A Bologna torna in presenza il Festival della Ricerca Medica

 

Da oggi fino al 14 maggio torna il Festival della Ricerca Medica. L’appuntamento con la manifestazione, promossa dalla Fondazione per la Promozione e lo Studio della Scienza Medica in collaborazione con l’Università di Bologna, è presso l’aula Magna di Santa Lucia a Bologna. Questa edizione tornerà, finalmente, in presenza ma sarà mantenuto il live streaming che ha permesso, lo scorso anno, di raggiungere, virtualmente, utenti in 23 paesi con oltre 1,4 milioni di visualizzazioni on line.

festival della scienza medica bologna
Foto di Gerd Altmann da Pixabay

L’edizione 2022 presenta un’ulteriore novità, ovvero la collaborazione con il Karolinska Institutet, una delle più importanti istituzioni universitarie al mondo.

Il tema di quest’anno è:”Educare alla cura: insegnare e apprendere” un tema importante come spiega l’ideatore del festival Fabio Roversi Monaco: “Se da una parte la medicina ha fatto progressi sotto ogni aspetto, dall’altra il paziente vive spesso inquietudine e diffidenza verso di essa. Il progresso in campo medico scientifico, con l’apporto della tecnologia, ha aumentato il divario, soprattutto comunicativo, tra ricercatore e medico, e a sua volta tra medico e paziente. Un esempio significativo di questa dinamica è il vaccino contro Covid-19, che ha diviso in “credenti e non” la popolazione”. Sarà un obiettivo del Festival capire come gettare le basi di una efficace comunicazione scientifica, al fine di educare alla cura e alla fiducia nella medicina i potenziali pazienti.

Tra i vari temi trattati nei tre giorni di apertura: le recenti ricerche scientifiche sul diabete; l’intelligenza artificiale nell’assistenza medica e nella ricerca; la neurobiologia con particolare accento sul degrado cognitivo degli anziani; gli studi sul genoma per la cura delle malattie; l’effetto dei cambiamenti climatici sulla salute e l’impatto della pandemia sulla salute mentale.

Inoltre ci sarà un confronto tra specialisti sull’insegnamento della medicina.

Infine, il 13 maggio, in collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna sarà possibile assistere ad una rassegna cinematografica dedicata a cinema e narrazione della malattia.

Articoli correlati:

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.