Navigare in mare con il tablet

 

Quando si parla di navigare con smartphone o tablet di solito si pensa alle ricerche su internet. Oggi invece vogliamo parlare di quei siti internet o di quelle APP con cui possiamo seguire una rotta in mare.

carta nautica
Foto di Milada Vigerova da Pixabay

E’ passato molto tempo ormai da quando l’unica maniera per ricavare la posizione in mare aperto era l’osservazione astronomica. Ci voleva un sestante, un orologio preciso, le effemeridi nautiche e soprattutto tanta pratica per identificare le stelle e prendere delle misurazioni corrette della loro altezza sull’orizzonte. Nei primi decenni del ‘900 le onde elettromagnetiche cominciarono ad entrare tra i sistemi di rilevamento della posizione con i radiogoniometri ed i radiofari. Tra il 1940 e il 1950 uscirono diversi sistemi di radionavigazione tra cui i più famosi il Decca, molto usato in Nord Europa ed il Loran che, specialmente per la sua maggiore portata, fu ampiamente utilizzato. Erano, all’inizio, strumenti complicati da usare, abbastanza voluminosi e necessitavano di carte nautiche particolari. Con il passare degli anni divennero sempre più piccoli e mostravano automaticamente le coordinate del luogo. Erano strumenti precisi ma che necessitavano l’installazione di un gran numero di trasmettitori in giro per il mondo. L’avvento del Global Positioning System più comunemente detto GPS, basato sui satelliti, mise fine a Loran e Decca che attorno all’anno 2000 spensero tutti i loro trasmettitori. I ricevitori GPS sono ormai cosi piccoli che li ritroviamo nei tablet, negli smartphone ed anche in qualche orologio da polso. Anche a bordo di gran parte delle barche da diporto è installato un plotter cartografico che interfacciato con un ricevitore GPS ci mostra la nostra posizione su una carta nautica.

Ma quando siamo a casa e vogliamo organizzare la nostra crociera possiamo utilizzare alcuni siti web che ci mostrano la cartografia nautica di tutto il mondo. L’utilizzo di queste siti è gratuito ma attenzione: le carte che vengono mostrate, pur essendo attendibili, non devono essere utilizzate per la navigazione. Possono comunque essere utili per organizzare un itinerario di massima calcolando distanze e tempi e programmando le soste in rada o in marina.

Sono almeno tre i siti che potrete utilizzare: Navionics, le cui carte sono utilizzate nei plotter Raymarine, Lowrance, B&G e molti altri; Simrad, produttore di plotter con carte C-Map compatibili con B&G, Furuno , Lowrance ed altri; OpenSeaMap che è, invece, un progetto internazionale open source che ha come scopo quello di creare una carta nautica libera.

Ma le stesse carte che utilizziamo nei plotter cartografici le possiamo ottenere anche sullo smartphone e sul tablet scaricando alcune APP.

Una delle più conosciute è la App Boating di Navionics. Per i nostri mari esistono due cartografie: una comprende il mediterraneo e il mar nero al costo di 21,99€ che esclude però le coste della Croazia; ed una specifica per mare Adriatico e Ionio che comprende anche le coste occidentali della Grecia e quelle orientali della Sicilia al prezzo di 54,99 €. Nel prezzo sono compresi tutti gli aggiornamenti per un anno è alla scadenza le carte scaricate rimangono in vostro possesso.

Anche Imray, il famoso produttore inglese di cartografia ed altre pubblicazioni nautiche propone un App per navigare, anzi ne propone più di una: Imray Navigator per la cartografia; Boat instruments con la quale è possibile integrare i dati AIS e di altre strumentazioni con Imray Navigator; ed altre APP sono disponibili per avere i dati sulle maree, sui simboli delle carte nautiche e sulle regole della navigazione. Per il Mediterraneo esistono tre cartografie: Orientale, Centrale e Occidentale. Ciascuna cartografia costa circa 36$ e comprende un anno di aggiornamenti.

Anche la cartografia Open Sea è disponibile in App. Al costo di 1,19€ potete scaricare Sea Maps con tutte le caratteristiche della Open sea maps. Naturalmente questo è un modo economico per avere una cartografia ma bisogna tenere conto che rispetto ad altri sistemi avrete meno informazioni ed aggiornamenti meno costanti.

Naturalmente esistono anche altre APP per la navigazione basta fare una ricerca su Google Store o App Store a seconda se utilizzate sistemi Android o IOS.

Anche per chi ha il plotter installato sulla barca potrebbe essere utile scaricare una di questa APP, come sistema di back up nel caso che, per esempio per un black out elettrico, il plotter cessasse di funzionare.

Naturalmente specie per navigazioni di una certa lunghezza consigliamo sempre di avere a bordo anche la cartografia cartacea tradizionale.

Nella prossima puntata parleremo di altre APP per la nautica. Infatti con pochi euro e spesso anche gratuitamente possiamo vedere il traffico di navi attorno a noi, ricevere i NAVTEX, sapere tutto o quasi su venti e maree, dormire tranquilli all’ancora, trovare le baie migliori e tanto altro.

Articoli correlati:

Print Friendly, PDF & Email

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.