Turismo e tecnologia: il chatbot di Neos

In questo periodo, nel quale viaggiare è ancora abbastanza complicato è si ha spesso la necessità di avere informazioni o chiarimenti per i propri viaggi, Neos, la compagnia aerea di Alpitour World, ha deciso di ricorrere alle nuove tecnologie per restare, ancora di più, in contatto con i propri clienti. In collaborazione con la Mauden, una ditta del gruppo RICOH, è stato creato un chatbot, denominato Sierra, capace di rispondere automaticamente alle principali domande che generalmente sono poste dai passeggeri.

chatbot intelligenza artificiale
Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Un chatbot, praticamente, è un software capace di elaborare e simulare conversazioni umane sia scritte che parlate mentre gli utenti interagiscono con il programma come se stessero parlando con una persona umana.

Già nel 1950 il matematico inglese Alan Turing, noto per la sua preziosa partecipazione alla decrittazione dei codici segreti nazisti durante la seconda guerra mondiale, ipotizzava la possibilità di creare un programma per simulare il linguaggio umano ma il termine chatbot (chat=conversazione e bot= robot) fu coniato, molti anni più tardi, dall’informatico Michael Mauldin , creatore di Lycos uno dei primi famosi motori di ricerca di Internet.

Questi programmi sono ormai molto diffusi. Alcuni sono più semplici e praticamente rispondono ad una serie di parole chiave, altri, sfruttando soprattutto le conoscenze offerte dalla Intelligenza Artificiale, riescono a realizzare attività più complesse. Sono dei veri e propri assistenti virtuali che comprendono le richieste dei clienti ed adeguano le risposte in base alle richieste specifiche dell’utente.

Naturalmente la reale implementazione di questi sistemi non è cosi semplice. E’ necessario “istruire” il software in modo che possa rispondere correttamente alle domande ed offrire ai clienti un servizio preciso, veloce ed efficiente.

Questi chatbot di elevato livello hanno anche la capacità di selezionare le domande in base alla loro completezza. Se le informazioni fornite dal cliente sono sufficienti, fornirà direttamente la risposta, altrimenti ha la capacita di richiedere maggiori dettagli per arrivare a soddisfare la richiesta.

Naturalmente, per quanto questi sistemi siano ormai efficienti, non potranno mai sostituire totalmente il personale umano e, quindi, sarà sempre possibile richiedere l’intervento di un operatore.

I clienti della Neos sembrano soddisfatti del nuovo sistema specialmente per la rapidità delle risposte, inoltre un altro vantaggio e che gli operatori umani hanno maggiore tempo per risolvere i problemi più complicati

Questo progetto fa parte del programma pluriennale di Alpitour World dedicato all’innovazione tecnologica e alla semplificazione dei processi, operazioni necessarie, in un settore sempre più competitivo come quello del turismo, a rendere il Gruppo più efficiente sia in Italia che nel Mondo.

Articoli correlati:
    None Found

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *