All Posts Tagged With: "udine"

Suns Europe: la bellezza della diversità va in scena a Udine

Suns Europe quest’anno sarà elettro pop, rock&roll, ma anche rap, indie rock, percussioni elettroniche e molto, molto di più, perchè Suns non è solo musica. Il cast della tre giorni (dal 30 novembre al 2 dicembre) si sta delineando giorno dopo giorno: insieme ai ‘padroni di casa’ del Friuli, ci saranno band, registi, scrittori e attori provenienti da Paese Basco, Galles, Cantone dei Grigioni, Bretagna, Galizia, Bassa Sassonia, Occitania e ancora dal Sápmi (regione più comunemente conosciuta come Lapponia), Irlanda, Sardegna, Buriazia (che si trova vicino alla Mongolia).

Suns_Europe_2017Come ormai avviene da tre anni, Suns Europe sarà un confronto fra lingue con una storia antica e forme di comunicazione moderne e contemporanee. Un Festival fatto di arte, contaminazione, talento, pluralismo linguistico, creatività. L’appuntamento è sempre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine (ma non solo, quest’anno), quando a essere protagonisti saranno la musiche (musica), il cine (cinema), il teatri e la leterature (letteratura) declinati nelle lenghis minoritariis (lingue minoritarie) del Vecchio Continente.

Anche nel 2017 Suns Europe si conferma nuovamente come il principale Festival europeo che racconta, e fa conoscere, a tutti, le lingue minorizzate, tanto da godere, pure per la terza edizione, del Patrocinio del Consiglio d`Europa. L’obiettivo? Promuovere produzioni artistiche ricercate e originali, mostrando come la diversità linguistica in Europa, oltre a essere una ricchezza culturale e un diritto fondamentale, sia anche un’inestimabile risorsa creativa. Per questo sono attesi un centinaio di artisti, per dare vita a una vera e propria ‘Babele’ di lingue, di suoni, di contaminazioni da non perdere, che punta a coinvolgere i cittadini del Friuli nei tanti eventi inseriti nel programma. Una tre giorni ricca che culminerà nella serata-evento in programma al Teatro di Udine, sabato 2 dicembre, alle 21.

Suns Europe è un progetto realizzato dalle cooperative Informazione Friulana (editrice di Radio Onde Furlane) e Puntozero con il sostegno dell’ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane – Agenzia regionale per la lingua friulana), della Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Fondazione Friuli, in collaborazione con Comune di Udine, Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Babel Film Festival e che gode del Patrocinio del Consiglio d`Europa.

Comunicato stampa Suns Europe/ e-mail

Friuli Venezia Giulia: Ciak… si gira!

Sono diversi anni che la regione Friuli Venezia Giulia punta molto sul turismo sia italiano che estero. Le sue attività di promozione sono sempre molto interessanti e ben organizzate: a partire dai maxi stand organizzati per la BIT di Milano fino all’ottimo sito informativo dell’ufficio del turismo.

Con l’obiettivo di far conoscere sempre meglio le bellezze del territorio e la cordialità e l’ospitalità della gente friulana, Turismo FVG ha ora ideato, in collaborazione con il sito Zooppa, lo STREET VIEW LIVE CONTEST.

Con questo concorso si vuole raccogliere video che descrivano e raccontino in modo originale il Friuli Venezia Giulia e, in particolare, gli aspetti meno noti e più interessanti di Trieste, Udine, Gorizia e Pordenone.
I video, eventualmente con commento e musica, possono essere realizzati sia con l’utilizzo delle ultime tecnologie Smartphone e Tablets, sia più tradizionalmente, con videocamera o fotocamera digitale. La durata massima è di 60 secondi e il termine utile per l’invio è il 29 giugno 2012.

TurismoFVG ha messo a disposizione per questo contest un montepremi di 13.000 Zoop$ (1 Zoop$=1 $ US).

Tutti i video saranno vagliati da una giuria che individuerà i quattro ritenuti più meritevoli e rappresentativi, uno per ciascun capoluogo di provincia, che vinceranno 3.000 Zoop$ ciascuno; inoltre verrà premiato un video con “menzione d’onore” che vincerà 1.000 Zoop$

Se hai visitato il Friuli Venezia Giulia e sei un appassionato videoamatore non mancare di partecipare!  Ti consigliamo di consultare il regolamento sul sito e seguire le indicazioni ed i suggerimenti su come realizzare il video .

Magiche tradizioni dell’Avvento in Friuli Venezia Giulia

La neve tarda ad arrivare ma c’è aria di Natale su tutto l’arco alpino, dove già si va per mercatini; una tradizione nata in Germania e in Austria, che si è diffusa dappertutto ma che è particolarmente viva, in ragione della vicinanza geografica e culturale, in Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Se Trento, Bolzano, Bressanone e Vipiteno la fanno da padrone, nelle piazze del Friuli si va ben oltre i soliti noti. Ecco allora un calendario delle manifestazioni più genuine, dalla Carnia a Trieste.

2-13 dicembre 2011 – Festa di Santa Lucia a Gemona del Friuli
Una festa antica, amata da tutti i bimbi, riproposta all’insegna della tradizione: l’appuntamento è presso il centro di Borc di Plovie in località Piovega. La mattina dell’8 dicembre apertura delle bancarelle e della fiera mercato, cui seguirà un incontro con l’Associazione Tartufai del FVG e la degustazione di tartufo nero friulano (su prenotazione, fino ad esaurimento posti). Domenica 11 dicembre la marcia non competitiva (cjaminade di S. Lussie) a Gemona e dintorni; lunedì, invece, degustazione dei tradizionali “Vuès dal purcit”. Musica, spettacoli teatrali, animazioni per bambini allieteranno i giorni di festa e, per chi è intellettualmente curioso, serate di cinema in friulano. Cerca un hotel a Gemona.

11 dicembre 2011 – Sapori di Carnia a Raveo
Un mercatino dei prodotti agroalimentari per dedicare una domenica alle prelibatezze del territorio carnico. Nel piccolo comune di Raveo, una di quelle comunità che per aver saputo conservare e raccontare le proprie tradizioni fa parte dei Borghi Autentici d’Italia, la festa si fa con cose semplici: addobbi e decorazioni di pino, bacche e pannocchie e piatti che parlano di una civiltà contadina, povera ma orgogliosa dei propri valori. Si comincia con i sapori dimenticati della “colazione della nonna”, ovvero polente e brume e “crostes di polente tal lat” per continuare con crostini di pane con marmellata di olivello spinoso e mele. Per i palati forti è l’occasione di assaggiare il “formadi frant”, un prodotto artigianale di recupero, presidio slow food. Non mancano i piatti simbolo della Carnia, in primis i cjarsons alle erbe, frico, salumi affumicati e formaggi di alpeggio a diverse maturazioni. Cerca un hotel a Raveo.

19 dicembre – 6 gennaio – Borghi e presepi a Sutrio
Gaudenzio Straulino, detto Teno, maestro artigiano di Sutrio, ci ha lavorato pazientemente per trentanni ma è riuscito a realizzare un’opera unica e monumentale: il presepe di Teno lascia incantati per la ricchezza dei dettagli e la precisione dei mille ingranaggi che fanno rivivere le scene di vita quotidiana di un borgo carnico: la tessitura, la fienagione, il lavoro al mulino e in segheria, tutto perfettamente miniaturizzato, tutto rigorosamente in legno. L’inaugurazione della manifestazione Borghi e Presepi è domenica 19 dicembre alle 16:00, di fianco al municipio di Sutrio: ci sarà una rassegna di presepi artigianali, allestiti nei cortili, nelle cantine e per le vie del paese, realizzati dagli artigiani del legno di Sutrio e degli altri paesi della Carnia, nonché di Austria e Slovenia. Tra le varie iniziative anche il concorso “Straulino Gaudenzio – Teno”  intitolato al maestro artigiano venuto a mancare nel 1988. Cerca un hotel a Sutrio.

2-8 dicembre 2011 – Fiera di San Nicolò a Trieste
Il Babbo Natale triestino si chiama San Nicolò, ha una lunga barba bianca e il 6 dicembre porta doni e dolci a tutti i bambini buoni. Puntuale come sempre, anche il 6 dicembre di quest’anno San Nicolò (al secolo Fausto Settimi, produttore di miele che da cinque anni si presta al gioco) farà il suo ingresso a Largo Bonifacio, all’inizio di viale XX settembre, accompagnato dalle dame e dai cavalieri della “Venerabile Confraternita e Scuola di San Nicolò”. I bambini lo aspettano con un calzino che il buon santo riempirà di dolciumi mentre giocolieri e mangiafuoco si esibiscono per la gioia di grandi e piccini. Questo l’evento clou, ma la tradizionale fiera di San Nicolò è già aperta al pubblico dalle 8 del mattino fino alle 23: quest’anno si contano ben 108 espositori, che occupano festosamente viale XX settembre con i loro stand di oggettistica, hobbistica e prodotti alimentari. Cerca un hotel a Trieste.

8- 24 dicembre 2011 – Mercatino di Natale a Udine
Sempre caldo e accogliente, anche se il tempo è brutto, il mercatino di piazza Duomo a Udine, che apre al pubblico il giorno dell’Immacolata. Fino alla vigilia le casette rosse illuminate a festa ospiteranno creazioni artigianali, specialità gastronomiche e tante idee regalo. Vale la pena segnalare che l’8 dicembre sono aperti al pubblico tutti i musei cittadini e le mostre. Un motivo in più per andare. Cerca un hotel a Udine

Tipicamente friulano

Golosi d’Italia, l’appuntamento di riferimento di questo weekend è a Udine con Friuli DOC, la rassegna che meglio esprime la ricchezza culturale e gastronomica della regione.
Da giovedì 15 fino a domenica 18 settembre, c’è aria di festa e voglia di stare insieme nelle belle piazze e lungo le strade del centro, animate fino a notte inoltrata da chioschi, mostre e spettacoli musicali.

Ogni stand svela i segreti e le prelibatezze della zona da cui proviene. A piazza Duomo c’è la Carnia, con i suoi formaggi di malga, il buon Montasio DOP, le frittelle di mele, lo speck e la birra di Sauris, nonché gli squisiti cjarsons, i ravioli delle vallate carniche ripieni di erbe e di ricotta affumicata. I prodotti della Carnia saranno protagonisti anche a piazzetta Bertrando, via Vittorio Veneto e via San Francesco.
Sul Piazzale del Castello, sede dei Civici Musei e Galleria di Storia e Arte di Udine, sono riunite le pro loco delle comunità collinari: e qui troviamo, tra le tante eccellenze, il prosciutto di San Daniele e La Regina, la pregiata trota affumicata a freddo. Invece, le bontà del tarvisiano, polenta con formaggio e funghi, stinco di maiale e cervo in salmi, si gustano fumanti ai tavoli degli stand allestiti a Largo Ospedale Vecchio.

Piazza Libertà “la più bella piazza veneziana sulla terraferma” fa da teatro all’inaugurazione della kermesse; oggi pomeriggio alle 17:30 il sindaco di Udine, Furio Honsell, e Fabio Capello, attuale ct della nazionale inglese ma pur sempre friulano doc, penseranno a fare gli onori di casa sulle note scandite dalla Fanfara della Julia. Ed è nella centralissima piazza della Libertà che si presentano, sotto un profilo storico e turistico, gli 11 comuni della Provincia di Udine uniti sotto il brand “Terra dei Patriarchi”: Aquileia, Cividale, San Daniele, Gemona, Moggio Udinese, Tarcento, Zuglio, Codroipo, Marano Lagunare e Rosazzo. Una vetrina a cielo aperto per far conoscere agli ospiti di Friuli DOC le tradizioni di un territorio, che va dai monti al mare, e che si esprime con i suoi prodotti, le grappe, i vini, il miele, la gubana, il muset (tradizionale e gustoso cotechino prodotto con la morbida guancia del maiale), il frico (antico piatto povero locale, fatto con formaggio Montasio e patate), ma anche con le sue lavorazioni artigianali di pregio, tra cui spiccano tessuti ricamati a mano, ferri battuti e lavori d’alta oreficeria.
Le iniziative rivolte ai più piccoli trovano spazio a piazza Libertà, sotto il loggiato del Castello e nella corte di palazzo Morpurgo sotto i tendoni di “Bimbi Doc”.
In un ideale percorso del gusto non dovrebbero mancare le delizie d’oca di Jolanda de Colò: le trovate alla bottega bistrot aperta di recente sotto i portici di via Sarpi.

Friuli DOC è una consuetudine, ormai da 15 anni, per moltissimi friulani e per chiunque sappia godere delle piccole gioie della vita. Il consiglio è: andateci. Un clima di coinvolgente convivialità avvolge questa manifestazione, che non soltanto è un appuntamento enogastronomico di qualità, ma anche una buona occasione per apprezzare il patrimonio storico e artistico, forse troppo poco reclamizzato, dell’elegante città di Udine.

Friuli DOC richiama ogni anno decine di migliaia di visitatori, ma chi vuole alloggiare a Udine questo fine settimana può trovare ancora qualche buona offerta su Hotel.info. Una valida alternativa per trovare un albergo con un buon rapporto qualità prezzo è Gorizia, altra cittadina a misura d’uomo che dista poche decine di chilometri da Udine.