18 views

Notizie incredibili

Notizie per questo inizio d’anno tanto incredibili da apparire frutto della fantasia.
Medio oriente: dalle prime ore dell’alba gli israeliani hanno cominciato ad abbattere il muro di Gaza, a seguito dell’accordo definitivo di pace siglato con i palestinesi. Hamas ha già consegnato le armi e a mano a mano vengono aboliti i controlli alle frontiere dei territori palestinesi.
Altra notizia da Copenhagen: firmato nella notte, in videoconferenza tra i maggiori capi di governo del mondo, un addendum alla conferenza sul clima che prevede la fine delle emissioni di gas serra entro due anni. Anche dall’ONU buone nuove, la conferenza dei ministri del welfare ha deciso uno stanziamento mondiale per i paesi più poveri di 44 miliardi di dollari l’anno, esattamente quanto calcolato dal direttore generale della FAO per sconfiggere la fame nel mondo. Non finisce qui: a questa cifra bisogna aggiungere i contributi del WHO per la salute nonché l’impegno preso dalle più importanti case farmaceutiche mondiali di voler fornire ai paesi sottosviluppati medicine e vaccini al puro prezzo di costo.
Da pochi minuti AlJazeera trasmette un filmato di Al Qaeda nel quale si afferma che, vista la nuova situazione mondiale, il terrorismo non ha più ragione di esistere. Si sta indag
ando sull’autenticità del video, ma tutto fa ritenere che sia attendibile, tant’è che le truppe internazionali si apprestano a lasciare l’Afghanistan.

Anche a casa nostra le buone notizie non mancano. Con una legge approvata pochi minuti prima della mezzanotte si aboliscono una lunga serie di enti ed organismi inutili e si dimezzano il numero e i compensi di parlamentari, consiglieri ed assessori. I risparmi sono stati destinati alla copertura finanziaria di una nuova legge sul benessere, nella quale è affermato il principio che tutti hanno diritto alla felicità.
Purtroppo c’è anche una cattiva notizia, quella che tutto quanto scritto sopra non è la realtà. Ci sarebbe piaciuto che giornali e telegiornali questa mattina riportassero almeno alcune di queste “notizie”; possiamo però augurarci che, prima o poi, questo e molto altro possa diventare vero.
Nel frattempo, da tutti noi , un felice e sereno anno nuovo.

Questo post è stato pubblicato per la prima volta esattamente 10 anni fa sul nostro sito paesitropicali.com, purtroppo da allora quasi nulla è cambiato!

 

Articoli correlati:

Visite: 191

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.