210 views

Maldive, le vacanze continuano

Le Maldive sono state probabilmente una delle prime località turistiche “famose” a riaprire dopo l’emergenza COVID. Già dal 15 luglio dello scorso anno, infatti, dopo 110 giorni di chiusura delle frontiere, hanno riaperto le prime strutture turistiche. Oggi praticamente quasi tutti i resort, gli alberghi ed anche le guest house sono pronte ad accogliere i turisti.

Naturalmente gli stabilimenti turistici sono stati regolamentati con nuove norme di sicurezza ed anche ai visitatori si chiede il rispetto di norme di comportamento per poter godere di una vacanza senza problemi.

Maldive
Foto di Andreas Schau da Pixabay

Bisogna dire che la situazione geografica e logistica delle Maldive facilita il compito. Il concetto “Un isola, un resort” permette con più facilità di mantenere le distanze sociali senza causare grossi sacrifici.

I controlli, comunque, cominciano molto prima dell’arrivo in hotel. Per prima cosa è indispensabile avere una prenotazione confermata da una struttura turistica autorizzata, poi almeno 24 ore prima delle partenza, su un apposito portale, si e tenuti a compilare una dichiarazione sanitaria è bisogna anche possedere un certificato di test negativo emesso non prima di 96 ore dalla partenza.

All’arrivo viene garantito un visto gratuito turistico di 30 giorni, senza quarantena tranne nel caso di passeggeri con sintomi simil-covid che saranno invece indirizzate all’Agenzia di Protezione della Salute per accertamenti. Sbarcando dall’aereo è obbligatorio continuare ad indossare le mascherine, ci deve sottoporre allo screening termico e naturalmente rispettare le distanze di sicurezza. E’ consigliato, infine, ma non obbligatorio scaricare un APP simile alla nostra “Immuni“.

Il ritorno dalle Maldive è, relativamente più semplice.  Bisogna riempire un questionario e sottoporsi alla misura della febbre.  Chi ha la necessita di un test COVID per rientrare nel paese di origine può concordarlo con la direzione del resot in cui ha alloggiato.

Naturalmente se durate la vacanza appaiono sintomi attribuibili al COVID l’ospite sarà posto in isolamento e non potrà uscire dal resort prima della fine della quarantena.

Le autorità Maldiviane sono molto orgogliose dei riconoscimenti avuti per la loro attività per un turismo sicuro. In particolare hanno ricevuto la certificazione “Safe Travel Stamp” da parte del World Travel and Tourism Council e l'”Airport Health Accreditation” rilasciato dall’Airport Council International all’aeroporto internazionale di Velana.

Ma se qualcosa dovesse andare storto? Le Maldive hanno pensato anche a questo, con una speciale polizza assicurativa turistica, che può essere attivata fino a 24 ore prima dell’arrivo, che copre le spese mediche, quelle per l’isolamento, le spese di trasporto medico d’urgenza e perfino le spese di sepoltura!

Non ci resta che augurare buone vacanze a chi partirà per le Maldive!

 

 

 

Articoli correlati:

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.