Salone Nautico di Venezia: la terza edizione apre il 28 maggio

 

Con la collaborazione della Marina Militare nella sede dello storico Arsenale si aprirà dal 28 maggio al 5 giugno la terza edizione del Salone Nautico di Venezia. Il successo della precedente manifestazione, con oltre 30 mila visitatori, ha spinto gli organizzatori a preparare una edizione ancora più ricca con la presenza di tutti i principali gruppi del settore Azimut Benetti, Beneteau, Ferretti Group, Sanlorenzo e Sunseeker.

SaloneNautico di Venezia
Salone Nautico di Venezia | © Salone Nautico di Venezia

Gli ampi spazi espositivi presenti nell’Arsenale, comprendenti 30.000mq di esterno, 5000mq di padiglioni coperti ed oltre 1 km di banchine, ha permesso una razionale disposizione degli stand che renderà molto agevole la visita.

Tema importante del salone sarà l’eco-sostenibilità e le tecnologie a basso impatto ambientale. Se ne discuterà nei numerosi convegni e incontri previsti inoltre verrà presentato il meglio della produzione italiana e internazionale nel settore dell’elettrico per la nautica da diporto e da lavoro.

A corollario del salone ci saranno altre manifestazioni tra cui la Biennale Arte e varie iniziative sportive e non dimentichiamo, infine, il Bando di concorso lanciato dalla Fondazione Musei Civici Venezia MUVE, in collaborazione con il Comune di Venezia e Vela Spa, per progetti di imbarcazioni da lavoro o da diporto caratterizzate da elevata efficienza energetica e ridotto impatto ambientale.

Il Sindaco della Città Luigi Brugnaro ha dichiarato: “Con l’edizione 2021 del Salone Nautico abbiamo consolidato l’obiettivo che ci eravamo posti fin dall’inizio: riportare a casa l’Arte Navale e confermare Venezia regina dei mari. Con quello stesso spirito siamo pronti a tornare ad aprire le porte dell’Arsenale continuando ad offrire uno spettacolo ineguagliabile. Una terza edizione del Salone ricca e innovativa, piena di eccellenze e di passione. Una occasione in più per confermare la nostra città non solo come capitale del mare ma anche della sostenibilità e dell’innovazione. A Venezia tradizione e futuro sono di casa e questo lo potranno constatare anche tutti coloro che verranno a visitare l’edizione 2022 del Salone Nautico”.

 

Articoli correlati:

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.