in terra: vasche interne di acqua a 36° profumata da essenze fitoterapiche; grandi piscine interne in travertino, collegate all’esterno nel verde del parco; vasche con acqua a 34° riempite di sali del Mar Morto, dove ci si lascia galleggiare in completo abbandono; grotta delle argille con tre fanghiere da cui attingere fango termale arricchito da fitoessenze, per poi passare al calidarium dove, grazie all’ambiente umido, si prolunga l’effetto rimineralizzante e disintossicante dell’argilla.

Ma le meraviglie non finiscono qui, perché un ampio spazio è dedicato anche al mondo delle saune e dei bagni a vapore; e infine, per una sferzata d’energia, il passaggio dal caldo al freddo nell’ice crash, un locale tutto bianco che mette a disposizione degli ospiti più coraggiosi nebbie gelate e ghiaccio frantumato che, passato sul corpo, stimola la parete dei vasi e la circolazione sanguigna.

E i prezzi? Con Lastminute.com il percorso sensoriale alle terme di Chianciano, dal lunedì al venerdì, costa 80€ a coppia.

Sulla neve in Val Gardena

Il bollettino neve della Val Gardena lo conferma: Natale e Santo Stefano saranno giornate perfette per sciare. Con le montagne più belle d’Europa, panorami mozzafiato e una coltre bianca e compatta Ortisei, Santa Cristina, Selva sono il paradiso degli sciatori.

In Val Gardena lo sci è qualcosa di più di un’attività turistica: è qui che fu fondato il primo skiclub, è qui che venne disputata la prima gara di discesa, ed è da qui che questo sport si è diffuso ad altre regioni.

I gardenesi vantano 175 chilometri di piste, quelle da record per campioni e quelle facili per principianti, oltre a quasi 100 km dedicati al fondo. Tutte in perfette condizioni. Gli impianti fanno parte del Dolomiti-Superski, il più grande comprensorio sciistico delle Alpi.

I pinnacoli del Sassolungo e i bastioni del gruppo Sella, che circondano la valle, regalano a chi passa qualche giorno in Val Gardena colori, riflessi e sfumature diverse in ogni momento della giornata. Ma anche chi non è patito di sport troverà in questo angolo d’Alto Adige un’offerta di servizi di alta qualità, antiche tradizioni alpine e una gastronomia di tutto rispetto.

Tra le specialità locali spiccano le jufe, cioè le zuppe, proposte calde e fumanti in moltissime versioni; e poi speck e formaggi d’alpeggio, ragù di selvaggina, gnocchi tirolesi, costine di agnello, maiale affumicato e vari dolci caserecci.

Per non parlare del pane, arricchito con abbinamenti di farine e semi profumati, una vera delizia per gli occhi e il palato.
L’offerta alberghiera in Val Gardena, come nel resto dell’Alto Adige, si distingue per l’ottimo rapporto qualità prezzo.

Gli hotel ma anche le pensioni e i garnì sono accoglienti e curati, quasi sempre dispongono di un centro benessere e in questo periodo sono addobbati a festa. Per un caldo e bianco Natale.