Turismo e sostenibilità ambientale: l’esempio di MSC Crociere

 

La sostenibilità ambientale è uno dei punti chiave per il futuro della Terra. Ormai buona parte delle aziende più importanti nel mondo si sono rese conto che le loro attività non possono prescindere da essere il più possibili sostenibili.
Nel campo delle attività turistiche, poi, cercare di salvaguardare l’ambiente è ancora più vitale perché un ambiente degradato non è certo quello che cercano i turisti.

msc crociere turismo sostenibile
Foto di Jolyne D da Pixabay

Un esempio di come le cose stanno cambiando lo abbiamo con MSC Crociere. La famosa compagnia marittima, che organizza crociere in tutti i mari del mondo, si è posta l’ambizioso obiettivo di zero emissioni nette entro il 2050, introducendo navi sempre più efficienti e miglioramenti operativi sulla gestione della flotta e delle crociere.
Già oggi 13 navi, circa il 70% della flotta, sono dotate di un sistema EGSC che riduce le emissioni di zolfo del 97% inoltre altre 2 navi usano un sistema per ridurre in modo significativo gli ossidi di azoto. Come pure viene sempre di più implementato un sistema per collegare le navi in porto alla rete elettrica locale, evitando di dover tenere i motori in moto per alimentare i servizi di bordo.
Naturalmente, in obiettivo futuro, è prevista l’installazione di questi sistemi su tutte le navi.
Quest’anno entrerà in servizio la prima nave alimentata a GNL, un gas che permette, rispetto ai combustibili fossili abituali, una emissione fortemente ridotta sia di ossido di zolfo che di ossido di azoto.
Le nuove navi, poi, vengono progettate per avere una massima efficienza utilizzando anche sistemi elettronici di monitoraggio dei consumi e software specifici per la pianificazione ed ottimizzazione delle rotte.

Nei luoghi di destinazione delle crociere MSC cerca, per quanto possibile, di utilizzare fornitori e manodopera locale per stimolare l’economia dei luoghi. Per quanto riguarda le escursioni si preferiscono mezzi come i pulmini elettrici, dove disponibili, per accompagnare i turisti e molte escursioni sono programmate a piedi, in bicicletta o in kayak. Nelle principali destinazioni si utilizzano solo tour operator che abbiano ottenuto la certificazione del Global Sustainable Tourism Council (GSTC)

Per terminare parliamo di un’altra iniziativa di MSC Crociere: Ocean Cay. La compagnia ha rilevato la piccola isola delle Bahamas, che era utilizzata come cava di sabbia, l’ha bonificata, rimuovendo circa 500 tonnellate di rifiuti industriali e rottami metallici, e l’ha trasformata, con l’aiuto di esperti ambientali locali, in un area marina protetta. Naturalmente nell’isola sostano le navi della compagnia durante le crociere ai Caraibi e questo è un vantaggio, anche economico per MSC Crociere ma è anche una dimostrazione, che molte aziende dovrebbero tenere presente, che salvaguardare l’ambiente non vuol dire, per forza, buttare via denaro a fondo perduto.

Articoli correlati:

Print Friendly, PDF & Email

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.