218 views

I Caraibi facili: le norme anti-covid per la tua vacanza

Parleremo delle tre destinazioni più frequentate degli italiani ai Caraibi: Repubblica Dominicana, Cuba e Giamaica. Questi 3 paesi hanno una lunga tradizione turistica, molto frequentati dai turisti del nostro paese e quindi sicuramente più semplici per organizzare una vacanza, anche fai da te, in questo periodo complicato.

Per pima cosa vi consigliamo, prima di decidere di partire, di controllare bene il vostro stato di salute, di chiedere eventualmente consigli al vostro medico di fiducia, di vaccinarsi contro il COVID e di controllare bene la situazione del paese di destinazione anche relativamente ad altre condizioni sanitarie, meteorologiche o sociali.

repubblica dominicana
Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

REPUBBLICA DOMINICANA

Norme per l’arrivo

Per entrare nella Repubblica Dominicana attualmente non viene richiesto il test PCR negativo ma a tutti sarà misurata la temperatura all’arrivo e ad una percentuale di passeggeri tra il 3% e il 15% e a tutti coloro che presentano dei sintomi sarà effettuato un test rapido all’arrivo. Se si arriva con un volo dal Regno Unito allora sarà necessario presentere il certificato del test negativo oppure si è obblicati a fare il test all’arrivo e ad una quarantena di 7 giorni.

I passeggeri in arrivo o in partenza dovranno inoltre compilare un modulo elettronico di ingresso e uscita, che combina l’affidavit sanitario del viaggiatore ( con il quale si dichiara di aver non aver avvertito alcun sintomo correlato al COVID-19 nelle ultime 72 ore e si fornirniscono i dettagli di contatto per i successivi 30 giorni) , la dichiarazione doganale e i moduli di imbarco / sbarco internazionale.

Per tutti i turisti internazionali che arrivino esclusivamente con voli commerciali e soggiornino in un hotel è disponibile un piano di assistenza sanitaria temporanea e gratuita che fornisce copertura per le emergenze in caso di infezione  da COVID-19 mentre sei nel paese. La copertura comprende assistenza medica, trasferimenti medici, trasferimento di un parente, penalità per cambi di biglietto aereo, alloggio per soggiorni prolungati e sarà fornita gratuitamente ai visitatori che arrivano entro il 31 marzo 2021.

Norme anti-COVID

La mascherina è obbligatoria in aeroporto, nei centri commerciali, nei mezzi pubblici, negli ospedali e comunque nei luoghi in cui non e possibile manterere un distanziamento sociale di 2 m. Anche sulle spiagge si è tenuti al distanziamento sociale e sono vietati assembramenti o gruppi maggiori di 10 persone. Sono previsti periodi di coprifuoco durante i quali non è possibile circolare senza giustificato motivo, gli ospiti di hotel e resort possono comunque circolare all’interno della struttuta che li ospita.

Situazione COVID

La situazione aggiornata rilevata dal Center for Disease Control and Prevention degli USA

 

Cuba
Foto di David Mark da Pixabay

CUBA

Norme per l’arrivo

A  tutti i viaggiatori in ingresso è richiesta la presentazione di un test  PCR Covid-19  con risultato negativo, effettuato presso un laboratorio certificato e risalente a non oltre 72 ore precedenti l’ingresso a Cuba. I turisti in ingresso nel Paese, sono tenuti a  pagare una tassa sanitaria di 30 USD e verranno, comunque, sottoposti a un test PCR  in aeroporto e dovranno permanere in quarantena presso le strutture dove alloggiano in attesa dell’esito del test. Il tempo di attesa dei risultati dovrebbe essere 72 ore ma è stato segnalato che spesso l’attesa si prolunga per più tempo. Le Autorita’ sanitarie possono poi predisporre  ulteriori misure di sorveglianza sanitaria ritenute idonee, sia presso gli hotel o le atre strutture dove il turista alloggia.

 

Norme anti-COVID

La mascherina è obbligatoria nei luoghi pubblici e comunque nei luoghi in cui non e possibile manterere un distanziamento sociale di almeno 1 m.  Sono previsti periodi di coprifuoco notturni  durante i quali non è possibile circolare senza giustificato motivo.

Situazione COVID

La situazione aggiornata rilevata dal Center for Disease Control and Prevention degli USA

 

 

Giamaica
Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

GIAMAICA

Norme per l’arrivo

Per i viaggiatori in arrivo dall’Italia non è richiesta la presentazione di un test  PCR Covid-19  con risultato negativo è necessaria, però, una autorizzazione per entrare in Giamaica. La Travel Authorizations si ottiene compilando on line un modulo nel quale sono richiesti oltre i propri dati personali anche  informazioni relative all’eventuale esposizione al COVID-19.  Se privi di questa autorizzazione non sarà concesso l’imbarco sul volo diretto in Giamaica. I turisti potranno alloggiare solo in determinate strutture che sono state controllate ed autorizzate dalle autorità sanitarie e che si trovano in zone dette Resilient Corridors. Attualmente esistono 3 Resilient Corridor: da Negril a Portland lungo la costa Nord; New Kingston e dintorni dedicata al business; da Milk River a Negril lungo la costa Sud. Il viaggiatore può alloggiare in una o più strutture autorizzate ma non può uscire da queste zone.

 

Norme anti-COVID

La mascherina è obbligatoria nei luoghi pubblici e comunque nelle aree comuni dove possibile manterere un distanziamento sociale di 1,85 m.  Sono vietati assembramenti  con piu di 10 persone.

Situazione COVID

La situazione aggiornata rilevata dal Center for Disease Control and Prevention degli USA

Articoli correlati:

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.